Netflix sceglie Tommasi per Love in the Villa

Dal 1 settembre è disponibile su Netflix il film Love in the Villa.

Le riprese sono state effettuate a Verona un anno fa e Tommasi ha collaborato con la produzione.
I nostri vini e la nostra cantina sono stati infatti scelti come protagonisti del film.

Il film racconta l’incontro tra Julie e Charlie nella città dell’Amore… e del Vino!
Il viaggio dei sogni di Julie a Verona si complica quando scopre che la villa che ha affittato è già occupata da un estraneo fastidiosamente affascinante. Lei è qui dopo una storia finita male per consolarsi e lui invece per lavoro, sono infatti i giorni di Vinitaly.
Tra battibecchi, sguardi languidi ed un finale romantico, esce l’immagine di una Verona estremamente affascinante e di quanto la città sia legata non solo al mito di Romeo e Giulietta, ma anche di quanto sia profondo ed importante il legame con il vino ed il territorio.
É qui che Tommasi diventa uno dei protagonisti attraverso le immagini delle bottiglie, quelle di Tommasi Amarone, Casisano Brunello e De Buris Amarone Riserva in particolare, e della meravigliosa cantina, sfondo suggestivo di una delle sequenze principali.

Le immagini di Verona e di Tommasi sono sugli schermi di milioni di persone, gli abbonati della piattaforma sono infatti circa 180 milioni.

«Sono certa che il resto del mondo si innamorerà di Verona vedendo il film, tanto quanto lo sono io ora»,
aveva commentato la protagonista femminile durante le riprese. Si tratta dell’attrice Kat Graham, star della fortunata serie tv The Vampire Diares.
La trama, più che mai romantica, ha come protagonista maschile Tom Hopper (anch’esso volto noto di The Umbrella Academy, Trono di Spade e Merlin ), che la trama colloca a Verona in occasione di Vinitaly.
Terza protagonista: Verona, la città antica e i suoi scorci più belli con i vini e la cantina Tommasi, che ora faranno davvero il giro del mondo in un click. Il film è firmato dal regista e sceneggiatore Mark Steven Johnson ( Jack Frost, Daredevil.. )

La collaborazione con Neftlix, la produzione ed il cast è stata davvero un’esperienza unica. Un team di professionisti che creato un po’ di sano scompiglio in cantina per alcuni giorni, ma che ci ha ripagato con un entusiasmo contagioso e che ci ha stupito per la curiosità di voler conoscere tutti i dettagli della nostra produzione, in particolare dell’Amarone della Valpolicella Classico docg, perla enologica del nostro territorio.
Pierangelo Tommasi

 

SCARICA la presentazione TOMMASI & LOVE IN THE VILLA

Merano WineFestival #MWF2021

La 30a edizione del Merano WineFestival avrà luogo dal 5 al 9 novembre 2021.

Il Kurhaus di Merano ospita il Merano WineFestival, uno degli eventi enogastronomici più importanti d’Europa. Durante questa kermesse di quattro giorni si degustano quattro dei brand più prestigiosi di Tommasi Family Estates:
De Buris, Tommasi, Casisano e Paternoster.

SCOPRI IL PROGRAMMA

Venerdi 5 e Sabato 6 Novembre

TOMMASI VITICOLTORI | VENETO
KURHAUS LENTNER tav. 102
2016 Amarone Della Valpolicella Classico Amarone Della Valpolicella Classico DOCG
2012 Ca’ Florian Amarone Della Valpolicella Riserva DOCG
Annata vecchia: 2003 Ca’ Florian DOCG Amarone della Valpolicella Classico Riserva

DE BURIS | VENETO
KURHAUS LENTNER tav. 103
2010 Amarone Della Valpolicella Classico Riserva DOCG

Domenica 7 e Lunedì 8 Novembre

CASISANO | TOSCANA
KURHAUS GALLERY A tav. 256
2016 Brunello Di Montalcino Brunello Di Montalcino DOCG
2015 Brunello Di Montalcino Brunello Di Montalcino DOCG
2013 Colombaiolo Brunello Di Montalcino Riserva DOCG
2015 Colombaiolo Brunello Di Montalcino Riserva DOCG
Vecchia Annata: 2010 DOCG Brunello di Montalcino Brunello Di Montalcino Riserva DOCG

