Le Fornaci Lugana su Wine Spectator

Wine Spectator, una delle più prestigiose riviste dedicate al vino, nel numero di ottobre dedica un articolo alle DOC del Veneto, meno conosciute negli Stati Uniti.

Lugana è una di queste denominazioni, che meritano un approfondimento
Siamo veramente molto orgogliosi, che  Alison Napjus abbia nominato Tommasi e il nostro progetto Le Fornaci Lugana .
QUI l'intero articolo.

Tommasi Le Fornaci Lugana 2

Credendo fortemente nel vino e nel territorio del Lugana, la famiglia Tommasi ha coltivato il sogno di poter espandere ed allargare il progetto.
Dopo diverse ricerche nel territorio, nel 2013 sono stati fatti ulteriori investimenti a Sirmione.

La Tenuta Le Fornaci si compone dunque oggi di tre vigneti principali dislocati in differenti aree del Lugana DOC per un totale di 45 ettari: due parcelle situate nell’entroterra e una più grande verso il Lago di Garda a Sirmione.

Tutti i vigneti sono stati completamente impiantati con il solo vitigno autoctono, la Turbiana, con il sistema guyot alta densità di impianto ( 5.000 ceppi per ettaro circa ).

Per il prossimo futuro, a completamento del progetto, è prevista la costruzione di una cantina totalmente destinata alla vinificazione del Lugana ed una struttura dedicata alla ospitalità e all’enoturismo, con un punto di degustazione e ristoro.

Nel 2021 è previsto il lancio di due nuove referenze a completamento del progetto.

4P3A6392

Il Lugana Le Fornaci
Giallo paglierino intenso e brillante all’olfatto il Lugana Le Fornaci è fruttato e fragrante, con note di frutta tropicale e pompelmo. Al gusto è secco e armonico e presenta un’elegante freschezza gustativa.

È intenso e persistente, nel finale sapido, minerale con il tipico sentore di mandorla.
Il Lugana Le Fornaci è ottenuto da una accurata raccolta delle uve. Seguono fermentazione lenta a temperatura controllata (14°/18°) e sfecciatura per sedimentazione naturale. Affinamento per 3 mesi circa su fecce e lieviti fini a cui segue la maturazione in acciaio.

Ottimo con primi piatti saporiti, risotti, carni delicate e con formaggi freschi. Esalta le preparazioni a base di pesce di lago e di mare.  Da tempo è inoltre ai vertici di apprezzamento come vino fermo per aperitivi, oltre che per ogni tipo di antipasto, dal più articolato nelle proposte al finger food.

VENDEMMIA 2019
In evidenza
:

annata molto particolare per il meteo: le basse temperature, unite alle escursioni termiche elevate, hanno consentito un’ottima maturazione e una buona acidità delle uve. Annata molto positiva.

Vendemmia:
la vendemmia 2019 è iniziata con una settimana di ritardo ( seconda metà di Settembre ) rispetto alla media. Vendemmia fatta a mano ed anche a macchina di notte, per velocizzare l’intervento e preservare il più possibile profumi e aromi.

Considerazioni climatologiche:
maggio piovoso e freddo, giugno caldo e poi ritorno del freddo verso agosto. Da fine settembre asciutto con temperature miti e buona escursione termica giorno/notte

Considerazioni agronomiche:
si sono create le condizioni migliori per la produzione di Lugana con un’espressione aromatica più intensa e una maggiore sapidità.

 

 


Tommasi Summer Lounge

A partire dal 7 agosto tutti i venerdì fino a settembre:
Tommasi Summer Lounge.
Il Caffè Dante Bistrot porta il Lago di Garda in città con aperitivi gourmet, musica live e il Lugana doc Le Fornaci Tommasi.

I colori del Lago di Garda al tramonto, i profumi e l’atmosfera lieve e fresca della sera: tutto questo in una delle piazze più belle del centro storico di Verona, Piazza dei Signori al Caffè Dante Bistrot.
È qui che circondati da antichi palazzi, che si colorano di rosa al calar della sera e riempiono gli occhi di bellezza e meraviglia, che si terrà la Tommasi Summer Lounge.

