Tommasi e Verona

«Un paese senza cultura e arte, senza i mezzi per fare cultura e arte,
è un paese che non si rinnova, che si ferma
e non ha accesso a ciò che succede in paesi più importanti,
negandosi così ad un futuro vero, autentico e soprattutto libero
».
Carla Fracci

Negli anni Tommasi Family Estates  si è sviluppata in cinque regioni vinicole italiane: siamo una famiglia di imprenditori guidati dalla volontà di crescere ma anche dall’ambizione, caratteristiche che ci hanno fatto intraprendere un “viaggio” nel nostro Paese dove abbiamo investito in diversi territori vitivinicoli vocati. C’è, tuttavia, un forte senso di appartenenza che ci tiene legati a Verona, la nostra città d’origine, alla sua bellezza, ai suoi simboli.

L’Arena, il balcone di Giulietta, l’Amarone rappresentano la nostra identità.
Non c’è solo questo: ci riconosciamo nell’intraprendenza che caratterizza il nostro territorio, nella grinta, nell’abnegazione, anche nell’umiltà che è radicata nelle nostre origini contadine. Altrove, in altre regioni, le aziende vitivinicole hanno invece alle spalle una storia che nasce spesso in ambienti nobili e aristocratici.
Crediamo che questo forte, viscerale legame con la terra che caratterizza noi Veronesi sia un valore aggiunto riconosciuto e apprezzato anche all’estero.

Il nostro progetto di sostenibilità comprende anche l’impegno sociale e valorizzazione delle eccellenze del territorio, per questo siamo in prima linea e protagonisti di diversi progetti.
Sosteniamo Fondazione Arena di Verona con il progetto di fund raising 67 Colonne #iosonolarena.
L’Arena e l’Opera sono qualcosa che tutto il mondo ci invidia; l’Opera in Arena è un’esperienza unica e indimenticabile.

Siamo wine partner di ArtVerona, la fiera di arte contemporanea, per cui abbiamo istituito il nuovo premio De Buris, il nostro luxury wine brand.
Il Premio è aperto a tutti i giovani artisti figurativi italiani e stranieri under 35 anni. Il premio prevede l’acquisizione di un’opera che esprima l’essenza dell’annata 2010 di De Buris Amarone della Valpolicella Classico docg Riserva, che vuole esaltare il lusso del tempo.

Siamo wine partner del Mura Festival con un wine spot a Porta Fura, sulle rive dell’Adige.
Mura Festival è un progetto ideato e promosso dal Comune di Verona, nei quartieri di San Zeno, Veronetta, Borgo Trento e Torricelle, nel contesto della cinta magistrale, patrimonio dell’Unesco. Tantissimi gli eventi in programma per far riscoprire ai Veronesi di ogni età gli angoli più suggestivi della città.

Lavoriamo per promuovere l’enoturismo e la scoperta del territorio con diverse proposte di degustazione e in particolate tour in bicicletta nel cuore della Valpolicella Classica, un piccolo angolo di paradiso in provincia di Verona, a cui siamo profondamente legati e in cui affondano le nostre radici.

Tutte queste iniziative ci rendono parte attiva del tessuto cittadino, protagonisti di un territorio ricco di eccellenze, in cui spiccano l’arte, la cultura, il saper fare degli artigiani e vini come l’Amarone, di cui siamo orgogliosi ambasciatori in tutto il mondo.
Non siamo solo ambasciatori del vino, ma anche di questa grande città:  Tommasi è Verona.


Le wine destination della Famiglia Tommasi sono pronte per la stagione enoturistica alle porte

Tra nuove proposte e antichi piaceri: le magnifiche wine destination della Famiglia Tommasi sono pronte per la stagione enoturistica alle porte

Per informazioni e per scoprire tutte le proposte visita www.tommasiwinetours.com

Meraviglie paesaggistiche che solo il Bel Paese può offrire, storiche aziende vitivinicole, splendide realtà ricettive: l’Italia che si avvia verso la bella stagione e guarda con rinnovato ottimismo alla ripartenza della stagione enoturistica.

La Famiglia Tommasi è pronta ad accogliere turisti, wine lovers e visitatori nelle proprie magnifiche Tenute, attraverso un’immersione nella natura con emozionanti percorsi cicloturisti tra i vigneti, o il totale relax di un accogliente centro benessere, alla scoperta di gustosi piatti regionali e di eccellenze enologiche, fughe romantiche e visite culturali, di cui appassionati e curiosi potranno godere grazie a wine destination uniche: da Tommasi Viticoltori in Valpolicella a Casisano a Montalcino e Poggio al Tufo nella Maremma toscana, fino Paternoster simbolo del valore enologico della Basilica.

«Siamo finalmente pronti a riaprire le porte delle nostre Tenute a turisti e visitatori e non possiamo che esserne felici – commenta Michela Tommasi –. I mesi trascorsi sono stati complicati, non solo per gli operatori del settore turistico o enologico, ma per le tutte le famiglie italiane costrette a casa dalla pandemia. Si vede, per fortuna, la luce in fondo al tunnel e non vediamo l’ora di mettere a disposizione le nostre offerte enoturistiche a quanti vorranno scoprire le meraviglie di paesaggi e luoghi unici, dalla Valpolicella, alla Toscana fino al Vulture.»

