Volata in Valpolicella, in bici con Damiano Cunego nella terra dell’Amarone

Un vino storico, le ricette di quattro ristoranti e i percorsi ciclistici creati dal campione veronese per raccontare l’Amore per la patria dell’Amarone

 

Un’esperienza enoturistica nel cuore della Valpolicella, un viaggio alla scoperta di un territorio dall’antica tradizione enoica, impreziosito dagli imperdibili piatti della cucina locale e dai profumi inconfondibili dell’Amarone. È l’iniziativa che la famiglia Tommasi presenta in collaborazione con il campione veronese Damiano Cunego per raccontare l’amore ed il profondo legame con la Valpolicella.

 

«La Valpolicella Classica è un luogo unico – commenta Giancarlo Tommasi, enologo di Tommasi Family Estates – un posto dove tradizione e tecniche di lavoro ancestrali si fondono con l’innovazione tecnologica, in nome dello sviluppo sostenibile dell’economia del vino. L’amore, la cura e il rispetto per l’ambiente sono infatti i principi che ispirano questa nostra iniziativa, nata per promuovere l’enoturismo e permettere ai visitatori di scoprire paesaggi e sapori che appartengono da sempre a questi luoghi. La bicicletta diventa così il mezzo ideale per entrare in simbiosi con l’ambiente, in nome della piacevole lentezza che permette di gustare appieno il mondo che ci circonda. Il mio più sentito grazie va a Damiano Cunego e ai ristoratori che hanno sposato questa iniziativa, che spero possa incontrare anche il favore degli appassionati perché non c’è niente di meglio di una gita in uno splendido paesaggio, gustando un bicchiere di Amarone abbinato al piatto giusto.»

A partire dal 14 febbraio, per quattro settimane, turisti e appassionati avranno l’opportunità di pedalare virtualmente con il vincitore del Giro d’Italia lungo alcuni percorsi, che lo stesso Cunego ha creato per accompagnare i visitatori nello splendido paesaggio della Valpolicella Classica.

Un tour emozionale e gustativo durante il quale i cicloturisti potranno scoprire l’eleganza dell’Amarone Tommasi, in abbinamento ai piatti degli chef di quattro ristoranti del territorio. Ogni settimana, il blog di Tommasi racconterà con foto e video la Valpolicella Classica attraverso i piatti proposti dai ristoranti e i percorsi suggeriti da Damiano Cunego, di cui per tutti gli appassionati sarà possibile scaricare le tracce GPS, attraverso le app Garmin e Strava. Un tour in 4 tappe da 60/65 km ( 2 – 2.5 ore ) con partenza ed arrivo presso la sede di Tommasi a Pedemonte
Una “volata” dunque che parte dalla Valpolicella Classica, la terra dell’Amarone, ma che correrà per tutta la provincia veronese.

 

Prima tappa - Valle di Negrar
Percorso:tra le colline di Negrar, per scendere poi a Verona e lungo la ciclabile dell’Adige fino a Pescantina; risalita a Sant’Ambrogio, Gargagnago e Fumane ed infine ritorno a Pedemonte.

Ristorante:Trattoria Caprini- Torbe
Piatto e vino in degustazione: Lasagnette col ragù della Pierina con Tommasi Amarone della Valpolicella Classico docg 

Scopri di più qui

 

Seconda tappa - Valle di Fumane

Percorso: partenza verso Parona e imbocco della ciclabile lungo l’Adige fino a Sega di Cavaion. Direzione Sant’Ambrogio di Valpolicella, quindi salita a Monte per scollinare a Cavalo. Discesa verso la valle di Fumane e rientro in cantina da San Pietro in Cariano.

Ristorante: Enoteca della Valpolicella– Fumane
Piatto e vino in degustazione: Risotto al Vino Recioto della Valpolicella con Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore doc

Scopri di più qui

 

Terza tappa - Valle di Marano

Percorso: Si attraversa la vallata di Marano, salendo verso Santa Cristina nel comune di Sant’Anna d’Alfaedo in Lessinia, discesa verso Prun e quindi Negrar. Si sale poi Montecchio ed infine discesa passando per Avesa e quindi rientro in Valpolicella da Parona.

Ristorante: Antica Osteria Paverno - Marano
Piatto e vino in degustazione: Tortello col pero misso, Monte Veronese e ricotta affumicata con Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore doc

 

Quarta tappa – Valle di Sant'Ambrogio

Percorso: Partenza dalle colline di San Pietro in Cariano, passando per Castelrotto per poi proseguire verso Sant’Ambrogio. Si imbocca qui la salita che porta al borgo di San Giorgio Ingannapoltron e poi si sale ancora per scollinare a Mazzurega, rapida discesa a Fumane e poi due salite iconiche della Valpolicella “Pendola” e “Masua” prima di rientrare in cantina da Negrar.

