Tommasi Digital Days

Nei giorni 20, 21 e 22 Aprile 2020, in cui si sarebbe dovuto tenere Vinitaly, sono stati organizzati i “Tommasi digital days”: incontri digitali con la forza vendita italiana ed estera per presentare, anche se a distanza, le nuove annate dei vini che  in commercio, ma soprattutto per confrontarsi con i partner commerciali e decidere assieme le migliori strategie per il futuro.
Con Piergiorgio Tommasi, direttore commerciale Italia, focalizziamo alcuni aspetti connessi a queste ultime settimane, che così profondamente hanno modificato la nostra quotidianità e anche le abitudini d’acquisto e di consumo degli italiani.
«La nostra azienda si fonda su valori forti, sulle relazioni costruite in questi anni con collaboratori, fornitori, rete vendita e clienti, in Italia e all’estero. Fin dal 1997 con l’ingresso in azienda della mia generazione, la quarta, abbiamo scelto di ampliare il portfolio dei nostri prodotti, acquistando tenute in cinque diverse regioni italiane, per poter offrire non solo i vini della Valpolicella, territorio in cui siamo nati, ma anche di altre denominazioni. Di tutti questi territori abbiamo rispettato l’autenticità della cultura vinicola a cui abbiamo unito le nostre capacità imprenditoriali».
Tommasi può, così, offrire una gamma completa di vini nei canali Ho.Re.Ca. e GdO a diverse fasce di prezzo, sempre controllandone la qualità grazie alla gestione intera della filiera.
Questa strategia si è rivelata premiante soprattutto in un momento così delicato. 
Anche la comunicazione del Gruppo si è adeguata al rapido cambiamento delle modalità d’acquisto dei consumatori, puntando su una forte presenza digitale (social e webinar principalmente) e aumentando le tipologie di servizio ai propri clienti.
Di seguito alcuni estratti delle 3 giornate di Webinar.
MASTERCLASS TOMMASI VITICOLTORI
Vini in degustazione:
Le Fornaci Lugana doc, 2019
Rafaèl Valpolicella Superiore doc, 2017
MASTERCLASS CASISANO E POGGIO AL TUFO
Vini in degustazione:
Poggio al Tufo Vermentino Toscana igt, 2019
Casisano Rosso Montalcino doc, 2017
MASTERCLASS PATERNOSTER E SURANI
Vini in degustazione:
Surani Helios Negroamaro Rosè Puglia igt 2019
Paternoster Giuv Aglianico del Vulture doc BIO, 2017


Casisano Brunello 2015 grandi riconoscimenti internazionali

Gli amanti del vino di tutto il mondo avranno una vera sorpresa con l'uscita dell'ultima annata di Montalcino.
I Brunelli 2015 sono tra i migliori della memoria recente.
Ian D'Agata

Casisano Brunello 2015 conferma ciò che Ian d'Agata ha scritto per Vinous, la prestigiosa rivista di vini di Antonio Galloni.
Un'altra grande notizia arriva da Decanter, in cui nell'articolo di Michaela Morris il nostro Casisano Brunello è menzionato tra i migliori vini degustati.
Di seguito riportiamo i migliori punteggi ricevuti.
93 punti – Decanter
La prima annata in cui la famiglia Tommasi ha il pieno controllo della produzione nella proprietà di Casisano, la tenuta è esposta a sud-est e si trova a 480 metri sul livello del mare. Nonostante le condizioni calde, il microclima più fresco è evidente in questo Brunello fresco e profumato. Profumo fragrante di menta, cedro e bosco porta ad un palato sapido piuttosto che fruttato. Il frutto denso è incorniciato da tannini tattili e strutturati e contrastato da un'acidità brillante e sapida. Molto bene!
91+ punti – Vinous
Rosso scuro brillante. Aromi di fragola, minerali, fumo ed erbe. Soave e setoso, con un'acidità armoniosa che dona ai frutti rossi e ai sapori di erbe del vino una sfumatura lucida matura. Ancora in evoluzione, il lungo finale vanta un buona struttura.
94 points – James Suckling
Questo è un rosso molto floreale, che mostra ibisco, rabarbaro, agrumi e rosmarino. Di corpo da medio a corposo con attraente profondità di frutta, tannini fini ma gommosi e un finale pieno e sapido. Questo Brunello avrà bisogno di tempo per esprimersi pienamente, ma sta già mostrando una personalità gentile e aggraziata. 

