I rossi icona di Tommasi premiati da James Suckling

Amarone, Ripasso, Rafaèl e Amarone Riserva sono l’essenza della Valpolicella Classica e di Tommasi.

Siamo molto orgogliosi di condividere i punteggi di James Suckling, che questi quattro grandi vini rossi hanno meritato.

Li avete mai provati in una fresca giornata di fine estate?

94 Punti –Tommasi Ca’ Florian Amarone della Valpolicella Classico Riserva DOCG 2013
Un accento speziato e pepato salta fuori per primo, seguito da ciliegie scure essiccate, more, uvetta, olive scure e legno di cedro. Davvero morbido e composto, con un corpo da medio a pieno ricoperto di tannini fondenti e cioccolatosi.

94 Punti –Tommasi Amarone della Valpolicella Classico DOCG 2018
Al naso frutti di bosco e more essiccate, insieme ad arance, cioccolato fondente e terra secca. Palato corposo e di grana fine, con una struttura compatta e un fantastico equilibrio, che indica un buon potenziale di invecchiamento. Lungo e sapido, ma riservato. Un Amarone da manuale con freschezza, sapidità e concentrazione. Bevibile ora, ma meglio dargli un po’ di tempo. Prova nel 2024 o più tardi.

93 Punti – Tommasi Valpolicella Ripasso Classico Superiore DOC 2019
Note di frutti di bosco maturi, noci, spezie leggere, scorza d’arancia essiccata e cioccolato fondente. Di medio corpo con tannini decisi e carattere di frutta vivace e croccante. Maturo e concentrato, ma pulito e fresco allo stesso tempo. Finale persistente. 

92 Punti – Tommasi Valpolicella Classico Superiore Rafaèl DOC 2020
Sentore che va da caramelle al caffè a ciliegie al forno, fragole essiccate e cioccolato al peperoncino. Abbastanza succoso e rotondo, con un apprezzabile carattere agrodolce alla bacca e al frutto prugna. Corpo da medio a pieno con tannini decisi ma fini e un finale medio-lungo.


Valpolicella Classica essentials by James Suckling

Amarone, Ripasso and Rafaèl are Tommasi Valpolicella Classica essentials.
We are very proud to share the great scores by James Suckling, that these three fromidable red wines have deserved.

Don’t be shy, let’s enjoy them all during your Summer BBQ or under the sky full of stars to make your nights beautiful.

93 Points –Tommasi Amarone della Valpolicella Classico 2017
Needs air to bring out the intense, bright red berries with some dates and spicy, meaty notes. Full-bodied with a tight but forward-driven palate, spurred along by clean acidity and firm, fine tannins. It’s all there, but needs time to mellow out. Try from 2023.

92 Points – Tommasi Valpolicella Ripasso Classico Superiore 2018
Lightly exotic nose of ripe raspberries, prunes and a hint of orange zest. Medium-bodied with a tight, intense bead of fruit, very fine tannins and lovely chocolate orange at the end. Lots to like here. Drink now.

93 Points – Tommasi Valpolicella Classico Superiore Rafaèl 2019
Pleasant nose of thick raspberry and cherry jam with savory notes of black olives and light herbs. Relaxed feel to the medium-bodied but layered palate with very fine tannins that are coated with creamy fruit. Surprisingly good length, pushed along by the more savory elements. Delicious. Drink or hold.


Le icone della Valpolicella Classica premiate da James Suckling

Amarone, Ripasso e Rafaèl sono le icone di Tommasi che rappresentano la Valpolicella Classica.
Siamo molto orgogliosi di condividere gli ottimi punteggi di James Suckling, che questi formidabili vini hanno meritato.

Amarone, Ripasso e Rafaèl Valpolicella Superiore sono perfetti per le grigliate estive e da degustare nelle notti stellate.

93 Points –Tommasi Amarone della Valpolicella Classico 2017
Needs air to bring out the intense, bright red berries with some dates and spicy, meaty notes. Full-bodied with a tight but forward-driven palate, spurred along by clean acidity and firm, fine tannins. It’s all there, but needs time to mellow out. Try from 2023.

92 Points – Tommasi Valpolicella Ripasso Classico Superiore 2018
Lightly exotic nose of ripe raspberries, prunes and a hint of orange zest. Medium-bodied with a tight, intense bead of fruit, very fine tannins and lovely chocolate orange at the end. Lots to like here. Drink now.