Ristorante: Rosa Alda - San Giorgio di Valpolicella
Piatto e vino in degustazione: Polpettine di carne ed erbe selvatiche cotte sul fogolar e Polenta con Tommasi Amarone della Valpolicella Classico Superiore docg

 


#ripartiamo

Carissimi,
siamo entrati di fatto nella fase post emergenza Covid-19, quella che viene comunemente definita “nuova normalità”.
Abbiamo tutti passato settimane difficili, ma finalmente si può intravedere del sereno all’orizzonte.
Ora dobbiamo, esattamente con la saggezza contadina che ci accompagna da sempre, rialzare la testa e guardare avanti.
Lo possiamo e dobbiamo fare sulla base di elementi concreti che fanno parte positivamente della nostra identità.
Lo sappiamo: il mondo del vino è ancora in apprensione, soprattutto per quanto riguarda il dialogo con la ristorazione,
ma la risposta giusta può venire solo da noi, “gente del vino”, sulla base della nostra tenacia, passione e professionalità.
Come è già successo in altre occasioni di turbolenza dell’economia e dei mercati, ci saranno momenti critici,
ma noi, come Tommasi Family Estates, abbiamo veramente molti “anticorpi” dalla nostra parte per sconfiggere le conseguenze di questo virus
e affrontare con ottimismo il prossimo futuro. Valori che fanno la differenza.
Ricordarli e tenerli sempre in evidenza è importante per rafforzare fiducia ed entusiasmo.
Piergiorgio e Stefano Tommasi

Puntiamo sui nostri valori per dare più slancio alla ripartenza
Solidità aziendale, reputazione, ampiezza di gamma,
cultura della qualità e dei valori Made in Italy, rapporti consolidati con i nostri partners italiani e stranieri e, non ultimo, un marketing versatile, che utilizza anche soluzioni online evolute. Con questi fattori competitivi guardiamo al futuro con la consapevolezza della complessità della sfida, ma anche con giustificata fiducia.

5 validi motivi per guardare al futuro con consapevole fiducia

  1. Solidità e reputazione
    La nostra azienda si fonda su valori forti, sulle relazioni costruite in questi anni con collaboratori, rete vendita e clienti, in Italia e all’estero. Siamo una realtà stimata e apprezzata, interpretiamo il Made in Italy con l’immagine di chi fa del vino motivo di cultura, oltre che di piacere. Questa solidità e reputazione sono ora fattori importantissimi per riprendere il filo del dialogo con tutti i nostri interlocutori di mercato.
  2. Ampiezza di gamma e rispetto dei territori
    Abbiamo scelto di ampliare costantemente il portfolio dei nostri prodotti, acquistando tenute in cinque diverse regioni italiane, per poter offrire non solo i vini della Valpolicella, territorio in cui siamo nati, ma anche di altre denominazioni. Di tutti questi territori abbiamo rispettato l’autenticità della cultura vinicola a cui abbiamo unito le nostre capacità imprenditoriali, controllando l’intera filiera, dalla vigna alla cantina. In questo modo possiamo offrire una gamma completa di vini nei vari canali e a diverse fasce di prezzo, sempre controllandone la qualità. Questa strategia si sta rivelando premiante anche e soprattutto in un momento così delicato.
  3. Stima dei Partner
    Abbiamo costruito e consolidato rapporti positivi con i nostri partner commerciali italiani e stranieri,  un impegno che oggi ci premia con la qualità delle relazioni e la fiducia reciproca
  4. Vini in tendenza
    Il mercato sta dimostrando preferenza per le denominazioni più conosciute e di fascia di prezzo accessibile a diversi consumatori, che in Tommasi significano particolarmente proposte come Ripasso, Rafaèl Valpolicella Superiore e Le Fornaci Lugana. Inoltre, il territorio di Montalcino con il Brunello, resta un simbolo dell’Italia che riprende slancio e vigore con i suoi prodotti di eccellenza.
  5. Marketing evoluto
    Anche la comunicazione del Gruppo si è adeguata al rapido cambiamento delle modalità d’acquisto dei consumatori, puntando su una forte presenza digitale (social e webinar principalmente) e aumentando le tipologie di servizio ai propri clienti.
    È inoltre in fase di completamento il nuovo sito www.tommasi.com (attivo dalla seconda metà di luglio) un vero e proprio portale dove troveranno ampio spazio le nostre storie, le persone e le tenute, le news e gli approfondimenti sui grandi vini come Amarone, Brunello e Aglianico del Vulture.

4P3A6264

Sempre parlando di rafforzamento del dialogo e di servizio per  tutta la nostra rete vendita e clienti in un periodo così complesso, ricordiamo che abbiamo in azienda due persone di alta responsabilità, dedicate proprio a fare da riferimento per qualsiasi necessità e chiarimento in questa delicata fase di rilancio: Angela Orfino per tutta la parte di amministrazione e logistica e Lisa Zuccolotto per tutta il commerciale Italia, coordinate da Piergiorgio Tommasi.
Cinque valide ragioni che si uniscono al valore più importante: la competenza, la passione e la tenacia della nostra rete commerciale, interprete di tutta la voglia di ripresa e rilancio nella fase di “nuova normalità”.