94 points – Falstaff
Rubino scuro lucido elegante. Al naso mostra sfumature di bacche rosse, frutti di bosco, un po' di pesca, confettura di fragole. Succoso e limpido al palato, mostra frutta fine, tannini corposi, finale lucido, pronunciato armoniosamente, leggermente salato.
91 points – Robert Parker
Questa annata rappresenta il primo vino prodotto interamente sotto la cura della famiglia Tommasi della Valpolicella, e gli enologi Emiliano Falsini e Giancarlo Tommasi. Il Brunello di Montalcino 2015 di Casisano rivela i classici aromi di Sangiovese di ciliegia selvatica, fiori blu, liquirizia e terra umida. Questa è un'espressione più accessibile e informale del Brunello. La frutta proviene da un vigneto di nove ettari situato a 500 metri sul livello del mare con terreni ricchi di Galestro.
Scarica QUI tutti i premi.

 

Casisano Brunello 2015 top scores

Wine lovers everywhere are in for a real treat with Montalcino’s latest releases.
The 2015 Brunellos are some of the best in recent memory
Ian D'Agata

Casisano Brunello 2015 confirms what Ian D'Agata written for Vinous, the Antonio Galloni's prestigious wine magazine.
Another great news is from Decanter, in which Michaela Morris article our Casisano Brunello is mentioned among the best wines tasted.
Here Casisano Brunello 2015 latest reviews and top scores
93 points - Decanter
The first vintage in which the Tommasi family had full control over the production at the southeast facing Casisano property, which sits at 480 metres above sea level. Despite warm conditions, the cooler microclimate is evident in this fresh, perfumed Brunello. Fragrant mint, cedar and forest floor lead to a savoury rather than fruity palate. Dense fruit is framed by tactile, textured tannins and countered by bright, tangy acidity. Well done!
91+ points - Vinous
Bright dark red. Aromas of strawberry, minerals, smoke and herbs. Suave and silky, with harmonious acidity giving the wine’s red fruit and herb flavors a ripe polished nuance. Still broodingly young, the long finish boasts good lift.
94 points - James Suckling
This is a very floral red, showing hibiscus, rhubarb, citrus and rosemary. Medium - to full - bodied with attractive depth of fruit, fine yet chewy tannins and a zesty, building finish. Tightly wound and understated, this Brunello will need time to come together fully, but is already showing a soft-spoken, graceful persona. Drink in 2024.
94 points - Falstaff
Dunkel leuchtendes elegantes rubin. Zeigt in der nase nuancen von roten beeren, waldfrucht, etwas pfirsich, erdbeermarmelade. Am gaumen saftig und klar, zeigt feine frucht, kerniges tannin, geschliffen, harmonischer verlaut, leicht salziges finish.
Dark shiny elegant ruby. In the nose shows nuances of red berries, forest fruit, some peach, strawberry jam. Juicy and clear on the palate, shows fine fruit, pithy tannins, polished, harmoniously pronounced, slightly salty finish.
91 points - Robert Parker
This vintage represents the first wine made entirely under the care of the estate's new owners, the Tommasi family of Valpolicella, and winemakers Emiliano Falsini and Giancarlo Tommasi. The Casisano 2015 Brunello di Montalcino reveals classic Sangiovese aromas of wild cherry, blue flower, licorice and moist earth. This is a more accessible and informal expression of Brunello. Fruit comes from a nine hectare vineyard located at 500 meters above sea level with Galestro rich soils.
Download HERE all the accolades.