07 Agosto | Magical Mystery Band - Play The Beatles
14 Agosto | Jury & Mr Breo - Rythm'n Blues
21 Agosto | Bengi Confidenziale - Soul all'Italiana
28 Agosto | Contrada Lori - Folk dialettale
04 Settembre | Jazzica Rabbit - Swing
11 Settembre | Rio Grande - La canzone del sudame
18 Settembre | Sweet peanuts - jazz
25 Settembre | Cadillac Circus - Musica circense

4P3A6149

A partire dal 7 agosto, tutti i venerdì fino a settembre, dalle 19.00 alle 21.00 accompagnati dalla Musica Live dei migliori gruppi veronesi, si potrà degustare il Tommasi Le Fornaci Lugana doc in abbinamento alle proposte gourmet dello Chef Mattia Meneghello.

«Un appuntamento divertente e un po’ fuori dagli schemi – dichiara Gianpaolo Spinelli, direttore del Caffè Dante Bistrot - con un allestimento particolare per rinnovare il momento dell’aperitivo con la musica protagonista e farlo divenire un’esperienza unica. Per soddisfare il desiderio di condivisione e convivialità che si è risvegliato più intenso che mai e portare brio nelle calde sere d’estate.»

Tommasi Summer Lounge sarà anche l’occasione per presentare il giovane chef veronese del Caffè Dante Bistrot Mattia Meneghello ed il progetto Le Fornaci della famiglia Tommasi.

4P3A6392
Una filosofia, quella di Mattia Meneghello, alla costante ricerca della valorizzazione della territorialità nel segno di un’indiscussa qualità. Cuore e razionalità, fantasia e precisione, ospitalità e carattere: questo è il Caffè Dante Bistrot, che offre una cucina dai sapori autentici con padronanza tecnica, che richiama il trionfo della materia prima e l’abbinamento al vino, che resta il grande protagonista del ristorante, per cui ha meritato il prestigioso riconoscimento Best Award of Excellence dalla rivista statunitense Wine Spectator per il terzo anno consecutivo.

«Le Fornaci Lugana DOC è un vino fortemente voluto dalla mia famiglia – afferma Giancarlo Tommasi, enologo - e ribadisce la grande passione per questo territorio a sud del Lago di Garda, per un progetto di vino bianco inconfondibile, rigoroso e di classe, capace anche di vincere la sfida del tempo.»

Un vino dal colore giallo paglierino intenso e brillante che nasce dalla selezione dei migliori grappoli di Turbiana. Al naso, esprime note florali e fruttate, in cui dominano aromi di pesca bianca matura, frutta tropicale con accenni agli agrumi come il pompelmo e il lime, accompagnati da intriganti sentori minerali. In bocca, svela un perfetto equilibrio tra freschezza e struttura, con una piacevole sapidità minerale, che dona profondità e persistenza con il tipico finale di mandorla.

La struttura e la complessità del Lugana DOC le Fornaci 2019 si devono alla selezione delle uve, provenienti dalla parcella vicino alla riva del Lago di Garda e da una vinificazione sorvegliatissima, mentre l’aroma e l’eleganza derivano dalle uve selezionate nelle parcelle dell’entroterra: i 45 ettari di proprietà, infatti, si suddividono in tre parcelle a Sirmione.

Un vino giovane e che grazie alla buona struttura e all’acidità si presta all’affinamento in bottiglia.

4P3A6255

Il costo dell’aperitivo Tommasi Summer Lounge è di € 8.00, compreso di un calice di Lugana doc Le Fornaci e finger food. Per l’occasione, ogni venerdì sera con la prenotazione della cena, una bottiglia di Tommasi Le Fornaci Lugana sarà in omaggio; è obbligatorio prenotare al Caffè Dante Bistrot come predisposto dal protocollo DPCM, telefonando allo 045 8000083 oppure scrivendo una e-mail a info@caffedante.it.