93 Points – Tommasi Valpolicella Classico Superiore Rafaèl 2019
Pleasant nose of thick raspberry and cherry jam with savory notes of black olives and light herbs. Relaxed feel to the medium-bodied but layered palate with very fine tannins that are coated with creamy fruit. Surprisingly good length, pushed along by the more savory elements. Delicious. Drink or hold.


Volata in Valpolicella #4 tappa - Valle di Sant'Ambrogio

La quarta tappa di Volata in Valpolicella, ideata dal campione Damiano Cunego, ci porta alla scoperta delle colline della Valle di Sant’Ambrogio assieme all’enologo Giancarlo Tommasi per degustare i piatti della Trattoria dalla Rosa Alda  in abbinamento al nostro Tommasi Amarone della Valpolicella Classico Docg.

PERCORSO

Ottieni il percorso su Strava
Scarica la prima tappa GPX o TCX

 

In questa quarta tappa proposta da Damiano Cunego, si parte verso Castelrotto per un veloce riscaldamento, prima di scendere a Sant’Ambrogio per imboccare la prima asperità di giornata: la salita di San Giorgio Ingannapoltron.
Dopo aver scollinato a Mazzurega, segue la discesa verso Fumane e in successione si affrontano la salita della Pendola e della Masua. Si rientra a Pedemonte passando dal centro abitato di Negrar.

Il percorso copre circa 50 km con un dislivello di 920 m. Vale sempre la regola di godersi il percorso ed i panorami che si aprono lungo la pedalata.

Nel cuore della zona classica dei grandi vini della Valpolicella, c’è un luogo di ristoro e riposo di grande tradizione, la Trattoria Dalla Rosa Alda. La famiglia Dalla Rosa si dedica al mestiere della ristorazione e mescita dal 1853. Da allora e sempre accolgo amanti della buona cucina e del buon vino nel villaggio di San Giorgio di Valpolicella, nel Comune di Sant’Ambrogio, ai piedi del Monte Solane, a mezza via tra la città di Verona e il Lago di Garda. San Giorgio fa parte del club dei Borghi più belli d’Italia.

Le Polpettine di carne ed erbe selvatiche cotte sul fogolar sono il piatto proposto in degustazione con il nostro Amarone della Valpoicella Classico docg. Potete ritrovare le Polpettine nel loro menù di primavera del ristorante e se volete testare la vostra abilità trovate a questo link la ricetta. Buon Appetito!


Volata in Valpolicella #3 tappa - Valle di Marano

La terza tappa di Volata in Valpolicella ideata dal campione Damiano Cunego ci porta alla scoperta delle colline della Valle di Marano e a degustare i piatti dell’Antica Osteria Paverno  in abbinamento al nostro Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore Doc. 

PERCORSO

Ottieni il percorso su Strava
Scarica la prima tappa GPX o TCX

Questo terzo percorso proposto da Damiano Cunego

Antica Osteria Paverno è uno storico locale (“ostaria”) nel cuore della Valpolicella classica.  L’osteria, a conduzione familiare, si caratterizza per uno stile rustico e tradizionale. La cucina propone piatti tipici veronesi legati alla tradizione e al territorio realizzati con prodotti selezionati e di qualità che variano in base alle stagioni.

Uno tra tutti, scelto per questa tappa, sono i Tortelli al Monte Veronese di Malga, Pero Misso della Lessinia e ricotta affumicata. Per creare la ricetta comodamente a casa puoi scaricarla qui.


Ripasso: la promessa di cambiamento

Nato da un prodotto quotidiano come il Valpolicella, il Ripasso si è elevato a tal punto da posizionarsi a metà tra un Amarone e un Valpolicella Superiore. La sua storia rispecchia a tratti quella della maggior parte dei suoi degustatori. Dentro di sé porta tradizione, cultura e cambiamenti.

 

La sua, come la nostra, è una storia di evoluzione e di crescita. Il Ripasso non è un vino come gli altri. Non viene prodotto con un vitigno, ma con una tipologia di lavoro particolare, realizzata in cantina da tempo immemore.
Prima degli anni ’60, quando ancora la denominazione di origine controllata non esisteva, il Ripasso era una sorta di vino della rinascita. Prodotto con il succo rimasto nella botte, godeva di una seconda vita fermentando sulle bucce appassite di un vino più buono come il Recioto.
Il Ripasso unisce storia e modernità, diventando il prodotto che più si avvicina alle aspettative attuali di tanti consumatori. Ma non è la prima volta che il suo fascino incanta gli appassionati.
Durante gli anni ’90, mentre la Disney invadeva il mercato con i suoi cartoni, Beverly Hills 90210 segnava un’epoca ed il singolo One consacrava gli U2, anche il Ripasso entrava nella speciale classifica dei vini più trend, diventando letteralmente un fenomeno di moda e affermandosi come trend nei maggiori mercati.