«Il turismo del vino è una risorsa preziosa per tutto il Paese e sono convinta che rappresenterà anche la locomotiva per la ripresa dell’intero comparto. – continua Barbara Tommasi – In questi mesi abbiamo migliorato e potenziato la nostra offerta ricettiva, consapevoli che il settore turistico è cambiato rispetto agli anni scorsi: il turismo di prossimità, più lento e destagionalizzato, il rispetto per l’ambiente e la riscoperta delle campagne e del patrimonio artistico, culturale ed enogastronomico che racchiudono, ci hanno dato lo stimolo per proporre ai wine lovers esperienze immersive di un livello sempre più alto, fedeli allo spirito di ospitalità ed accoglienza che da sempre guida la nostra famiglia»

In Valpolicella, tra benessere e cultura
Tommasi e Valpolicella Classica è la storia di un legame inscindibile da quattro generazioni. La Famiglia Tommasi propone oggi nuove esperienze di visita e degustazione nella rinnovata welcome area di Pedemonte, alla scoperta del mondo del vino della Valpolicella Classica, uno dei territori più vocati nel nostro Paese.

Un viaggio che oggi è possibile intraprendere anche in bicicletta, grazie al noleggio e-bike che Tommasi propone per coinvolgere gli appassionati in un tour tra i vigneti di grande impatto emotivo, tra filari e panorami mozzafiato. Percorsi che si incrociano e accompagnano i wine lovers a godere di una natura incontaminata, prima del giusto relax nella quiete di Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel & Spa, il magnifico resort in una posizione strategica fra Verona e Lago di Garda.

Villa Quaranta offre esperienze enogastronomiche di primo livello, offerte di soggiorno ideali per una fuga romantica e il piacere di un centro termale che rappresenta un toccasana per il corpo e per la mente: le Terme della Valpolicella, un fiore all’occhiello all’interno di Villa Quaranta, un luogo unico per i divertimenti di tutte le età.

Gli amanti dell’arte godranno dell’enorme patrimonio culturale di Verona, con la possibilità di impreziosirlo grazie a una sosta al Caffè Dante Bistrot, in Piazza dei Signori, dove gustare piatti gourmet in abbinamento alle eccellenze enologiche della Famiglia Tommasi. Nel cuore del centro storico cittadino, l’Albergo Mazzanti  propone ai propri ospiti la degustazione dei vini Tommasi, prima di abbandonarsi al riposo necessario per vivere una nuova giornata in un territorio unico.

Il Giro d’Italia enologico firmato Tommasi
Lasciata la Valpolicella, il wine tour nelle Tenute della Famiglia Tommasi prosegue tra le meraviglie paesaggistiche del nostro Paese. Prima tappa a Montalcino, nella magnifica Casisano per un’esperienza che cattura tutti i sensi: dalvigneto, al riposo in botte, al bicchiere, gli appassionati saranno protagonisti di un piccolo viaggio enologico per approfondire la conoscenza di Montalcino e dei suoi vini. Un viaggio che dal cuore della Toscana si sposta in Maremma, a Poggio al Tufo, nel suggestivo borgo di Pitigliano, dove si può soggiornare in un delizioso agriturismo contornato da vigneti.

Dalla Toscana alla Basilicata, Tommasi accompagna i visitatori in un’altra magnifica wine destination: Paternoster, cantina simbolo della Basilicata. Sui suoli vulcanici del Monte Vulture cresce l’Aglianico, una delle uve più interessanti da coltivare e in questa terra unica non resta che lasciarsi guidare dalla storia, alla scoperta di vini e tecniche di produzione nella cantina storica del Barone Paternoster.

Per informazioni e per scoprire tutte le proposte visita www.tommasiwinetours.com


Volata in Valpolicella #4 tappa - Valle di Sant'Ambrogio

La quarta tappa di Volata in Valpolicella, ideata dal campione Damiano Cunego, ci porta alla scoperta delle colline della Valle di Sant’Ambrogio assieme all’enologo Giancarlo Tommasi per degustare i piatti della Trattoria dalla Rosa Alda  in abbinamento al nostro Tommasi Amarone della Valpolicella Classico Docg.

PERCORSO

Ottieni il percorso su Strava
Scarica la prima tappa GPX o TCX

 

In questa quarta tappa proposta da Damiano Cunego, si parte verso Castelrotto per un veloce riscaldamento, prima di scendere a Sant’Ambrogio per imboccare la prima asperità di giornata: la salita di San Giorgio Ingannapoltron.
Dopo aver scollinato a Mazzurega, segue la discesa verso Fumane e in successione si affrontano la salita della Pendola e della Masua. Si rientra a Pedemonte passando dal centro abitato di Negrar.

Il percorso copre circa 50 km con un dislivello di 920 m. Vale sempre la regola di godersi il percorso ed i panorami che si aprono lungo la pedalata.