Le Fornaci Lugana: nuova fase, nuova vita

Le Fornaci Lugana: nuova fase, nuova vita
In questa primavera particolare, quasi estiva, piena di speranze, quando è meglio ritrovarsi all’aperto, quando desideri ordinare qualcosa che sappia di mare, magari direttamente a casa, l’unica domanda che resta è: quale bianco scegliamo?
4P3A6225
Ci sono delle risposte già pronte e un’altra, originale. Tra i tanti bianchi e bollicine, l’alternativa è ordinare il Lugana DOC Le Fornaci 2019 della famiglia Tommasi.
Un vino che, già dalle sue origini, il Lago di Garda, i migliori grappoli del Turbiana e un’annata ricca di personalità, evoca la dolcezza di certe sere estive, l’eleganza di un’occasione speciale, un paesaggio tra i più belli.
Un vino positivo, che mette a proprio agio, che crea complicità. Abbinabile oltre al pesce a piatti leggeri, alla pasta e alle insalate gourmand. Consigliato con il sushi, il ramen e la cucina etnica senza dimenticare il suo ruolo perfetto come aperitivo.
Colore brillante e un ricco bouquet
Colore giallo paglierino intenso e brillante. Al naso, esprime note florali e fruttate, in cui dominano aromi di pesca bianca matura, frutta tropicale con accenni agli agrumi come il pompelmo e il lime, accompagnati da intriganti sentori minerali. In bocca, svela un perfetto equilibrio tra freschezza e struttura, con una piacevole sapidità minerale che dona profondità e persistenza con il tipico finale di mandorla.

La struttura e la complessità del Lugana DOC le Fornaci 2019 si devono alla selezione delle uve, provenienti dalla parcella vicino alla riva del Lago di Garda e da una vinificazione sorvegliatissima, mentre l’aroma e l’eleganza derivano dalle uve selezionate nelle parcelle dell’entroterra. Un vino che ha corpo e struttura media, di facile beva, giovane ma che grazie alla struttura e all’acidità si presta all’affinamento in bottiglia.
Il Lugana DOC le Fornaci 2019, fortemente voluto dalla famiglia Tommasi, ribadisce la grande passione per questo territorio a sud del Lago di Garda, per un progetto di bianco inconfondibile, rigoroso e di classe, capace anche di vincere la sfida del tempo.
4P3A5282

Vendemmia 2019
«La vendemmia 2019 è iniziata con una settimana di ritardo rispetto alla media e con volumi ridotti del 15-20% rispetto al 2018. Dopo anni di caldo nella fase di maturazione finale, in cui veniva privilegiato l’accumulo zuccherino rispetto a quello aromatico, abbiamo avuto, finalmente, un’annata in cui le basse temperature, unite alle escursioni termiche elevate, hanno consentito un’ottima maturazione e una buona acidità delle uve»

Giancarlo Tommasi, enologo
 

Tenuta Le Fornaci
La Tenuta Le Fornaci abbraccia tre vigneti principali, dislocati in differenti aree del Lugana doc per un totale di 45 ettari: due parcelle situate nell’entroterra e una più grande verso il Lago di Garda, tutte nel comune di Sirmione.

I vigneti, impiantati solo con il vitigno tipico, la Turbiana, sono allevate a guyot con un’alta densità (circa 5.000 ceppi per ettaro). La parcella verso il lago è su un terreno a base calcarea, variamente stratificata e argillosa, mentre le parcelle dell’entroterra hanno una composizione più sabbiosa e ricca di limo.
Il terreno è compatto in tempi di siccità, molle e fangoso dopo la pioggia. Queste caratteristiche costituiscono il patrimonio organolettico del Lugana, regalando al vino profumi vigorosi, netti, tra la mandorla e l’agrume, oltre ad acidità, sapidità e a una struttura ben equilibrata.
 