PATERNOSTER | BASILICATA
KURHAUS SISSI tav. 350
2016 Don Anselmo Aglianico Del Vulture Superiore Docg
2017 Synthesi Aglianico Del Vulture Superiore Doc

I PREMI

DE BURIS AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO RISERVA DOCG 2010

Per il secondo anno consecutivo De Buris Amarone Riserva 2010 è stato premiato con il più alto riconoscimento del Merano WineFestival: il Platinum Award.

TOMMASI VITICOLTORI | VENETOANNATAPREMIO
Amarone Della Valpolicella Classico Amarone Della Valpolicella Classico DOCG2016ROSSO
Ca’ Florian Amarone Della Valpolicella Riserva DOCG2012GOLD
DE BURIS | VENETO
Amarone Della Valpolicella Classico Riserva DOCG2010PLATINUM
CASISANO | TOSCANA
Brunello Di Montalcino Brunello Di Montalcino DOCG2016ROSSO
Brunello Di Montalcino Brunello Di Montalcino DOCG2015ROSSO
Colombaiolo Brunello Di Montalcino Riserva DOCG2013GOLD
Colombaiolo Brunello Di Montalcino Riserva DOCG2015GOLD
PATERNOSTER | BASILICATA
Don Anselmo Aglianico Del Vulture Superiore Docg2016GOLD
Synthesi Aglianico Del Vulture Superiore Doc2017ROSSO


Premio De Buris - Art Verona

Si assegna quest’anno, per la prima volta, il Premio De Buris, in collaborazione con ArtVerona.
L’arte è il fil rouge, che negli anni ha accompagnato e raccontato questo vino superbo, perla enoica della famiglia Tommasi, che ha quindi deciso di valorizzare la creatività di tutti i giovani artisti figurativi italiani e stranieri under 35.

Il premio prevede l’acquisizione di un’opera che esprima l’essenza dell’annata 2010 di De Buris e sappia esaltare il lusso del Tempo: tale scelta nasce infatti dalla volontà di ricordare il Tempo come concetto centrale del progetto vinicolo e culturale legato a De Buris e per trasmettere l’impegno a sostegno della ricerca, della visibilità e del talento delle giovani generazioni.

Fare il Deserto | Marco Rossetti
“Fare il deserto” hanno per soggetto avvenimenti del passato: foto di eventi storici, guerre, paesaggi. I soggetti sono però resi indistinguibili dall’utilizzo dinamico che se ne fa nell’opera. In Fare il deserto il passato non è venerato o riprodotto fedelmente e nemmeno criticato o rinnegato. Antonio Gramsci, nei suoi Quaderni dal carcere, scriveva  che il valore di una generazione si giudica sulla base del giudizio che dà alla generazione precedente. Una generazione che svaluta il passato, che rimprovera la generazione precedente di non aver fatto ciò che essa stessa dovrebbe fare, utilizzandolo come alibi, è una generazione meschina, senza fiducia in se stessa. “Fare il deserto per emergere e distinguersi”.
Il passato è materiale vivo di cui siamo fatti. Plasmare e far emergere nuove forme e costruire le nostre cattedrali.
Non è importante leggere perfettamente l’immagine di base ma il fatto stesso che sia  smossa, rivoltata, rimaneggiata per creare nuovi significati.
Una generazione che sa far solo soffitte si lamenta che i predecessori non abbiano già costruito palazzi di dieci o trenta piani. Dite di esser capaci di costruire cattedrali, ma non siete capaci che di costruire soffitte.”

Il premio De Buris è assegnato a Marco Rossetti – Galleria Nicola Pedana con l’opera Fare il deserto per emergere e distinguersi per lo stretto nesso con il progetto, che è la reinterpretazione contemporanea di tradizioni e tecniche ancestrali di lavorazione dell’Amarone, e la storia della Famiglia Tommasi, oggi alla quarta generazione, custode di un passato ancora vivo, ma capace di plasmarlo in nuove forme per far emergere nuove tendenze ed un prodotto di vera eccellenza.
De Buris infatti vuole distinguersi e tracciare un nuovo stile non solo in termini di prodotto, ma anche di comunicazione e collaborazioni trasversali.