Il Ripasso Valpolicella Classico Superiore doc ha un’anima elegante e un carattere tradizionale, che gli permettono di trovare il suo perfetto equilibrio fra il Valpolicella classico e l’Amarone. È un vino che porta dentro di sé il passaggio dalla povertà alla ricchezza, un percorso che lo rende il nuovo protagonista a casa o per una cena fra amici.
Assicura struttura, complessità aromatica, completezza restando accessibile da ogni punto di vista.
Un patrimonio della saggezza contadina ora rivalutato come vino di grande attualità.

Il Ripasso è un vino nato dell’astuzia contadina, come elemento di economia circolare (allora si chiamava molto più semplicemente “saggezza”). I mezzadri producevano il vino dolce Recioto per i padroni delle terre, ma poi potevano tenere le vinacce, una volta finito il processo di fermentazione.
Queste vinacce venivano fatte rifermentare con la tecnica del “ripassare” il vino base che producevano per il loro sostentamento famigliare. Aggiungendo il mosto sulle vinacce ricche di zuccheri, si otteneva un vino più robusto e calorico, una fonte di energia alimentare importante per le famiglie.

L’avvento della DOC Valpolicella, con il decreto-legge del 1968, ne ha portato poi la trasformazione fino al disciplinare definitivo del 2010. E se in quell’anno Federer si aggiudicava il quarto Australian Open, il Ripasso sostituiva le vinacce di partenza, restando però fedele alla sua tradizionale tecnica da cui porta il nome. Oggi infatti si scelgono due dei vini più nobili e storici della Valpolicella. Si prende il Valpolicella Superiore e lo si mette sulle vinacce più buone dell’Amarone, ed ecco che la qualità sale a quella che contraddistingue il Ripasso.
Se l’Amarone continua ad essere un vino icona, il Valpolicella Ripasso riscuote e gode i maggiori successi commerciali grazie anche all’ottimo rapporto qualità\prezzo.
Il legame tra questi due vini resta molto forte, non solo per la produzione del Ripasso, che è direttamente collegata a quella dell’Amarone, ma anche perché sono entrambi realizzati con le migliori uve autoctone della Valpolicella: Corvina, Corvinone e Rondinella.

 

L’eleganza del Ripasso non rimane solo nella sua storia, ma la si può trovare anche nel colore che lo definisce: quel rosso rubino intenso e luminoso, ricco e intensamente fruttato, con tannini morbidi e
setosi e una lunga persistenza.
Il periodo di affinamento in grandi botti di legno di Slavonia per il Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore doc dura circa 18 mesi e il suo metodo di produzione è un vanto per la famiglia Tommasi, divenutane uno dei principali ambasciatori nel mondo e meritando negli anni sempre ottimi riconoscimenti.
In particolare l’annata in commercio, la 2017, ha meritato diversi riconoscimenti: 93 punti da James Suckling, 91 da Vinous e Falstaff e 90 per Decanter e Meininger’s.
Al di là dei punteggi, è tra i vini che maggiormente raccomandiamo per assicurarsi un’ottima figura sia come ospiti sia come padroni di casa.

di Giulia Taviani - Tommasi


Volata in Valpolicella, in bici con Damiano Cunego nella terra dell’Amarone

Un vino storico, le ricette di quattro ristoranti e i percorsi ciclistici creati dal campione veronese per raccontare l’Amore per la patria dell’Amarone

 

Un’esperienza enoturistica nel cuore della Valpolicella, un viaggio alla scoperta di un territorio dall’antica tradizione enoica, impreziosito dagli imperdibili piatti della cucina locale e dai profumi inconfondibili dell’Amarone. È l’iniziativa che la famiglia Tommasi presenta in collaborazione con il campione veronese Damiano Cunego per raccontare l’amore ed il profondo legame con la Valpolicella.