IL LUGANA DELLA FAMIGLIA TOMMASI

IL LUGANA DELLA FAMIGLIA TOMMASI
“Le Fornaci” esprime l’importanza che la famiglia Tommasi dedica alla produzione del Lugana doc e al suo territorio
IL PROGETTO
La Tenuta Le Fornaci a Desenzano del Garda, vicino a San Martino della Battaglia, prende il suo nome da una fornace romana nelle sue vicinanze, che grazie all’abbondanza nel terreno di argilla ed acqua era destinata alla produzione di laterizi per la costruzione dei primi insediamenti urbani. Non a caso, il nome Le Fornaci e il disegno della caratteristica Torre Monumentale di San Martino della Battaglia, campeggiano ancora oggi sull'etichetta.
Il primo investimento di circa 5 ettari nel comune di Desenzano del Garda ( a metà strada tra Verona e Brescia), risale ai primi anni ‘90, seguito nel 2013 da ulteriori investimenti, tutti nello stesso territorio.
Oggi, la Tenuta Le Fornaci si compone di tre vigneti principali, dislocati in differenti aree del Lugana DOC, per un totale di 45 ettari: due parcelle nell’entroterra gardesano e una più grande sul versante bresciano del Lago.
Tutti i vigneti sono stati completamente impiantati con il vitigno tipico, la Turbiana, e sistema guyot ad alta densità di impianto (5.000 ceppi per ettaro circa).
A completamento di questo progetto sono previsti una cantina totalmente destinata alla vinificazione del Lugana ed una struttura per l’ospitalità e l’enoturismo con punto di degustazione e ristoro.
copertina-1 copia
IL TERRITORIO
“Una pianura fertile a sud del Lago di Garda. Vigneti ordinati e belli come dipinti. Un clima benefico e carezzevole. Ieri “Lucana”, un luogo inospitale di boschi ed acquitrini, oggi una terra ariosa, generosa ed accogliente come un giardino. (cit. Consorzio Lugana)
Il Lago di Garda è una delle mete turistiche più belle del Nord Italia, in particolare la parte meridionale.
In passato tutta quest’area era coperta dalla “Selva Lucana”, un foltissimo bosco acquitrinoso, che fu bonificato a partire dal XV secolo con la grande svolta agraria voluta dalla Serenissima Repubblica di Venezia per ricavare terreni da coltivare. La presenza della vite in quest’area risale però a tempi ancora più remoti, almeno all’Età del Bronzo.
La zona del Lugana è “bifronte”, copre infatti la costa meridionale del Lago di Garda e si estende sia nella provincia di Brescia, che in quella di Verona per un totale di oltre 2000 ettari vitati.
Anche dal punto di vista vitivinicolo il territorio del Lugana è diviso in due macro-zone.
La prima, più ampia, quella delle argille più coriacee, è di natura pianeggiante e si estende lungo l’entroterra compreso tra Desenzano e Sirmione.
È questo il cuore pulsante della denominazione, depositaria dello stile più tradizionale, “lacustre” e minerale del Lugana.
La seconda zona, di natura più collinare, si allunga dalla celebre Torre Monumentale di San Martino della Battaglia.
Qui le argille sono più sabbiose, i rilievi più ondulati e dolci, con altitudini che non superano i 130 metri, i terreni più morenici, con buona presenza di elementi ghiaiosi; di conseguenza i vini sono meno minerali, più acidi e voluminosi.
Per quanto riguarda la nostra Tenuta Le Fornaci: la parcella verso il lago è su un terreno a base calcarea, variamente stratificata e argillosa, mentre le parcelle dell’entroterra hanno una composizione più sabbiosa e ricca di limo.
La dislocazione delle parcelle su suoli differenti permette un’accorta selezione delle uve cha dal suolo argilloso conferiscono corpo e struttura, dal suolo sabbioso donano invece aroma ed eleganza.
Il terreno è compatto in tempi di siccità, molle e fangoso dopo la pioggia.
Queste caratteristiche rappresentano il patrimonio organolettico del Lugana, regalando al vino profumi vigorosi, netti, tra la mandorla e l’agrume, oltre ad acidità, sapidità e ad una struttura ben equilibrata.
tommasi-lugana-le-fornaci-new-restyling copy
IL VITIGNO
Il microclima della zona del Lugana è largamente influenzato dalle brezze temperate del lago di Garda, mite e costante con lievi escursioni termiche.
Una “culla climatica” perfetta per valorizzare le caratteristiche di un’uva particolare come la Turbiana.
L’uva Turbiana è un particolare tipo di clone di Trebbiano coltivato esclusivamente nella zona del Lugana.
Recenti studi hanno dimostrato che si differenzia per caratteri aromatici propri, oltre che da un punto di vista fenologico, agronomico ed enologico.
Meno produttiva rispetto alla media degli altri Trebbiano, la Turbiana è un’uva che presenta un grappolo medio e compatto; gli acini hanno con buccia spessa con una polpa succosa, lievemente acidula.
 