BENVENUTO AL BRUNELLO DI MONTALCINO DOCG 2015

La prima grande annata firmata della famiglia Tommasi.
Montalcino (SI), 21 febbraio 2020 - Dal 21 al 24 febbraio, durante la manifestazione “Benvenuto Brunello”, organizzata dal Consorzio del Vino Brunello di Montalcino e negli incontri che si terranno a Casisano, la famiglia Tommasi, viticoltori dal 1902, presenterà il “suo” primo Brunello.
Prima annata, il 2015, a essere seguita totalmente, dalla vigna alla cantina, dagli enologi Emiliano Falsini e Giancarlo Tommasi.
Il Casisano Brunello, Sangiovese Grosso in purezza 100%, nasce nei nove ettari di vigna dedicati esclusivamente alla produzione di Brunello di Podere Casisano, allevati a cordone speronato con esposizione sud-est, su un terreno misto, ricco di scheletro e galestro.
Nel 2015, si sono create le condizioni ambientali ideali (inverno mite, primavera piovosa nella norma, estate asciutta, autunno variabile con ottime escursioni termiche) per ottenere delle uve con una notevole complessità di aromi ed eleganza dei tannini e un’acidità naturale ben al di sopra della media, determinanti per realizzare un prodotto di altissimo e raro livello qualitativo.
“La vendemmia 2015 è da considerare una delle migliori delle ultime decadi per il suo andamento climatico ideale in tutte le stagioni” - afferma l’enologo Emiliano Falsini, responsabile della produzione di Casisano – “Amare Montalcino è un atto di fede nei confronti del Sangiovese, una denominazione, quella del Brunello in continua evoluzione ma sempre fedele al suo unico grande amore; un territorio che ha saputo rinascere ancora più forte sempre nel segno distintivo del suo vitigno principe e grazie a grandi produttori che non hanno rinunciato mai alla qualità.  La 2015 segna un nuovo percorso anche per Casisano, splendida azienda in uno dei punti più alti della denominazione, dove eleganza, acidità e freschezza sono ciò che questo splendido territorio ci offre e abbiamo cercato di racchiudere in questo grande vino”.
 Caratteristiche organolettiche e lavorazione in cantina
Il Casisano Brunello di Montalcino DOCG 2015, si distingue per il colore rubino profondo e tendente al granato.  Si apre all’olfatto con un’elegante e fresca complessità delle note fruttate e speziate tipiche del Sangiovese.  Molto piacevole l’armonia gustativa con la grande struttura che si accompagna a tannini vellutati e a una lunga persistenza. Il percorso in cantina del Brunello di Montalcino 2015 segue il metodo tradizionale di macerazione sulle bucce per circa venticinque giorni a cui si aggiungono tre anni di maturazione in botti di rovere di Slavonia con una capacità massima di sessanta ettolitri e un affinamento in bottiglia di almeno sei mesi.


Menù di Natale ad alta quota: Air Dolomiti & Tommasi

Menù di Natale ad alta quota: Air Dolomiti & Tommasi Family Estates per un viaggio tra i sapori italiani
Materie prime, tradizione e creatività: gli ingredienti per un’esperienza gastronomica indimenticabile accompagnata dai migliori vini della famiglia Tommasi
Air Dolomiti, Compagnia aerea italiana del Gruppo Lufthansa, si prepara al Natale: dal 19 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 i passeggeri di business class saranno deliziati da un menù natalizio creato in collaborazione con Tommasi Family Estates, che celebra l’autenticità della tradizione e l’atmosfera dei giorni di festa. Air Dolomiti rafforza così ulteriormente la sua partnership con la Famiglia Tommasi, già Cantina Ufficiale per il 2019.
Air Dolomiti e Tommasi hanno in comune la cura per il cliente e la valorizzazione del territorio. Il viaggio enogastronomico è stato studiato per offrire ai viaggiatori un’esperienza culinaria di qualità in linea con gli standard della Compagnia.
Tommasi oggi non significa solo vino, ma anche ristorazione d’eccellenza con il Ristorante Borgo Antico, presso Villa Quaranta Wine Hotel & SPA e Caffè Dante Bistrot, nel cuore di Verona. Gli chef Emanuele Selvi e Alessandro Bozza hanno pensato ad un menù a 4 mani che mescola abbinamenti coinvolgenti e sapori autentici. Un percorso gastronomico dove le materie prime, la tradizione e l’indiscussa creatività, faranno vivere un’esperienza unica.
Il menù prevede una portata per ogni momento della giornata: per colazione, la torta russa, specialità tipica veronese con un gustoso ripieno di mandorle e amaretti; per pranzo, salame di coniglio in porchetta, radicchio veronese brasato e riduzione al vino Valpolicella, prelibatezza saporita e sfiziosa. In orario pomeridiano, come merenda, una bavarese allo zabaglione con mandorlato e inserimento al caffè. Per cena, infine, salsiccia lucanica cotta nel vino Ripasso su crema di topinambur profumata alla curcuma con mezze sfere croccanti di Parmigiano e zenzero candito, un connubio perfetto esaltato dalle spezie orientali. Sulle tratte selezionate, inoltre, a pranzo e a cena, sarà proposta anche la sbrisolona al formaggio cimbro della Lessinia profumata al rosmarino.
I piatti saranno serviti in abbinamento alle bollicine del Caseo Pinot Nero Brut Rosé, al bianco Falanghina in purezza del Paternoster Vulcanico e all’elegante Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore doc. Questa esclusiva selezione allieterà l’esperienza di volo, rendendo speciale il viaggio durante le festività.
I passeggeri Air Dolomiti hanno dimostrato di apprezzare molto la partnership con Tommasi: da gennaio 2019 ad oggi sono infatti state servite a bordo circa 30.000 bottiglie di vino Tommasi Family Estates delle referenze selezionate per la partnership “Cantina dell’Anno”: Casisano Rosso di Montalcino doc, Tommasi Le Fornaci Lugana doc e Caseo Pinot Nero brut.
 
