IL ROSSO D’ESTATE È DI MODA

Vino rosso d’estate si può.
Ecco cinque vini rossi che possono accompagnare le fresche serate con gli amici

Quando si parla di vino ci sono molti miti da sfatare e anche molti tabù da sdoganare.
Sulle tavole dei ristoranti capita sempre più spesso infatti che le inflessibilità in fatto di vino e della sua “temperatura ambiente” vengano mitigate a favore di nuove tendenze, più aperte e moderne. E se d’estate c’è bisogno  di un vino fresco, appagante e profumato, anche un vino rosso rinfrescato può rispondere a questi requisiti.
La regola nuova è che non c’è una vera e propria regola e il vino è sempre meno snob.
Ma come mai è ancora così difficile immaginarsi di sorseggiare un bel bicchiere di vino rosso a bordo piscina, in una fresca sera d’estate?

La risposta sta nella chimica. La verità è che il problema principale legato a  questa percezione sono i tannini, ovvero i composti polifenolici presenti nel raspo, nei vinaccioli e nella buccia dell’uva. Sono i tannini infatti che causano l’astringenza, la tipica sensazione ruvida e di secchezza lasciata sul palato e sulle gengive: questa sensazione è dovuta dall’interazione dei tannini con la saliva. Essi si legano alle proteine della saliva facendole perdere il suo agente lubrificante e se, a temperature alte, questa sensazione astringente si addolcisce -aumentando però quella alcolica- a temperature basse invece si verifica il contrario.
L’unico modo per superare questo problema è scegliere dei vini rossi, di buon corpo, poco tannici e con una gradazione alcolica bassa.
Ecco allora per i fedeli del rosso alcune etichette perfette anche per l'estate e  per un dopo cena in completo relax.
Dal Casisano Brunello al Tommasi Ripasso, vi presentiamo cinque vini rossi che non solo sfoggiano un sorso agile con il loro stile fruttatoma che non temono neanche di essere refrigerati.
Group of friends gathered around a table in a garden on a summer evening to share a meal and have a good time together
Il primo rosso estivo da bere con gli amici è un vino del sud. Siamo in Basilicata con il Paternoster Synthesi Aglianico del Vulture. La vivacità del suo rosso rubino brilla di freschezza e presenta un fragrante bouquet fruttato di mora, mirtillo, bacche di sottobosco e pepe. Al palato è asciutto e vellutato, lascia armonia e persistenza gustativa. Uve Aglianico del Vulture 100% e gradazione alcolica del 13%. Lo snob del vino vi direbbe che la temperatura ideale del Synthesi è 16° gradi e che sotto i 12° si può scoprire che alcuni aromi e sapori scompaiono e i tannini schioccano, ma non abbiate paura di berlo più fresco. Vi stupirà positivamente e vi pentirete di non averlo fatto prima.
Il secondo rosso amico dell’estate è il vino simbolo di Poggio al Tufo Rompicollo Rosso Toscana, prodotto nella Maremma. Un blend di Sangiovese 60% e Cabernet Sauvignon 40% dai tratti raffinati e caldi che affascina per vivacità ed eleganza. Il colore rosso rubino intenso e vivace colpisce l’occhio, ma è sempre il naso che incanta quando si assaggia questo vino che presenta un elegante e variegato bouquet di piccoli frutti rossi maturi come more e lamponi, erbe balsamiche essiccate e delicate spezie dolci. Al gusto è rotondo, pieno e avvolgente e con tannini vellutati. Di buon corpo, il Rompicollo mostra un’ottima scorrevolezza al palato anche servito a temperature più basse.
Corposo e armonico, Surani Heracles Primitivo di Manduria rappresenta una delle eccellenze della produzione vitivinicola pugliese. Il bicchiere si tinge di un rosso rubino intenso e ad un primo olfatto mostra subito un’affascinante complessità: dal floreale di viola, al ricco fruttato di amarena, ciliegia nera e fragola, su un fondo di note balsamiche, di liquirizia ed erbe aromatiche. Al gusto è corposo, ampio e conquista con dei tannini leggiadri e rifiniti e un finale vivace, sostenuto da una piacevole freschezza che attraversa la bocca come la danza di una farfalla.
Se questi tre vini possono essere serviti a temperature più basse di quelle, a cui di solito siamo abituati a degustare un vino rosso, dimostrando che è in atto un cambiamento importante nel suo ‘galateo’, ci sono anche i ‘vini da relax’, quelli che semplicemente si accordano perfettamente alla voglia di stare insieme in una serata all’aperto, quando fuori ci sono i grilli che friniscono lontani, qualche lucciola fa capolino sulla veranda e capita di accoccolarsi piacevolmente su una sedia in vimini.
Questi vini d’accompagnamento sono due vini di particolare eleganza che non vanno bevuti freddi, ma allietano le serate estive:
il Casisano Brunello di Montalcino 2015 e il Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore.
Il primo, ottenuto da uve 100% Sangiovese grosso, dal colore rubino profondo, si apre all’olfatto con un’elegante e fresca complessità delle note fruttate e speziate tipiche del Sangiovese.
Quando si beve il Ripasso, invece, un nettare dal colore rosso rubino intenso e luminoso scivola nel palato e ciliegie mature invadono gioiosamente il naso, raggiunto da un profumo intensamente speziato, a riprova del fatto che i vini rossi sanno raccontare l’estate in modo unico e che le serate con gli amici sono belle, ma davanti a un buon bicchiere lo sono ancora di più.