È il legame con un artista che sa guardare e sentire il presente cogliendo i semi del futuro; è il modo perfetto per celebrare l’eccezionalità di De Buris Amarone della Valpolicella Classico docg Riserva 2010.


De Buris 2010: il vino diventa un concept album musicale

La famiglia Tommasi celebra l’annata 2010 di De Buris – Amarone della Valpolicella Classico docg Riserva – attraverso l’innovativo progetto #TheWineRecord: il primo concept album dove il vino diventa musica. Le otto tracce musicali che lo compongono uniscono i suoni delle fasi di produzione del vino alla traduzione sonora dei dati meteorologici dell’annata 2010, creando sonorità singolari e inedite.

De Buris è il lusso del tempo. Il Tempo è infatti il concetto centrale attorno a cui ruota il progetto culturale ed enologico della quarta generazione della Famiglia Tommasi, che nel rispetto della tradizione, ha creato un Amarone Riserva che vuole essere la più contemporanea interpretazione del territorio che rappresenta, la Valpolicella Classica.
Lo scorrere del tempo che accompagna il ciclo produttivo del vino con colori, sentori e gusto si fondono in equilibrio artistico e diventano lo spartito di un’originale opera enologica e musicaleDe Buris Amarone della Valpolicella Classico docg Riserva 2010, vino icona, che definisce una nuova interpretazione della Valpolicella.

«De Buris è la potenzialità massima che un singolo vigneto e un terroir, unico per le sue straordinarie qualità, possono esprimere in un vino. – commenta Giancarlo Tommasi, enologo di Tommasi Family Estates Mi piace pensare, con soddisfazione e orgoglio, che l’annata 2010 custodisca l’essenza della Valpolicella: De Buris rappresenta la reinterpretazione contemporanea delle tradizioni, delle tecniche ancestrali di lavorazione e al contempo l’eleganza e l’armonia di un’opera o, in altre parole, la bellezza dell’arte. Per questo abbiamo deciso di presentarlo attraverso un linguaggio tanto inconsueto per un vino quanto appropriato per raccontarne le peculiarità: la musica. The Wine Record è arte. È il racconto del ciclo produttivo del vino come mai è stato narrato prima. Il vino è colore, aroma, gusto ed emozione, ma è anche suono, movimento e armonia, che Giacomo Ceschi, artista e sound designer veronese, ha saputo tradurre in una collezione musicale unica ed originale».

The Wine Record – concept album

  1. LA CHIAVE – La parcella De Buris, del vigneto La Groletta, il terroir dove tutto ha inizio, nel cuore della Valpolicella Classica, con peculiarità uniche, che permettono di produrre un grande vino.
  2. LA PAUSA – L’appassimento descrive un respiro lungo 110 giorni, dopo la vendemmia: un delicato momento d’intervallo, un vero e proprio sussurro capace di scandire.
  3. LA COMPOSIZIONE – La vinificazione, dopo l’appassimento delle uve segue la pigiatura, una breve fase di criomacerazione e di fermentazione, quest’ultima avvenuta in tini di rovere, in un adagio di 30 giorni.
  4. L’ACCENTO – L’elevazione in botte è un riposo che si protrae per cinque anni, nel silenzio delle botti di rovere nella cantina di Villa De Buris, la più antica della Valpolicella Classica, dove il vino viene lasciato alla propria intimità per maturare l’imprescindibile componente armonica.
  5. IL RITMO – L’imbottigliamento è un momento incalzante, concitato, durante il quale la cantina diventa una suggestiva coreografica e il ritmo è protagonista, con i tintinnii delle bottiglie e i cadenzati passi dei macchinari che scandiscono la danza del vino.
  6. IL CRESCENDO – L’affinamento in bottiglia: l’affinamento spartisce le note, sedimentando l’armonia costruita nel tempo, e Villa De Buris ospita e accompagna le bottiglie di De Buris nella completezza della propria evoluzione.
  7. L’ACCORDO – L’abbinamento: De Buris è pronto, l’intonazione dell’intesa è essenziale, che si abbini per contrasto o per completezza, e richiede una compagnia all’altezza dell’esperienza.
  8. IL SOLO – Degustazione è l’abbandono nei sensi nella distesa meditazione che un grande vino accompagna.