Nel cuore della zona classica dei grandi vini della Valpolicella, c’è un luogo di ristoro e riposo di grande tradizione, la Trattoria Dalla Rosa Alda. La famiglia Dalla Rosa si dedica al mestiere della ristorazione e mescita dal 1853. Da allora e sempre accolgo amanti della buona cucina e del buon vino nel villaggio di San Giorgio di Valpolicella, nel Comune di Sant’Ambrogio, ai piedi del Monte Solane, a mezza via tra la città di Verona e il Lago di Garda. San Giorgio fa parte del club dei Borghi più belli d’Italia.

Le Polpettine di carne ed erbe selvatiche cotte sul fogolar sono il piatto proposto in degustazione con il nostro Amarone della Valpoicella Classico docg. Potete ritrovare le Polpettine nel loro menù di primavera del ristorante e se volete testare la vostra abilità trovate a questo link la ricetta. Buon Appetito!


Volata in Valpolicella #3 tappa - Valle di Marano

La terza tappa di Volata in Valpolicella ideata dal campione Damiano Cunego ci porta alla scoperta delle colline della Valle di Marano e a degustare i piatti dell’Antica Osteria Paverno  in abbinamento al nostro Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore Doc. 

PERCORSO

Ottieni il percorso su Strava
Scarica la prima tappa GPX o TCX

Questo terzo percorso proposto da Damiano Cunego

Antica Osteria Paverno è uno storico locale (“ostaria”) nel cuore della Valpolicella classica.  L’osteria, a conduzione familiare, si caratterizza per uno stile rustico e tradizionale. La cucina propone piatti tipici veronesi legati alla tradizione e al territorio realizzati con prodotti selezionati e di qualità che variano in base alle stagioni.

Uno tra tutti, scelto per questa tappa, sono i Tortelli al Monte Veronese di Malga, Pero Misso della Lessinia e ricotta affumicata. Per creare la ricetta comodamente a casa puoi scaricarla qui.


Volata in Valpolicella #2 Tappa - Valle di Fumane

La seconda tappa ideata dal campione Damiano Cunego ci porta alla scoperta delle colline di Fumane e a degustare i piatti della storica Enoteca della Valpolicella di Fumane in abbinamento al nostro Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore Doc. 

PERCORSO

Ottieni il percorso su Strava
Scarica la prima tappa GPX o TCX

Questo secondo percorso proposto da Damiano Cunego parte docile verso Verona e poi imbocca la ciclabile in direzione Bussolengo e Pescantina fino alla Sega di Cavaion Veronese. È questa la prima ansa dell’Adige che racchiude la Valpolicella Classica.
Da Sega si torna verso Sant’Ambrogio di Valpolicella e da qui inizia finalmente la salita che porta a Monte e poi all’apice della valle di Fumane a Cavalo di Fumane. Da qui poi si scende fino al centro del paese e si rientra a Pedemonte passando per San Pietro in Cariano.

Il percorso copre circa 65 km con un dislivello di 810 m. Vale sempre la regola di godersi il percorso ed i panorami che si aprono lungo la pedalata.

Enoteca della Valpolicella è uno dei ristoranti storici della Valpolicella Classica, una meta obbligata per tutti gli appassionati. Un luogo speciale dove la storia dei sapori è una base su cui costruire.
I piatti nascono dall’amore per la terra,  ma non si fermano alla ripetizione delle ricette tradizionali: ogni piatto è un’invenzione unica, come il Risotto al Recioto, di cui puoi scaricare QUI la ricetta originale.


Volata in Valpolicella #1 Tappa - Valle di Negrar

La prima tappa ideata dal campione Damiano Cunego ci porta alla scoperta delle colline di Negrar e a degustare i piatti della Trattoria Caprini di Torbe in abbinamento al nostro Tommasi Amarone della Valpolicella Classico docg.

PERCORSO

Ottieni il percorso su Strava
Scarica la prima tappa GPX o TCX

 

Si parte con un piccolo riscaldamento tra le colline di San Pietro in Cariano, per poi salire verso Montecchio e scendere a Quinzano, prima di imboccare la ciclabile lungo l’Adige verso Pescantina.

Da qui una piccola pendenza verso Gargagnago e poi discesa passando per Fumane. Ultima sforzo la salita della Masua prima della fine del giro in cantina.

Il percorso copre circa 65 km con un dislivello di 925 m. Non c’è un tempo massimo di percorrenza, solo l’entusiasmo di godersi il percorso ed i panorami.

Per una sosta gourmet suggeriamo la Trattoria Caprini  a Torbe di Negrar: artigiani del gusto da 4 generazioni, la proposta gastronomica si lega ai valori veneti e alla storia del territorio, custodendo i sapori in un ambiente che profuma di casa e di famiglia, con una cucina autentica e un’ampia selezione di vini della Valpolicella.

Le Lasagnette col ragù della Pierina  sono il piatto da gustare. Rigorosamente fatte a mano come una volta accompagnate dal classico ragù di carne.

Se ti vuoi cimentare ecco di seguito la ricetta “segreta” per 4 persone