L'ascesa del Vulture nel numero di Agosto di Wine Enthusiast

Alexander Peartree, della rivista Wine Enthusiast, ha scritto un interessante articolo sulla regione vinicola del Vulture.

“Nella provincia più settentrionale della Basilicata, che si estende dall’arco dello stivale d’Italia, si trova una zona montuosa e selvaggia. Ricorda le vivaci Alpi del nord più che i climi caldi e meridionali.
Lì, ancorato intorno al vulcano spento del Monte Vulture, c’è un mosaico di antiche città sparse tra le colline ondulate, che ospitano alcuni dei vini più emozionanti d’Italia”.

La regione vinicola del Vulture è un luogo ideale da visitare e scoprire con le sue antiche rovine e tradizioni che risalgono all’epoca romana, qui nacque il famoso poeta latino Orazio.

La vinificazione commerciale nella zona, invece, risale a quasi un secolo fa, ma una nuova generazione di viticoltori ha portato questa zona storica alla ribalta.

La cantina Paternoster è una delle più antiche, icona della produzione dell’Aglianico del Vulture; Fabio Mecca Paternoster, l’enologo, fa parte della nuova generazione che sta lavorando per il futuro di questa promettente regione vinicola.

Leggi QUI l’articolo completo.

“Rimango radicato a Paternoster: è al centro delle mie ambizioni e missione. Questo è il luogo che mi scorre nelle vene da quando ne ho memoria. Mi ha dato la possibilità di diventare quello che sono oggi. Da quando ero giovanissimo, passavo il mio tempo libero in vigna e in cantina. La vecchia cantina era sotto casa dei miei nonni. Soprattutto durante la vendemmia correvo a casa loro per un pranzo veloce dopo la scuola, e poi andavo ad aiutare con la vendemmia e la vinificazione. Oggi mi consulto, ma la mia missione è continuare il progetto di famiglia iniziato con il mio bisnonno oltre un secolo fa”.
Fabio Mecca, Paternoster

Paternoster si estende per circa 20 ettari a terra nera di origine vulcanica, dislocati nelle diverse contrade vitivinicole nell’agro del piccolo comune Barile e ha una moderna cantina

I vigneti si affacciano sul Monte Vulture, vulcano spento che segna i confini di una terra generosa ma misteriosa. Ci piace pensare che il successo dei vini Vulture dipenda in gran parte dalla tenacia e dal talento della famiglia Paternoster, che da oltre un secolo , ha creduto e investito nella varietà Aglianico.

Anselmo, il capostipite, vendette la prima bottiglia di Aglianico della famiglia nel 1925, segnando l’inizio di una produzione acclamata dalla critica, giunta alla terza generazione


Vulture rising in Wine Enthusiast august issue

Alexander Peartree, of Wine Enthusiast magazine, has written a great article on Vulture wine region.

“In the northernmost province of Basilicata, which stretches up from the arch of Italy’s boot, lies a mountainous, wild area. It recalls the brisk Alps of the north more than warm, southern climes.
There, anchored around the extinct Monte Vulture volcano is a patchwork of ancient towns scattered among the undulating foothills that harbor some of the country’s most exciting, site-expressive wines.”

Vulture wine region is a great place to visit and discover with ist antique ruins and traditions that dates back to Roman times, the famous poet Orazio was born here.

Commercial winemaking in the area, instead, dates back nearly a century, but a new generation of winemakers has brought this historic area to the forefront.
Paternsoster winery is one of the oldest winery, an icon in Aglianico del Vulture production; Fabio Mecca Paternsoer, the oenologist, is part of the new generation that are working for the future of this promising wine region.

