Tommasi selected in the top 130 wineries by Wine Spectator for OperaWine 2022

Since the first edition, Tommasi has been re-confirmed among the top wineries selected for the OperaWine 2022 edition.

De Buris Amarone della Valpolicella Classico Docg 2010 Riserva was selected by Wine Spectator such as best wine representing the Veneto region and Italy.

Since the first edition, Tommasi has been re-confirmed among the top wineries selected for the OperaWine 2022 edition.
De Buris Amarone della Valpolicella Classico Docg 2010 Riserva was selected by Wine Spectator such as best wine representing the Veneto region and Italy.

De Buris – Tommasi family’s luxury brand, is confirmed as an excellence of Made in Italy: De Buris Amarone della Valpolicella Classico docg Riserva 2010, oenological pearl of the Valpolicella Classica, has been selected by the prestigious wine magazine Wine Spectator, and it will be presented on Saturday the 9th of April at OperaWine2022.

 

The world showcase of Italian wine is back on the 9th of April. Ten years after the first edition, OperaWine presents the best Italian wines to buyers who will arrive in Verona in occasion of Vinitaly.

The great fair returns from 10 to 13 April 2022, after two years of interruption, and OperaWine will take place the day before.

The world of wine is going through a unique historical moment regarding the evolving “new normal”, balancing the challenges and opportunities presented by the pandemic as well as the contrast between innovation and preservation of tradition.

The same elements exist in the style of Piet Mondrian, an artist who sought harmony all his life. The concept of OperaWine2022 takes inspiration from his work, with an edition that aims to look at rebirth and, above all, balance.


Tommasi si riconferma nella top 130 di Wine Spectator per OperaWine 2022

Presente sin dalla prima edizione, Tommasi è confermato anche per l’edizione 2022 di OperaWine.
De Buris Amarone della Valpolicella Classico Docg 2010 Riserva è stato selezionato Wine Spectator fra i migliori vini che rappresentano il territorio Veneto e l’Italia

Si conferma un’eccellenza del Made in Italy il brand De Buris della famiglia Tommasi: De Buris Amarone della Valpolicella Classico docg Riserva 2010, perla enologica della Valpolicella Classica, è stato selezionato dalla prestigiosa rivista del mondo del vino Wine Spectator, e sarà presente Sabato 9 Aprile a OperaWine 2022.

Torna il prossimo 9 aprile la vetrina mondiale del vino italiano. A dieci anni dalla prima edizione, OperaWine presenta i migliori vini italiani ai compratori che arriveranno a Verona per il Vinitaly.
La grande fiera torna dal 10 al 13 aprile 2022, dopo due anni di interruzione a causa del Covid, OperaWine la precede di un giorno. È l’evento più internazionale, organizzato da VeronaFiere e da Wine Spectator, la rivista americana di riferimento per il settore.

Il mondo del vino sta attraversando un momento storico unico per quanto riguarda la “nuova normalità” in evoluzione, in equilibrio tra le sfide e le opportunità presentate dalla pandemia e il contrasto tra innovazione e conservazione della tradizione.
Gli stessi elementi esistono nello stile di Piet Mondrian, un artista che ha cercato l’armonia per tutta la vita. Il concept di OperaWine2022 prende ispirazione dal suo lavoro, con un’edizione che punta a guardare alla rinascita e, soprattutto, all’equilibrio.