The Wine Record è opera di Giacomo Ceschi, artista e sound designer


Val Polis Cellae - Domenica 10 ottobre 2021

Cantine Aperte, Sapori e Arte in una terra unica
Domenica 10 Ottobre 2021

Una domenica d’autunno fra i vigneti di alcune fra le migliori cantine della Valpolicella, dove vengono custoditi con cura i segreti per la produzione dei grandi Rossi della Valpolicella: Amarone, Ripasso e Valpolicella.
Ecco, questo è il Val Polis Cellae!

INFO & PRENOTAZIONI

Vi aspettiamo nella nostra Welcome Area di Pedemonte dalle 10.00 alle 17.00 per un Tour della Cantina Magnifica, della Galleria e della Cantina Storica e l’intrattenimento musicale dei The Lovers Vinyl.

In degustazione:  Tommasi Rafael Valpolicella Classico Superiore doc e Tommasi Amarone della Valpolicella Classico docg
Box monoporzione di salumi e formaggi in collaborazione con Villa Quaranta € 8.50 per persona.

Scopri tutti i 5 percorsi, nelle cinque valli storiche, per scoprire un territorio unico, i vini e la gente che hanno reso questo territorio famoso in tutto il mondo.

  1. Percorso SANT’AMBROGIO DI VALPOLICELLA/FUMANE
    cantine: TENUTE FASOLI LORENA, CORTE BRAVI, BOSCAINI CARLO, SCRIANI
  2. Percorso FUMANE/MARANO
    cantine: MICHELE CASTELLANI, FLATIO, GERARDO CESARI,
  3. Percorso MARANO DI VALPOLICELLA
    cantine: ALDRIGHETTI, LE MAROGNOLE, NOVAIA, LE BIGNELE
  4. Percorso SAN PIETRO IN CARIANO
    cantine: TOMMASI, MIZZON, FARINA,  IGINO ACCORDINI
  5. Percorso NEGRAR DI VALPOLICELLA
    cantine: LA DAMA , CORTE MARTINI, FRANCHINI, SARTORI

 

Il biglietto acquistato è valido per tutti e 5 i percorsi.
Come previsto dal decreto-legge n. 105 del 23.07.2021, è obbligatorio esibire la certificazione Covid ( Green Pass ) per accedere a congressi, convegni ed eventi. È inoltre obbligatorio indossare una mascherina medica.


L'ascesa del Vulture nel numero di Agosto di Wine Enthusiast

Alexander Peartree, della rivista Wine Enthusiast, ha scritto un interessante articolo sulla regione vinicola del Vulture.

“Nella provincia più settentrionale della Basilicata, che si estende dall’arco dello stivale d’Italia, si trova una zona montuosa e selvaggia. Ricorda le vivaci Alpi del nord più che i climi caldi e meridionali.
Lì, ancorato intorno al vulcano spento del Monte Vulture, c’è un mosaico di antiche città sparse tra le colline ondulate, che ospitano alcuni dei vini più emozionanti d’Italia”.

La regione vinicola del Vulture è un luogo ideale da visitare e scoprire con le sue antiche rovine e tradizioni che risalgono all’epoca romana, qui nacque il famoso poeta latino Orazio.

La vinificazione commerciale nella zona, invece, risale a quasi un secolo fa, ma una nuova generazione di viticoltori ha portato questa zona storica alla ribalta.

La cantina Paternoster è una delle più antiche, icona della produzione dell’Aglianico del Vulture; Fabio Mecca Paternoster, l’enologo, fa parte della nuova generazione che sta lavorando per il futuro di questa promettente regione vinicola.

Leggi QUI l’articolo completo.