Let’s enjoy the full article HERE

“I remain rooted in Paternoster: it lies at the heart of my ambitions and mission. This is the place that runs through my veins for as long as I can remember. It gave me the chance to become who I am today. Since I was very young, I spent my free time in the vineyards and the winery. The old winery was below my grandparent’s home. Especially during the harvest, I’d run to their house for a quick lunch after school, and then I was off to help with the harvest and the winemaking. Today, I consult, but my mission is to continue the family project that began with my great-grandfather over a century ago.”
Fabio Mecca, Paternoster

Paternoster covers about 20 hectares with black soil of volcanic origin, with a modern cellar, located in the different wine-growing districts in the countryside of the small town Barile.
The vineyards are overlooking the Mount Vulture, an extinct volcano that marks the borders of a generous yet misterious land.We like to think that the success of the Vulture wines depends largely on the tenacity and talent of the Paternoster family, which for over a century, believed and invested in the Aglianico variety.
Anselmo, the founder, sold the family’s first bottle of Aglianico in 1925, marking the beginning of a critically-acclaimed production, now in its third generation.


Summer Wine Party - Paternoster

La più grande e formidabile degustazione della Basilicata:
16 cantine e oltre 60 vini in mescita per un’esperienza indimenticabile!

Martedì 10 agosto, terrazza Paternoster a Barile.

Quest’anno l’appuntamento Calici di Stelle diventa unico e memorabile.
Per la prima volta Paternoster accoglie Donato d’Angelo, Basilisco, Battifarano, Cantina Madonna delle Grazie, Cantine del Notaio, Carbone, D’Angelo, Dragone. Elena Fucci, Fontanarosa, Martino, Musto Carmelitano, Re Manfredi, Cantine Strapellum, Tenuta le Querce e Vitis in Vulture.

Un’occasione unica per degustare l’essenza ed il meglio del Vulture.

Info e Prenotazioni: Whatsapp 3331896165
Il biglietto comprende la degustazione di 3 vini ed il calice in omaggio.

In collaborazione con: Movimento Turismo del Vino Basilicata e Associazione Donne del Vino Basilicata.


5 Grappoli Bibenda per Paternoster Don Anselmo 2013

Bibenda incorona il Don Anselmo Aglianico del Vulture 2013 di Paternoster con i 5 Grappoli.
Paternoster Don Anselmo Aglianico del Vulture 2013 fa poker d’assi
L’ alleanza tra le due storiche Famiglie del vino Tommasi e Paternoster
colleziona ottimi riconoscimenti dalle più prestigiose guide italiane.
3 bicchieri - Gambero Rosso
5 grappoli - Bibenda
4 viti - Ais Vitae
3 stelle “faccini” - Cernilli Doctor wine
I migliori riconoscimenti dalle guide più importanti d’Italia, provano che l’unione fa la forza e confermano Paternoster come produttore leader della Basilicata e primo in Italia per la produzione dell’Aglianico del Vulture.
La collaborazione con la famiglia Tommasi dimostra il rispetto per il territorio e l’eccellenza produttiva di questa perla ai piedi del Vulture.
L’obiettivo dell’accordo siglato poco più di un anno fa, sta portando già i primi risultati nella realizzazione del progetto di rafforzamento del marchio e di consolidamento della rete commerciale, oltre che incrementare gli interventi in vigneto e cantina con particolare attenzione al biologico ed all’eco-sostenibilità.
L’Azienda Vinicola Paternoster è un perla incastonata nel cuore della Basilicata, nel Vulture, terra nera di origine vulcanica. Sono circa 20 ettari, con una modernissima cantina, dislocati in vari poderi nelle diverse contrade viticole in agro di Barile, tra cui i prestigiosi crus Don Anselmo e Rotondo.