Uva-lugana2+2
IL LUGANA LE FORNACI
Un vino fortemente voluto nel portfolio Tommasi per la sua straordinaria eleganza e profondità; una intensa passione, quella per il Lugana, per questo vino bianco inconfondibile, rigoroso e di classe, capace anche di vincere la sfida del tempo.
Giallo intenso e brillante all’olfatto, il Lugana Le Fornaci è fruttato e fragrante, con note di frutta tropicale e pompelmo.
Al gusto è secco e armonico e presenta un’elegante freschezza gustativa.
È intenso e persistente, nel finale sapido, minerale, con il tipico sentore di mandorla.
Il Lugana Le Fornaci è ottenuto da una accurata raccolta delle uve, le cui bucce sostano per un giorno a contatto con il mosto a bassa temperatura. Seguono sfecciatura per sedimentazione naturale ed una fermentazione lenta a temperatura controllata (14°/18°).L’ affinamento avviene per 3 mesi circa su fecce e lieviti fini, a cui segue la maturazione in acciaio.
Servito fresco, è Ideale come aperitivo, con antipasti e finger food, esalta le preparazioni a base di pesce di lago e di mare. Ottimo con primi piatti saporiti, risotti, carni delicate e con formaggi freschi.
Leggi QUI la scheda tecnica
4P3A8721


Chiaretto Bardolino: nuovo packaging, nuove prospettive

Granara, il Chiaretto Bardolino
È di questi giorni la notizia del Consorzio Bardolino che il Chiaretto ha chiuso il primo trimestre del 2020 con un balzo in avanti del 21,1% di produzione rispetto ai primi tre mesi del 2019, confermandosi sempre più come leader dei vini rosa italiani.
La domanda da parte dei consumatori, in particolare in questa fase delicata, è quella di vini di pronta beva con un ottimo rapporto qualità/prezzo, capaci di esprimere una precisa identità e una qualità molto affidabile.
Il Granara Chiaretto Bardolino con la sua nuova veste vuole risponde a questo tipo di richiesta.
La bottiglia dell’annata 2019 si presenta con un restyilng che ha voluto esaltare l'identità classica del marchio Tommasi, che ricolloca il Chiaretto con il Bardolino ed il Custoza in linea con l’immagine storica di Tommasi in linea con un design più familiare.
4P3A7323
Rosa cipria chiaro e brillante, il Chiaretto Granara si apre con gradevoli profumi di fiori di campo, di agrumi e piccoli frutti rossi.
Al gusto è delicato, con una rinfrescante nota fruttata di agrumi e mela verde e una vena sapida, che rende la beva irresistibilmente golosa.
Le uve corvina, rondinella e molinara sono raccolte nella tenuta Fossa Granara, nel comune di Castelnuovo del Garda.
Dopo 12 ore di macerazione sulle bucce in vasche d’acciaio, il vino affina circa 5 mesi sempre in acciaio.
Ottimo con tutti i piatti freschi come insalate di riso, caprese, prosciutto e melone, insalata di pollo, carpaccio di manzo.
Noi consigliamo di provarlo in tutte le stagioni con la pizza, le fritture di pesce, i formaggi morbidi o il sushi.
Scarica QUI la scheda tecnica.