 

«La Valpolicella Classica è un luogo unico – commenta Giancarlo Tommasi, enologo di Tommasi Family Estates – un posto dove tradizione e tecniche di lavoro ancestrali si fondono con l’innovazione tecnologica, in nome dello sviluppo sostenibile dell’economia del vino. L’amore, la cura e il rispetto per l’ambiente sono infatti i principi che ispirano questa nostra iniziativa, nata per promuovere l’enoturismo e permettere ai visitatori di scoprire paesaggi e sapori che appartengono da sempre a questi luoghi. La bicicletta diventa così il mezzo ideale per entrare in simbiosi con l’ambiente, in nome della piacevole lentezza che permette di gustare appieno il mondo che ci circonda. Il mio più sentito grazie va a Damiano Cunego e ai ristoratori che hanno sposato questa iniziativa, che spero possa incontrare anche il favore degli appassionati perché non c’è niente di meglio di una gita in uno splendido paesaggio, gustando un bicchiere di Amarone abbinato al piatto giusto.»

A partire dal 14 febbraio, per quattro settimane, turisti e appassionati avranno l’opportunità di pedalare virtualmente con il vincitore del Giro d’Italia lungo alcuni percorsi, che lo stesso Cunego ha creato per accompagnare i visitatori nello splendido paesaggio della Valpolicella Classica.

Un tour emozionale e gustativo durante il quale i cicloturisti potranno scoprire l’eleganza dell’Amarone Tommasi, in abbinamento ai piatti degli chef di quattro ristoranti del territorio. Ogni settimana, il blog di Tommasi racconterà con foto e video la Valpolicella Classica attraverso i piatti proposti dai ristoranti e i percorsi suggeriti da Damiano Cunego, di cui per tutti gli appassionati sarà possibile scaricare le tracce GPS, attraverso le app Garmin e Strava. Un tour in 4 tappe da 60/65 km ( 2 – 2.5 ore ) con partenza ed arrivo presso la sede di Tommasi a Pedemonte
Una “volata” dunque che parte dalla Valpolicella Classica, la terra dell’Amarone, ma che correrà per tutta la provincia veronese.

 

Prima tappa - Valle di Negrar
Percorso:tra le colline di Negrar, per scendere poi a Verona e lungo la ciclabile dell’Adige fino a Pescantina; risalita a Sant’Ambrogio, Gargagnago e Fumane ed infine ritorno a Pedemonte.

Ristorante:Trattoria Caprini- Torbe
Piatto e vino in degustazione: Lasagnette col ragù della Pierina con Tommasi Amarone della Valpolicella Classico docg 

Scopri di più qui

 

Seconda tappa - Valle di Fumane

Percorso: partenza verso Parona e imbocco della ciclabile lungo l’Adige fino a Sega di Cavaion. Direzione Sant’Ambrogio di Valpolicella, quindi salita a Monte per scollinare a Cavalo. Discesa verso la valle di Fumane e rientro in cantina da San Pietro in Cariano.

Ristorante: Enoteca della Valpolicella– Fumane
Piatto e vino in degustazione: Risotto al Vino Recioto della Valpolicella con Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore doc

Scopri di più qui

 

Terza tappa - Valle di Marano

Percorso: Si attraversa la vallata di Marano, salendo verso Santa Cristina nel comune di Sant’Anna d’Alfaedo in Lessinia, discesa verso Prun e quindi Negrar. Si sale poi Montecchio ed infine discesa passando per Avesa e quindi rientro in Valpolicella da Parona.

Ristorante: Antica Osteria Paverno - Marano
Piatto e vino in degustazione: Tortello col pero misso, Monte Veronese e ricotta affumicata con Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore doc

 

Quarta tappa – Valle di Sant'Ambrogio

Percorso: Partenza dalle colline di San Pietro in Cariano, passando per Castelrotto per poi proseguire verso Sant’Ambrogio. Si imbocca qui la salita che porta al borgo di San Giorgio Ingannapoltron e poi si sale ancora per scollinare a Mazzurega, rapida discesa a Fumane e poi due salite iconiche della Valpolicella “Pendola” e “Masua” prima di rientrare in cantina da Negrar.

Ristorante: Rosa Alda - San Giorgio di Valpolicella
Piatto e vino in degustazione: Polpettine di carne ed erbe selvatiche cotte sul fogolar e Polenta con Tommasi Amarone della Valpolicella Classico Superiore docg

 


Reds in Summer are on fashion

Yes, you can drink reds in summer!
Here are five red wines for those cool evenings with your friends