De Buris - Una nuova era di Amarone

TOMMASI LANCIA UN NUOVO CLASSICO DEL FUTURO: NASCE IL LUXURY BRAND DE BURIS.
Un nuovo grande Amarone Classico Riserva 2008 che esalta il valore del tempo, e molto di più: un ambizioso progetto di ospitalità e di social responsibility.
Il lancio in anteprima a Verona con un evento unico nella cornice scenografica di Villa De Buris, la più antica della Valpolicella.
de-BURIS-bottle
A interpretare l’essenza di questa creazione, il tocco degli chef stellati Moreno Cedroni, Pino Cuttaia, Giancarlo Perbellini e del chocolate designer Davide Comaschi.
La famiglia Tommasi inaugura una nuova era. Nasce il brand De Buris. In primis un nuovo grande Amarone Classico Riserva 2008, che mira a posizionarsi nel settore luxury con una promessa: far vivere un tempo di valore ma non solo.
vigneto-de-buris-la-groletta
De Buris è il lusso del tempo
De Buris rappresenta un modo contemporaneo di vivere il lusso, la promessa di un’esperienza che dà valore ad ogni attimo. Un vino che nasce dall’autenticità, ovvero da materie prime selezionate e lavorate con cura e che custodiscono l’esperienza e il sapere di una lunga tradizione di famiglia. Un dono della terra e del tempo.
De Buris è anche un progetto di recupero e valorizzazione che porta a compimento un percorso di crescita avviato vent’anni fa dalla famiglia che ha fatto la storia dell’Amarone e della Valpolicella e che oggi, con la quarta generazione, nalmente si realizza.
cellar
Una novità presentata venerdì 12 ottobre con un evento unico nella cornice scenogra ca di Villa De Buris, maison del nuovo marchio, la più antica villa veneta della Valpolicella che racchiude in sé duemila anni di storia del territorio.
Per interpretare l’essenza di De Buris, la famiglia Tommasi ha scelto tre illustri rappresentanti dell’alta cucina in Italia e nel mondo, gli chef stellati Moreno Cedroni, Pino Cuttaia e Giancarlo Perbellini, autori, insieme al chocolate designer Davide Comaschi, di un menù a otto mani creato ad hoc per oltre 250 ospiti internazionali.
Dall’Amarone a De Buris
Tecnica, passione, intuito e tempo. Dieci anni di pazienza e dedizione. Prodotto in un numero limitato di bottiglie, De Buris Amarone Riserva 2008 nasce dall’esperienza di un’azienda con 116 anni di storia e dalla sapienza tecnica dell’enologo Giancarlo Tommasi, artigiano contemporaneo.
Un classico, perché realizzato secondo il rigore che il metodo storicamente impone; del futuro, proprio per il suo classicismo senza tempo. Il risultato è un vino austero, potente, ra nato e seducente. Un’icona di stile e di eleganza.
De Buris è un sogno che ha radici lontane, quando vent’anni fa la famiglia Tommasi acquistò le vigne de La Groletta, riconosciuto territorio vocato di produzione dell’Amarone e cru simbolo della Valpolicella Classica.
Dieci ettari di vigneto di cui 1,9 dedicati esclusivamente a De Buris per catturare l’essenza del terroir; collocati nella porzione più alta e caratterizzati dalla particolare composizione argillosa del terreno ed un’esposizione a sud ovest, che gode del clima mite del Lago di Garda. Una materia prima di altissima qualità, ulteriormente esaltata dall’assemblaggio delle uve autoctone, che contraddistingue l’annata, composto per il 62% di Corvina, 25% di Corvinone, 5% di Rondinella e per l’ 8% di Oseleta.
Un vino nato per nobilitare e omaggiare questa terra e la sua denominazione più prestigiosa e rappresentativa: l’Amarone.
A testimonianza delle qualità di questo grande vino, i primi ambìti riconoscimenti assegnati già in anteprima a De Buris: Tre Bicchieri del Gambero Rosso, Cinque Grappoli della guida Bibenda, Quattro Viti della guida AIS Vitae, il Faccino della guida Doctor Wine e il Platinum Award del Merano Wine Festival.
De Buris è sostenibilità
Rigore produttivo, gestione sapiente degli elementi naturali, applicazione di tecnologie a basso impatto lungo l’intera liera, attenzione alle persone. Per la famiglia Tommasi tutto ciò è un’attitudine, una loso a abbracciata ormai da anni come naturale espressione dei valori che hanno guidato quattro generazioni di viticoltori.
De Buris è ospitalità e Social Responsibility
L’ospitalità è da sempre un valore fondante per la famiglia Tommasi. Da qui la volontà di recuperare Villa De Buris, sede della cantina, un unicum storico-architettonico di straordinaria rilevanza, di base romana, con successivi interventi risalenti alle epoche medievale e rinascimentale e con preziosi a reschi custoditi al suo interno. Entro il 2022, a restauro completato, si trasformerà in un luogo di accoglienza di lusso. Ma l’obiettivo è ancora più ambizioso: creare, nel 2019, una Fondazione a tutela dei tesori della terra e dell’arte, attraverso la quale sviluppare azioni di valorizzazione del patrimonio storico-culturale e sostenere, nel contempo, la ricerca in campo enologico-vitivinicolo.
de-buris-villa
L’oggi e il domani da condividere e restituire alle generazioni future.
 
#tastethetime
Instragram @de.buris
Tumblr deburis-time
Web Site www.deburis.it