“Rimango radicato a Paternoster: è al centro delle mie ambizioni e missione. Questo è il luogo che mi scorre nelle vene da quando ne ho memoria. Mi ha dato la possibilità di diventare quello che sono oggi. Da quando ero giovanissimo, passavo il mio tempo libero in vigna e in cantina. La vecchia cantina era sotto casa dei miei nonni. Soprattutto durante la vendemmia correvo a casa loro per un pranzo veloce dopo la scuola, e poi andavo ad aiutare con la vendemmia e la vinificazione. Oggi mi consulto, ma la mia missione è continuare il progetto di famiglia iniziato con il mio bisnonno oltre un secolo fa”.
Fabio Mecca, Paternoster

Paternoster si estende per circa 20 ettari a terra nera di origine vulcanica, dislocati nelle diverse contrade vitivinicole nell’agro del piccolo comune Barile e ha una moderna cantina

I vigneti si affacciano sul Monte Vulture, vulcano spento che segna i confini di una terra generosa ma misteriosa. Ci piace pensare che il successo dei vini Vulture dipenda in gran parte dalla tenacia e dal talento della famiglia Paternoster, che da oltre un secolo , ha creduto e investito nella varietà Aglianico.

Anselmo, il capostipite, vendette la prima bottiglia di Aglianico della famiglia nel 1925, segnando l’inizio di una produzione acclamata dalla critica, giunta alla terza generazione


Qual è il tuo preferito fra i 90+ by James Suckling?

Goditi un tour del vino dal Nord al Sud Italia:
vuoi un bianco fresco e armonico del Lago di Garda o un bianco fragrante e fine del Vulture?
o sei indeciso fra un Rosso di Montalcino o un vino della Maremma Toscana?

Scegli il tuo preferito facendoti guidare dalle recensioni  90+ di James Suckling…o assaggiali tutti!

90 – Tommasi Le Fornaci Lugana doc 2020
Naso floreale e leggermente terroso con un po’ di cedro, seguito da un palato da medio a pieno con ricordi di limone amaro e minerali ricchi e sapidi. Leggermente fenolico sul finale. Da bere adesso.

90 – Paternoster Vulcanico Falanghina igt 2019
Al naso limone cotto, pera, fiori secchi e scorza di lime. È di medio corpo con acidità pungente. Finale piccante ed erbaceo. Da bere adesso.

91 – Casisano Rosso di Montalcino doc 2019
Al naso ciliegie e lillà con un carattere corposo e buona mineralità. Di medio corpo con molta acidità per rinfrescare il frutto e fornire grinta.
Abbastanza deciso sul finale. Da bere adesso.

91 – Poggio al Tufo Cabernet Sauvignon igt 2019
Un sorso pulito con un buon cuore di ribes e un pizzico di erbe fresche. Di medio corpo con tannini ben integrati e un finale fresco e fruttato.
Da bere adesso.


Le icone della Valpolicella Classica premiate da James Suckling

Amarone, Ripasso e Rafaèl sono le icone di Tommasi che rappresentano la Valpolicella Classica.
Siamo molto orgogliosi di condividere gli ottimi punteggi di James Suckling, che questi formidabili vini hanno meritato.

Amarone, Ripasso e Rafaèl Valpolicella Superiore sono perfetti per le grigliate estive e da degustare nelle notti stellate.

93 Points –Tommasi Amarone della Valpolicella Classico 2017
Needs air to bring out the intense, bright red berries with some dates and spicy, meaty notes. Full-bodied with a tight but forward-driven palate, spurred along by clean acidity and firm, fine tannins. It’s all there, but needs time to mellow out. Try from 2023.

92 Points – Tommasi Valpolicella Ripasso Classico Superiore 2018
Lightly exotic nose of ripe raspberries, prunes and a hint of orange zest. Medium-bodied with a tight, intense bead of fruit, very fine tannins and lovely chocolate orange at the end. Lots to like here. Drink now.

93 Points – Tommasi Valpolicella Classico Superiore Rafaèl 2019
Pleasant nose of thick raspberry and cherry jam with savory notes of black olives and light herbs. Relaxed feel to the medium-bodied but layered palate with very fine tannins that are coated with creamy fruit. Surprisingly good length, pushed along by the more savory elements. Delicious. Drink or hold.