When we talk about wine, there are many myths to debunk and also lots of taboos that should be rendered acceptable.
Indeed, it happens increasingly often in restaurants that inflexible ideas about wine and “room temperature” are tempered in favor of new trends that are more modern and open-minded. And if in summer we want a wine that’s refreshing, satisfying and fragrant, a cool red wine can also fit the bill.
The new rule is that there aren’t any real rules, and wine is increasingly less snobbish.
But how come it’s still so difficult to picture yourself, on a cool summer evening, sipping a nice glass of red wine by the pool?
The answer has to do with chemistry. The truth is that the main problem linked with our perception of red wines is the tannins, those polyphenolic compounds present in the stalks, seeds, and skins of the grapes. It is in fact the tannins that cause astringency, the typical rough, dry feeling that a red wine leaves on your palate and gums: this sensation is due to the interaction of the tannins with your saliva. They bond with the proteins in saliva, making it lose its lubricating qualities, and if – at higher temperatures – this astringent sensation becomes less marked (the alcohol, though, becomes more noticeable), at lower temperatures the opposite is true.
The only way to get round this problem is to choose red wines that have substantial fruit, but which are not very tannic and have a relatively low level of alcohol.
Here then, for devotees of reds, are some wines that are also perfect for the summer and for a relaxing drink after dinner.
From Casisano’s Brunello to Tommasi’s Ripasso, we offer you five red wines that not only display a supple, fruity style, but often also don’t mind being put in the fridge.
 
Group of friends gathered around a table in a garden on a summer evening to share a meal and have a good time together
The first summer red to drink with your friends is a wine from Southern Italy. We are in Basilicata, with Paternoster’s Synthesi Aglianico del Vulture. Its vivacious ruby red simply gleams with freshness, and it offers a fragrant, fruity bouquet of blackberries, blueberries, other wild berry fruits and pepper. On the palate it is dry but velvety, leaving a long, harmonious sensation in the mouth. 100% Aglianico del Vulture grapes and 13% alcohol by volume: a wine snob would tell you that the ideal temperature for Synthesi is 16°C, and that below 12°C you may find that certain aromas and flavors vanish and the tannins  become hard. But don’t be afraid to drink it rather cool: it’ll surprise you in an incredibly positive way, and you’ll regret not having done so earlier!
Our second summer-friendly red is the flagship wine of Poggio al Tufo, the Rompicollo Rosso Toscana, produced in the Maremma. A rich, refined blend of 60% Sangiovese and 40% Cabernet Sauvignon that charms you with its liveliness and elegance. Its bright, deep ruby red color catches your eye, but it is always the nose that enchants you when you taste this wine: it displays an elegant, variegated bouquet of ripe blackberries and raspberries, dried balsamic herbs and delicate sweet spices. Its mouth-filling flavor is rich and rounded, with velvety tannins. With its good body, Rompicollo reveals great smoothness on the palate, even when served at a lower temperature.
Full-bodied and harmonious, Surani’s Heracles Primitivo di Manduria is one of the outstanding wines produced in Puglia. It displays an intense ruby red in the glass, and even from the first sniff it reveals a fascinating complexity: from floral sensations of violets to rich fruity ones of cherries and strawberries, against a background of balsamic notes, of lickerish and aromatic herbs. In the mouth, it is broad and full-bodied, seducing you with its graceful, refined tannins and a lively finish that is sustained by an attractive freshness, which dances across your palate like a butterfly.
If these three wines may be served at lower temperatures than those at which we are used to tasting reds - demonstrating that a significant change is taking place in the ‘etiquette’ of , red wine consumption - there are also the ‘relaxation wines’, those that simply fit in perfectly with our desire to spend the evening outside in good company, with the crickets chirping in the background, the odd firefly peeking out on the veranda and with you perhaps curled up comfortably in a wicker chair.
The wines to keep you company on these occasions are two particularly elegant products that should not be drunk cold, but which will make your summer evenings all the more enjoyable: the 2015 Brunello di Montalcino from Casisano and the  Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore.
The former, obtained from 100% Sangiovese Grosso grapes, has a deep ruby color and opens up on the nose with an elegant, fresh variety of fruity and spicy notes that are typical of Sangiovese.
When you drink the Ripasso, on the other hand, a brilliant, deep ruby red nectar slides onto your palate and ripe cherries joyously invade your nose, followed by an intense spicy note, going to show once again that red wines give a very special flavor to the Summer and evenings spent with friends are a wonderful thing…but if accompanied by a good glass of wine, they are even better!
 