«Lavorare a fianco della Famiglia Paternoster per raccontare l'unicità e la ricchezza del Vulture - spiega Giancarlo Tommasi, enologo responsabile di Tommasi Family Estates – è un’esperienza meravigliosa e un dovere quello di esaltare il terroir del Vulture».
“Questi riconoscimenti ripagano la passione, la cura, la costante ricerca dell’eccellenza che mettiamo ogni giorno nel nostro lavoro e che abbiamo per la terra del Vulture, da cui questo vino trae le proprie origini”. Queste le parole di Vito Paternoster

Tommasi e Paternoster, due storiche Famiglie di Viticoltori. Entrambe rappresentano l’eccellenza del vino italiano e si sono formate mantenendo uno stile rigoroso, responsabile, coerente e rispettoso del territorio e delle tradizioni. Due storie di famiglia molto simili, entrambe nate agli inizi del secolo scorso.
Tommasi, fondata nel 1902, è giunta alla quarta generazione e con un percorso importante di crescita ed investimenti (cinque tenute in quattro regioni); Paternoster, alla terza generazione dal 1925, ha sempre mantenuto intatta la tradizione dell’Aglianico del Vulture.
La collaborazione con Paternoster evidenzia la filosofia che da sempre anima la Famiglia Tommasi: investimenti mirati fatti per costruire e consolidare realtà vitivinicole nel pieno rispetto delle peculiarità e delle tradizioni del territorio di appartenenza. Tommasi si afferma quindi ambasciatore del made in Italy e testimone di qualità ed eccellenza.
 


Tommasi at Vinitaly 2017 - HALL5 D2

Mancano pochi giorni alla 51^ edizione della principale fiera del vino d’Italia. Tommasi Family Estates sarà lieta di accogliere tutti gli appassionati ed estimatori dei grandi vini italiani.
Come ogni anno vi aspettiamo presso il Padiglione 5, Stand D2, per brindare insieme ad un buon bicchiere di vino!
Tra le novità di quest'anno, la presentazione ufficiale di Paternoster, dove presenteremo Don Anselmo, aglianico di riferimento tra i grandi rossi del sud, oltre che Il Colombaiolo 2011, prima annata di Brunello di Montalcino Riserva di Podere Casisano.
Non mancheranno certo i grandi vini della Valpolicella di Tommasi, come Amarone e Ripasso, ma tra le novità merita un assaggio il Lugana le Fornaci, con una nuova veste assieme alle nuove etichette della linea Le Selezioni e gli Smart wines.
Per finire, potrete trovare in mescita anche i vini delle altre tenute di Tommasi Family Estates tra cui Tenuta Caseo dell'Oltrepo Pavese, patria del Pinot Nero, Poggio al Tufo dalla Maremma Toscana, e Masseria Surani, nel cuore della Manduria, in Puglia. Vi aspettiamo numerosi!
 
Few days left for the upcoming 51st edition of the most important Italian Wine and Spirits Fair.  Tommasi Family Estates will be delighted to welcome wine lovers and restaurateurs.
Like every year we wait in Hall 5, Stand D2, to toast with a glass of excellent wine!
For this Vinitaly edition, we will present Paternoster, the new winery from Basilicata, as well as Colombaiolo 2011, the first vintage of Brunello di Montalcino Riserva of Podere Casisano.
There will be some great wines of Valpolicella Tommasi, like Amarone and Ripasso, but among the news Lugana Le Fornaci deserves a taste, with a new eye-catching look as well as the new line labels of The Selections and Smart wines collections.
 
Finally, you can also find all the wines of  the other Tommasi Family Estates including Tenuta Caseo Oltrepo Pavese, the kingdom of Pinot Noir, Poggio al Tufo from Maremma Toscana and Masseria Surani, in the heart of Manduria, in Puglia.
We hope many of you will come!


Merano Wine Festival 2016

Tommasi parteciperà alla 26° edizione del prestigioso evento Merano WineFestival, firmato da Helmut Kocher, in programma dal 4 all' 8 Novembre, nella suggestiva cornice del Kurhaus, in centro a Merano.
Vi aspettiamo al primo piano, nella sala Lentner per degustare i vini di Tommasi, Paternoster e Casisano.
Di seguito vi riportiamo i vini che avremo in mescita:
 

TOMMASI VITICOLTORI

Ca' Florian Amarone della Valpolicella Classico Riserva, 2009

Amarone della Valpolicella Classico, 2012

Ripasso Valpolicella Classico Superiore, 2014

Per la giornata di Lunedi proporremo come vecchia annata il Ca' Florian Amarone Riserva 2003