TOMMASI AT PROWEIN 2018 - H16 B02

Per la prima volta nel mercato tedesco Paternoster e Masseria Surani
Tommasi lancia Aglianico e Primitivo in Germania
Vetrina d’eccezione Prowein dal 18 al 20 marzo 2018
Parte domenica 18 e si concluderà martedì prossimo 20 marzo a Düsseldorf in Germania, Prowein, la fiera specializzata dedicata al business internazionale del settore vinicolo.
Tommasi Family Estates sarà presente con una doppia postazione, un proprio stand rinnovato ( H16 B02 ) e con lo storico importatore Schlumberger ( Hall 14 Stand D91 ), con cui l’alleanza è salda dagli anni ’70.
Doppia anche la novità: è ufficiale, infatti, l’accordo con Schlumberger per introdurre nel mercato tedesco i vini di Paternoster e Masseria Surani, che saranno a disposizione in Germania a partire dal prossimo Aprile.
«La Germania oltre ad essere un mercato storico – afferma Pierangelo Tommasi, direttore esecutivo – è certamente uno dei più importanti in Europa. Dopo una leggera flessione del mercato nel 2016, il 2017 ha segnato una buona ripresa per i nostri vini, in particolare l’Amarone. Era il momento giusto per lanciare altri due grandi rossi, come l’Aglianico di Paternoster e il Primitivo di Masseria Surani.»
Patenoster è un marchio che ha fatto la storia dell’Aglianico del Vulture, ha sede a Barile in Basilicata. La tenuta si estende su 20 ettari di terreno di origine Vulcanica e produce circa 120.000 bottiglie. È del 2016 l’alleanza produttivo-commerciale con la famiglia Tommasi, che ha una partecipazione di maggioranza.
Masseria Surani è di proprietà  Tommasi dal 2014 ;  si estende per 80 ettari a Manduria,in Puglia, a pochissimi chilometri dal mare. La produzione è di circa 165.000 bottiglie, non solo Primitivo, ma anche Fiano e Negroamaro nelle versione rosata.
Rudolf Knickenberg, presidente di Schlumberger, dichiara: «Sono orgoglioso e felice di poter includere nel nostro porfolio vini di marchi prestigiosi come Paternoster e Massseria Surani. Da decenni collaboriamo con la famiglia Tommasi, garante di vini autentici, eleganti e di alta qualità
Schlumberger con sede a Meckenheim, è una delle principali società di distribuzione di vino, spumanti, distillati e specialità di alta gamma in Germania.
Si aprono dunque nuove possibilità per Tommasi Family Estates in un mercato chiave come la Germania. Prowein sarà comunque una vetrina d’eccezione anche per gli altri marchi del sistema Tommasi, in particolare Casisano, che con Paternoster e Tommasi è uno dei tre diamanti della Trilogia di Emozioni, l’espressione di tre vini che celebrano la diversità, la storia, l’armonia e l’eleganza: Casisano Brunello di Montalcino, Paternoster Aglianico del Vulture e Tommasi Amarone della Valpolicella Classico.
_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________
Paternoster and Masseria Surani for the first time in the German market
Tommasi launches Aglianico and Primitivo in Germany
exceptional showcase Prowein from 18 to 20 March
It will start on Sunday 18 March and will close on Tuesday 20 March in Düsseldorf, Germany, Prowein, the specialized trade fair dedicated to the international wine business.
Tommasi Family Estates will attend it with a double position, its own renovated stand (H16 B02) and with the historic importer Schlumberger (Hall 14 Stand D91), with which the alliance is firm since the '70s.
Double news as well: it is official, in fact, the agreement with Schlumberger to introduce the wines of Paternoster and Masseria Surani into the German market, which will be available starting from next April.
«Germany, in addition to being a historical market - says Pierangelo Tommasi, executive director - is certainly one of the most important in Europe. After a slight downturn in 2016, 2017 marked a good recovery for our wines, in particular Amarone. It was the right time to launch two more great reds, like Paternoster Aglianico and Masseria Surani Primitivo».
Patenoster is a brand that has made the history of the Aglianico del Vulture, it is based in Barile in Basilicata. The estate covers 20 hectares of land of volcanic origin and produces about 120,000 bottles. The production-business alliance with the Tommasi family, which has a majority shareholding, was signed in 2016.
Masseria Surani has been owned by Tommasi since 2014; it covers 80 hectares in Manduria, in Puglia, just a few kilometers from the sea. The production is about 165,000 bottles, not only Primitivo, but also Fiano and Negroamaro in the rosé version.
Rudolf Knickenberg, president of Schlumberger, declares: «I am proud and happy to include in our wine  porfolio  prestigious brands such as Paternoster and Massseria Surani. For decades we have collaborated with the Tommasi family, guarantors of authentic, elegant and high quality wines. »
Schlumberger, based in Meckenheim, is one of the leading distribution companies for wine, sparkling wines, spirits and high-end specialties in Germany.
New possibilities are opening up for Tommasi Family Estates in a key market such as Germany.
Prowein will still be an exceptional showcase for the other brands of the Tommasi system, in particular Casisano, which with Paternoster and Tommasi is one of the three diamonds of the Trilogy of Emotions, the expression of three wines that celebrate diversity, history, harmony and elegance: Casisano Brunello di Montalcino, Paternoster Aglianico del Vulture and Tommasi Amarone della Valpolicella Classico.