 


A dinner with the Enologist Tommasi - Digital Dinner

Join us for a free, exclusive virtual dinner with Giancarlo Tommasi, the Tommasi Family’s IV generation oenologist, as we taste the famous Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore Doc and Amarone della Valpolicella Classico, and prepare the traditional Risotto all’Amarone in your own home.
 
pulsante sito acquista il kit          pulsante sito partecipa alla cena
 
SPECIAL GUESTS
Alessandro Torcoli –
Chat and share notes with the director and editor of the renowned Civiltà del Bere magazine
Serena Codognola – Chef with whom we will prepare the Risotto all’Amarone, following the old Tommasi family recipe.
WHEN
Wednesday, June 10th at 7:00pm via Zoom
 
TASTE WINE AND COOK WITH US
Purchase the two wines in the tasting, along with the ingredients to prepare the risotto, at the special price of € 55,00, including shipping, with   paypalnuovologo-650x245
digital-dinner-kit-tommasi
What you will receive for the digital dinner:

  • one bottle of Tommasi Amarone della Valpolicella Classico Docg 2015 (750 ml)
  • one bottle of Tommasi Ripasso della Valpolicella Classico Superiore Doc 2016 (750 ml)
  • one package of Vialone Nano rice, from the historic producer Melotti (1kg)
  • one jar of lard with bottom pork sirloin from Corrado Benedetti, local meat and cheese artisans (350 gr)
  • one Tommasi corkscrew
  • The Tommasi Family recipe book

You may also purchase the kit by wire transfer to S.S. Agricola Tommasi Viticoltori: IT 92 L 05034 59810 0000 000 17607
 
If you wish to pay by wire transfer, please send us an email to wine@tommasi.com with the following details:

  • A copy of the transfer confirmation
  • First and Last Name
  • Shipping address
  • Contact phone number

by june 3rd, 2020, in order to guarantee that you receive the kit in time.
risotto-amarone

 A one-of-a-kind opportunity to immerse yourself in the world of Tommasi, non just to discover the richness of the Valpolicella Classica area and its great wines, but also to learn some family traditions in the kitchen.

giancarlo tommasi enologo serena codogonla Schermata 2020-05-27 alle 09.23.05
For any questions or concerns, please don’t hesitate to contact us at the following:

  1. +39 045 770 12 66
  2. wine@tommasi.com

A Cena con l'enologo Tommasi - Digital Dinner

In esclusiva gratuita una cena virtuale assieme a Giancarlo Tommasi, enologo della IV generazione della famiglia Tommasi per degustare i celebri Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore Doc e l'Amarone della Valpolicella Classico e preparare il tradizionale Risotto all'Amarone direttamente a casa vostra.

 

pulsante sito acquista il kit          pulsante sito partecipa alla cena

 

OSPITI SPECIALI
Alessandro Torcoli, direttore ed editore dell'autorevole rivista Civiltà del Bere con cui potrete dialogare a confrontarvi durante la degustazione
Serena Codognola, chef con cui prepareremo il risotto all'Amarone dall'antico ricettario della famiglia Tommasi.

QUANDO
Mercoledi 10 Giugno ore 19:00 via Zoom

 

DEGUSTA E CUCINA CON NOI
Acquista i due vini in degustazione e gli ingredienti per cucinare il risotto, al prezzo speciale di € 55,00 incluso di spese di spedizione, tramite   paypalnuovologo-650x245

digital-dinner-kit-tommasi

Cosa riceverete a casa per la digital dinner:

  • una bottiglia di Tommasi Amarone della Valpolicella Classico Docg 2015 (750 ml)
  • una bottiglia di Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore Doc 2016 (750 ml)
  • un pacco di Riso Vialone Nano Melotti, storici produttori di Riso (1kg)
  • un vasetto di lardo scannellato di Corrado Benedetti, artigiani di salumi e formaggi (350 gr)
  • un cavatappi Tommasi
  • Il ricettario della Famiglia Tommasi

Il kit è anche acquistabile tramite bonifico bancario intestato a S.S. Agricola Tommasi Viticoltori: IT 92 L 05034 59810 0000 000 17607

Per questo metodo di pagamento vi chiediamo di inviarci a wine@tommasi.com:
- la copia del bonifico
- nome e cognome
- l'indirizzo di spedizione
- il contatto telefonico

entro il 3 giugno 2020, per garantire che la spedizione arrivi entro i tempi previsti.

risotto-amarone

Un'occasione unica per immergersi nel mondo Tommasi, non solo per scoprire la ricchezza della Vapolicella Classica e dei suoi grandi vini, ma per imparare i segreti della cucina di famiglia.

giancarlo tommasi enologo serena codogonla Schermata 2020-05-27 alle 09.23.05

Per ogni dubbio o esigenza siamo a completa disposizione, di seguito i nostri contatti

t. +39 045 770 12 66

e. wine@tommasi.com