CASISANO

Brunello di Montalcino, 2011

Rosso di Montalcino,  2014

PATERNOSTER

Don Anselmo, Aglianico del Vulture, 2012

Rotondo, Aglianico del Vulture, 2012

 
DA NON PERDERE: TOMMASI NATURAE
Il 4 di Novembre saremo presente a Bio&Dynamica durante il  Merano Wine Festival per la presentazione dei nostri 3 vini biologici, e del nostro nuovo progetto firmato Tommasi Naturae:
Poggio al Tufo, Il Tintorosso - Sangiovese e Merlot
Poggio al Tufo, Il Cavaliere - Chardonnay e Vermentino
Surani, Atlas - Primitivo, Negroamaro, Cabernet Sauvignon
 
Vi aspettiamo!


TOMMASI GROWS IN BASILICATA WITH PATERNOSTER

Alleanza produttivo-commerciale tra le due storiche Famiglie del vino TOMMASI CRESCE IN BASILICATA CON PATERNOSTER
Il gruppo della Valpolicella Classica con l’azienda leader nell’Aglianico aumenta la gamma di grandi rossi
Il gruppo vitivinicolo della Valpolicella Classica Tommasi entra con una partecipazione di maggioranza nell’Azienda Vinicola Paternoster di Barile (Potenza), storico produttore di Aglianico del Vulture. Obiettivo dell’accordo, siglato a cavallo di Ferragosto, è di realizzare un progetto di rafforzamento del marchio e di consolidamento della rete commerciale, oltre che incrementare gli interventi in vigneto e cantina con particolare attenzione al biologico ed all’eco-sostenibilità.
L’Azienda Vinicola Paternoster è un perla incastonata nel cuore della Basilicata, nel Vulture, terra nera di origine vulcanica. Sono circa 20 ettari, con una modernissima cantina, dislocati in vari poderi nelle diverse contrade viticole in agro di Barile, tra cui i prestigiosi crus Don Anselmo e Rotondo.
«Lavoreremo a fianco della Famiglia Paternoster per raccontare l'unicità e la ricchezza del Vulture», spiega Dario Tommasi, presidente del gruppo vitivinicolo della Valpolicella Classica, presente con proprie aziende anche in Toscana, Oltrepò Pavese e in Puglia, dove produce 2,9 milioni di bottiglie, con 26 milioni di euro di ricavi complessivi che esporta per l’88% in 69 Paesi. «La Famiglia Paternoster continuerà a partecipare alla guida dell’azienda. Per Tommasi è una magnifica opportunità per ampliare il ventaglio della propria offerta a favore della rete vendita, dando la possibilità di avere un unico referente di prestigio, garante di qualità e tradizione. Con l’austero Aglianico si completa il nostro portfolio dei grandi rossi d’Italia: Amarone, in primis, che rappresenta le nostre radici e poi a seguire il nobile Brunello, il sensuale Primitivo e l’elegante Pinot Nero».
«Conosciamo i Tommasi da tempo ed i rapporti sono sempre stati di grande cordialità e stima reciproca”, dicono i Paternoster che guidano l’azienda “Apprezziamo in loro l’unione familiare, che coniugata a laboriosità e competenza, ne hanno consentito traguardi importanti ben oltre la Valpolicella Classica: Toscana, Puglia, l’Oltrepò ed ora il Vulture in Basilicata, tramite la nostra piccola ma prestigiosa realtà. La loro attrazione verso il nostro storico marchio, tanto ricercato da appassionati e non solo, ci inorgoglisce e rasserena, convinti che, una delle Famiglie più importanti nel mondo del vino italiano, potrà soltanto rafforzare il nostro marchio conferendogli ulteriore lustro nel rispetto dello stile autentico, da sempre vocato all’eccellenza. Siamo certi inoltre, che la loro presenza nel nostro piccolo ma straordinario territorio, non potrà che essere foriera di grande visibilità e migliore successo per l’intero comparto». Tommasi e Paternoster, due storiche Famiglie di Viticoltori. Entrambe rappresentano l’eccellenza del vino italiano e si sono formate mantenendo uno stile rigoroso, responsabile, coerente e rispettoso del territorio e delle tradizioni. Due storie di famiglia molto simili, entrambe nate agli inizi del secolo scorso.
Tommasi, fondata nel 1902, è giunta alla quarta generazione e con un percorso importante di crescita ed investimenti (cinque tenute in quattro regioni); Paternoster, alla terza generazione dal 1925, ha sempre mantenuto intatta la tradizione dell’Aglianico del Vulture.
La collaborazione con Paternoster evidenzia la filosofia che da sempre anima la Famiglia Tommasi: investimenti mirati fatti per costruire e consolidare realtà vitivinicole nel pieno rispetto delle peculiarità e delle tradizioni del territorio di appartenenza. Tommasi si afferma quindi ambasciatore del made in Italy e testimone di qualità ed eccellenza.
 

