2015 Casisano Brunello reviews

The first appreciative reviews for our 2015 Casisano Brunello di Montalcino Docg
2015, the first vintage of our Casisano Brunello di Montalcino Docg since we purchased the estate in March 2015, has been received by the international press in the best possible way, immediately obtaining some important accolades.
Wine critic James Suckling, according to whom 2015 may be considered an extraordinary year for Brunello, gave it a rating of 94/100, while Monica Larner of “Robert Parker - The Wine Advocate” gave it 91/ 100, and Walter Speller (writing for Jancis Robinson) rewarded it with a vote of 17+ out of 20 (read HERE the reviews)
These initial successful results from international wine writers reward a wine made from 100% Sangiovese Grosso, which comes from the nine hectares of vines at Casisano estate dedicated exclusively to the production of Brunello. These vines are Cordon Spur-trained and face south-east, on mixed soil rich in stones and galestro (schistous marl).
The ideal weather conditions of 2015
It is important to recognize that in 2015 there were the ideal weather conditions (a mild winter, an averagely rainy spring, a dry summer and a variable autumn with excellent thermal excursion) in order to be able to pick grapes with notably complex aromas, elegant tannins and natural acidity that was considerably higher than the norm: all decisive in creating a product of rare and outstanding quality.

«The first Brunello that we have supervised from the vineyard to the winery» underlines Casisano’s enologist Emiliano Falsini, «is the synthesis of an ideal year and a special terroir: a wine of great depth, structure and elegance, destined to continue evolving with age in the bottle».

Casisano’s 2015 Brunello di Montalcino Docg displays a deep ruby color, tinged with garnet. It opens up on the nose with an elegant, fresh complexity, based on the fruity and spicy notes that are typical of Sangiovese. It offers attractive balance on the palate, with its great structure being accompanied by velvety tannins and considerable persistence.
Maceration on the skins, maturation in oak casks and aging in bottle
Casisano’s 2015 Brunello Docg follows the traditional vinification method, with maceration on the skins for around twenty-five days, followed by maturation for three years in Slavonian oak casks with a maximum capacity of sixty hectoliters and at least six months’ bottle-aging.
It is perfect for accompanying rich game dishes, grilled red meats and mature cheeses.
cantina-casisano
Casisano estate
The Casisano estate lies on a natural terrace at 480 meters above sea level, overlooking the south-eastern zone of the Montalcino region, facing Sant’Angelo in Colle and the Abbey of Sant'Antimo. The soils are made up of sandstone rocks and schistous marl containing stones, clay, and tuff of volcanic origin. The estate covers an area of 53 hectares, of which 22 are vineyards and 8 are olive groves.
Nine hectares are dedicated to the production of Brunello, seven hectares to Rosso, and the other six hectares to the Sant’ Antimo denomination. Casisano is entirely planted with Sangiovese Grosso, with traditional Cordon Spur training, and is divided up into ten vineyard sites. From the oldest of these (of around two hectares) the grapes are selected for the Brunello Riserva Colombaiolo.
Plant density is 4,000 vines per hectare, sometimes rising to 5,000 in the older vineyards. The average yield is 7,000 kilos of grapes per hectare. The grapes are selected strictly by hand.
Today, the Casisano estate produces around 100,000 bottles a year, of which 45,000 are of Brunello.
Each single parcel of Casisano’s vineyards is managed and monitored according to the characteristics of the soil, its exposure and the type of wine to be made from it. This agronomic management allows us to maintain a good balance between vegetation and fruit and guarantees that the vineyards remain in harmony with the ecosystem, thus ensuring that our grapes have excellent taste profiles.
 


Casisano a Benvenuto Brunello 2019

“Eleganza alla prova” - Casisano a Benvenuto Brunello 2019

Da Venerdì 15 a Lunedi 18 Febbraio 2019 a Montalcino si presentano le nuove annate della prestigiosa denominazione toscana

“Eleganza alla prova” è il tema che guiderà l’edizione di Benvenuto Brunello 2019. L’Eleganza è anche il tema cardine per i vini di Casisano. La particolare esposizione a sud est e l’altitudine ( la tenuta si estende su 22 ettari vitati a più di 500 slm ) permettono una lenta e completa maturazione delle uve, senza eccessivi stress idrici e con escursioni termiche che donano grande equilibrio ed interessanti qualità aromatiche con tannini fini, l'essenza stessa di Eleganza.
casisano-brunello-riserva-colombaiolo 2013
Emiliano Falsini, enologo responsabile di Casisano, presenterà con Giancarlo Tommasi le nuove annate di Podere Casisano: Rosso di Montalcino 2017 ed il Colombaiolo Brunello di Montalcino Riserva 2013 durante Benvenuto Brunello.
Non è stato prodotto il Brunello d’annata 2014, ma si sta lavorando al Casisano Brunello 2015, che segnerà finalmente il lancio delle vendemmie della famiglia Tommasi a Montalcino con la preziosa collaborazione in cantina di Emiliano Falsini.