Scarica QUI la Menù Card.


Casisano Colombaiolo 2013

L'Estate ha portato ottime recensioni per il Casisano Colombaiolo Brunello di Montalcino Riserva 2013.
Di seguito un report dei migliori critici e riviste specializzate internazionali:
92 - Robert Parker Wine Advocate
Dalla famiglia Tommasi nel Nord Italia, il Brunello di Montalcino Riserva Colombaiolo 2013 si apre a una elegante delineazione con aromi precisi di amarena, spezie, erbe di balsamo e liquirizia profumata. Questo vino offre un approccio moderato graziosamente supportato da tannini setosi, acidità equilibrata e un bel tessuto interno che è caratteristico del Sangiovese in un'annata fresca come questa. - M.Larner
92 - Wine Spectator
Ricco, con una consistenza morbida avvolta da sentori di ciliegia, prugna, terra, cuoio e mandorla amara. La vibrante acidità aggiunge freschezza mentre questa si dissolve in finale di tannini densi e vivaci.  - B. Sanderson 
92 - James Suckling
Sentori di mentolo e erbe forti con aromi di frutta rossa anche nel mix. Al palato ha un nucleo flessibile e stabile di ciliegie, rosso brillante e corpo aperto e pieno.
92 - Wine Enthusiast
Aromi di prugna, tabacco da pipa, cuoio e mentolo conducono al naso insieme a un terreno umido. Il palato teso di medio corpo offre mirtilli rossi schiacciati, ciliegia selvatica e spezie da forno insieme a tannini fermi a grana fine. - K. O'Keefe
91 - Decanter
Casisano è tra le proprietà più alte di Montalcino. Il Colombaiolo è una parcella esposto a sud-est particolarmente fresco, dove il terreno ghiaioso offre rese naturalmente basse e vini con una struttura abbondante. Gli aromi di ciliegia, dragoncello essiccato, tè e tabacco sono ben definiti. Più muscoloso che rotondo, il palato ha bisogno di un po 'di tempo per perfezionarsi, ma la sua acidità brillante lo manterrà vivace.
90 - Vinous
Rosso brillante medio. Aromi puri e muschiati di ribes, amarena, sentori di cannella e toni della terra. Allo stesso tempo denso e succoso, con un leggero tocco di dolcezza, frutta rossa e sapori floreali. Finale teso e lungo, ma con tannini maturi e note persistenti di sentore e frutta rossa. - I. D'Agata
17/20 - Jancis Robinson
Rosso rubino medio con riflessi aranciati brillanti. Compatto, morbido al naso. Frutto ricco al palato seguito da acidità piccante. Ottimo equilibrio e lunghezza. Potenza contenuta - W. Speller
92 - Falstaff
Im Mund weich und warm, spannt sich samtig über die Zunge, ö‑net sich auf eleganten zitrusfruchtigen Nuancen, angenehm und klar im Abgang.
Morbido e caldo al palato, vellutato sulla lingua, ricco di eleganti sfumature agrumate, finale piacevole e chiaro.
Scarica QUI il pdf completo.