Production-business alliance between two historical wine Families
TOMMASI GROWS IN BASILICATA WITH PATERNOSTER
The Valpolicella Classica wine company increases the range of the great reds of Italy
with the leading Aglianico wine producer

Tommasi wine family enters with a majority stake in the Paternoster wine company, historical producer of Aglianico del Vulture, in Basilicata region. Objective of the agreement, signed in mid-August, is to carry out a project to strengthen the brand and the consolidation of the commercial network, as well as to increase interventions in the vineyards and cellar with a focus on organic and eco-sustainability.
Paternoster wine company is a gem in the heart of Basilicata, in the Vulture, with black soil of volcanic origin.
It covers about 20 hectares, with a modern cellar, located in the different wine-growing districts in the countryside of the small town Barile, including the prestigious crus Don Anselmo and Rotondo.
«We will work alongside the family Paternoster to show the uniqueness and richness of the Vulture», explains Pierangelo Tommasi, export director of the wine family of Valpolicella Classica, present with own companies also in Tuscany (Montacino and Maremma), Lombardy and in Puglia, where it produces 2.9 million bottles, with 26 million Euros of total revenues, which exports to 88% in 69 countries.  «The Paternoster family will continue running the company with us. For Tommasi is a wonderful opportunity to expand the range of our offerings in favor of the sales network, giving the possibility to have a single prestigious point of contact, guarantor of quality and tradition. With the austere Aglianico our portfolio of great reds of Italy is completed: Amarone, first of all, that represents our roots and then the noble Brunello, the sensual Primitivo and the elegant Pinot Noir».
«We know Tommasi family for a long time and relations have always been of great cordiality and mutual respect» say Paternoster family «We appreciate their family unity and values, conjugated to hard work and expertise. They have enabled major breakthroughs well beyond the Valpolicella Classica: Tuscany, Puglia, Oltrepò and now the Vulture in Basilicata, through our small but prestigious reality. Their attraction toward our historic brand makes us proud, convinced that one of the most important families in the world of Italian wine, can only strengthen our brand by giving additional luster respecting the authentic style, always dedicated to excellence. We are confident also that their presence in our small but extraordinary territory can only be a harbinger of great visibility and better success for the entire sector».
Tommasi and Paternoster, two historical families of vintners and winemakers, both represent the excellence of Italian wine and were built by maintaining a strict, responsible, consistent style while being respectful of the territory and its traditions.
Two very similar family histories, both born in the early last century. Tommasi, founded in 1902, run by the fourth generation and an important growth path and investments (five wine estates in four regions); Paternoster, the third generation since 1925, has always preserved the tradition of Aglianico del Vulture.
The collaboration with Paternoster highlights the philosophy that animates the Tommasi family: targeted investments made to build and consolidate wine estates fully respecting of the peculiarities and traditions of each single terroir. Tommasi is an ambassador of Made in Italy and a benchmark of quality and excellence.
 
Download here:
Tommasi - Paternoster Comunicato Italiano
Tommasi - Paternoster Press Release