Purché se ne parli: prime recensioni per le bolle Caseo da James Suckling

Il critico enologico e giornalista di fama internazionale, James Suckling ha recensito i nostri nuovi spumanti Tenuta di Caseo dell’ Oltrepo’ Pavese.
Punteggi molto belli per la nostra prima spumeggiante esperienza, che nasce dalle elevazioni più alte e come idee, prende il volo!

470 Caseo Pinot Nero Metodo Classico  91 points
Al naso e al palato una crema al limone pulita e mela fresca con una spuma fresca e vivace e un po’ di panna acida per finire. Retrogusto salato.
Per divertitisi ora.

530 Caseo Pinot Nero Rosé Metodo Classico 91 points
Uno spumante Pinot Nero rosato dal colore tenue con note piacevolmente profumate di ciliegie leggermente candite e petali di rosa al naso;
anche qualche sentore di biscotto. Sapori compatti e intensi al palato con bollicine fini. Finale piacevolmente secco. da bere adesso.

Sua Altezza la Bolla:

La passione per l’eccellenza della famiglia Tommasi è alla base degli spumanti “Metodo Classico” della Tenuta di Caseo: un mix indissolubile di conoscenza del terroir dell’Oltrepò Pavese, cura e dedizione, per un metodo Champenoise diverso da tutti gli altri.


Pic Nic in Vigna - White Party

Torna Sabato 7 agosto 2021 l’atteso appuntamento del Pic Nic organizzato da InVigna!
Ti aspettiamo con un look total white per un’esperienza sotto le stelle, immersi nella magica atmosfera della nostra Tenuta Prunea, a Sant’Ambrogio di Valpolicella.

Potrai vivere questa fantastica esperienza in coppia, con la famiglia, con gli amici… 
I vigneti, una coperta, le luci soffuse e il sottofondo musicale saranno la cornice perfetta di questo picnic.
Al tuo arrivo riceverai un cestino con il menù scelto, una bottiglia del nostro Rafaèl Valpolicella Classico Superiore e ti verrà assegnata una postazione.
Non ti resterà che goderti la serata e la magica atmosfera!

Trovi a questo LINK tutte le informazioni per la prenotazione.

Visita anche la nostra cantina a Pedemonte per conoscere il mondo del vino, scoprire Magnifica, la botte più grande del mondo, e tutti i segreti dell’Amarone e della Valpolicella Classica.
Prenota a questo LINK il tour in cantina  e la degustazione di 3 vini nella cantina di Pedemonte: Le Fornaci Lugana doc, Ripasso Valpolicella Classico Superiore doc e Tommasi Amarone della Valpolicella Classico docg.

 

Orari della serata
18.30 –  19.15:  1^ turno degustazione presso Tommasi – Pedemonte
19.00 – 20.00:  2^ turno degustazione presso Tommasi – Pedemonte
20.00:   inizio pic nic in Vigna presso Tenuta Prunea – Sant’Ambrogio di Valpolicella
21.30 inizio sottofondo musicale acustico

𝗣𝗶𝗰𝗰𝗼𝗹𝗲 𝗲 𝘀𝗲𝗺𝗽𝗹𝗶𝗰𝗶 𝗿𝗲𝗴𝗼𝗹𝗲:

– Ogni partecipante dovrà avere con se la mascherina e gel igienizzante.

– Le coperte saranno posizionate in modo tale da mantenere le distanze di sicurezza.

– Ogni partecipante dovrà stare nella postazione assegnata.

𝗜𝗻 𝗰𝗮𝘀𝗼 𝗱𝗶 𝗺𝗮𝗹𝘁𝗲𝗺𝗽𝗼 𝗶𝗹 𝗽𝗶𝗰𝗻𝗶𝗰 𝘀𝗮𝗿à 𝗽𝗼𝘀𝘁𝗶𝗰𝗶𝗽𝗮𝘁𝗼 𝗮𝗹𝗹𝗮 𝗗𝗢𝗠𝗘𝗡𝗜𝗖𝗔 27 𝗔𝗚𝗢𝗦𝗧𝗢

BIGLIETTI NON RIMBORSABILI