«L’annata 2013 è da considerarsi una ottima annata per i vini di Casisano, vini che rappresentano al meglio lo stile aziendale con un Sangiovese capace di esprimersi appieno nella sua eleganza, finezza e mineralità» spiega Giancarlo Tommasi, enologo responsabile di Tommasi Family Estates. «La Riserva Colombaiolo, frutto del vigneto più alto e meglio esposto coniuga nella versione 2013 tutte le componenti tipiche del Cru Casisano, freschezza, sapidità ed ottima persistenza gustativa, un vino che già adesso risulta essere capace di appagare il degustatore ma che, con il passare degli anni sarà capace di esprimere in pieno il potenziale del Sangiovese di questo angolo di Montalcino».

giancarlo tommasi

Emiliano Falsini sottolinea: «L’annata 2017 è stata caratterizzata da inverni rigidi e asciutti e successivamente da un primavera con eventi climatici che hanno ridotto in alcuni vigneti la produzione, successivamente l’estate è stata caratterizzata da temperature alte e lunghi periodi asciutti. La gestione del suolo e della parete fogliare sono stati un valido aiuto che ha permesso di poter raccogliere le uve a partire dall’ultima settimana di Settembre fino al 10 Ottobre, con un livello sanitario ottimo e senza problemi legati a stress idrico. Il Rosso Montalcino 2017 è una versione generosa, di grande piacevolezza, con tipiche note fruttate, un vino dotato di ottima struttura, con grande freschezza gustativa grazie alla disposizione dei vigneti che già in questa prima fase evolutiva esprime tutto il potenziale di invecchiamento che questo vino potrà avere in una delle migliori versioni degli ultimi anni».

emiliano-falsini (1)
Casisano è un progetto importante e prestigioso, a cui la famiglia Tommasi tiene in modo particolare: la precisa intenzione di mantenere e valorizzare l'unicità e la tipicità della denominazione di Montalcino ha portato ad un controllo sempre più meticoloso, dalla vigna alla produzione, ottenendo ottimi risultati dalla critica internazionale.
Casisano produce oggi circa 100.000 bottiglie, di cui 45.000 di Brunello. L'obiettivo è migliorare costantemente e creare un prodotto che deve diventare un punto di riferimento di qualità nel corso degli anni, in Italia e soprattutto all’estero, dove il brunello è uno dei vini maggiormente richiesti e simbolo del made in Italy per eccellenza.
Con Casisano nel 2015, si corona il progetto Tommasi Family Estates, partito nel 1997, con l’ingresso in azienda della quarta generazione della famiglia. 18 anni: dal 1997 al 2015. La piena maturità, dunque, di un progetto e di un percorso di crescita e valorizzazione delle eccellenze vitivinicole italiane, fortemente voluto dalla Famiglia e segnato da importanti investimenti in zone altamente vocate.
Podere Casisano è una delle tenute più importanti della famiglia Tommasi, storica realtà di viticoltori dal 1902 nella Valpolicella Classica, Verona.  La superficie totale è di 53 ettari, di cui 22 a vigneto tra Brunello e Rosso e 12 a Oliveto In uno splendido contesto, nella quiete delle colline di Montalcino, circondata da vigneti e boschi secolari, Casisano è una splendida terrazza naturale a 480 m di altitudine e domina la zona sud-est del territorio di Montalcino, di fronte a Sant’Angelo in Colle e all'Abbazia di Sant'Antimo. I terreni sono composti da rocce arenarie e galestro con presenza di scheletro, argilla e tufo di origine vulcanica.
Il microclima è ventilato ed asciutto con ottime escursioni termiche; questo contribuisce a creare le condizioni ideali per preservare la sanità delle uve. I vini che ne derivano sono eleganti e combinano in modo ottimale struttura ed acidità