Obiettivo: Italia

Obiettivo: Italia

Prima dell’inizio dell’emergenza Covid, nei mesi di gennaio e febbraio 2020, i risultati di mercato fatti registrare dai nostri vini indicavano un andamento positivo, che stava consolidando gli ottimi traguardi raggiunti nel 2019.
In crescita sia in volumi sia in valore l'Amarone della Valpolicella Classico docg, grazie anche alle vendite di De Buris Amarone della Valpolicella Classico Riserva doc e Ca’ Florian Amarone della Valpolicella Classico docg Riserva; il Ripasso Valpolicella Classico Superiore doc si conferma come best selling; molto bene per Le Fornaci Lugana doc, che ha dato ottimi un risultati in termini di soddisfazione per la qualità del prodotto e anche in numero di bottiglie vendute ( nel 2019 abbiamo messo in produzione più ettari rispetto all’anno precedente); a ciò si aggiunge anche il uno dei grandi classici di famiglia: il Rafaèl Valpolicella Classico Superiore doc, che con l'Amarone ed il Ripasso è uno dei vini più richiesti e riconosciuti in tutto il mondo, in particolare nel mercato statunitense.
4P3A6500
Nei primi due mesi del 2020 si stavano confermando dati positivi in linea con lo stesso periodo del 2019, dopodiché siamo entrati nella prima fase Covid, quella dell’emergenza socio-sanitaria, che ha bloccato buona parte dell’operatività commerciale.
A livello generale nazionale il settore beverage denuncia nel post Covid un calo a valore intorno al 10%.  Nel mondo del vino le riduzioni più significative riguardano in particolare le vendite verso il canale Ho.Re.Ca. ( che assorbe circa il 30% del vino venduto a volume e il 50% a valore), registrando a fine maggio perdite di 350 milioni di euro al mese. La proiezione di perdite per l’anno 2020 indica quindi una cifra che oscilla fra i 3 e i 4 miliardi di euro. Le perdite sono più significative per le aziende che vivono quasi esclusivamente sull’Ho.Re.Ca (dove si arriva anche a superare il 75% di riduzione), mentre è di circa il 20% il calo per chi lavora in modo più paritetico anche con la grande distribuzione o con altri canali di distribuzione come nel nostro caso.
Consapevoli di questo scenario, come Tommasi Family Estates non siamo stati fermi ed abbiamo attivato subito alcune contromisure, soprattutto per mantenere vivo il dialogo con i clienti.
webinar Tommasi - Piergiorgio Tommasi (002)
Grazie all’aiuto della nostra rete agenti, abbiamo organizzato tre giornate di webinar dedicate al mercato italiano e raccolto le adesioni di 100 clienti Ho.Re.Ca.
Durante queste masterclass online abbiamo degustato insieme le nuove annate dei nostri vini ed in particolare il nostro Lugana Le Fornaci, di cui avevamo precedentemente spedito i campioni ad ognuno dei referenti. Da sottolineare che si tratta di vini, che avremmo comunque promosso alla mescita in questa stagione.
I webinar si sono rivelati ottime occasioni per rimanere in contatto con i clienti, scambiare con loro opinioni e consigli, anche su possibili abbinamenti con i piatti da loro proposti.
Abbiamo avuto modo di confrontarci anche sulle prospettive per la ripartenza. Alcuni di loro si sono organizzati con il servizio delivery, e non si sono praticamente mai fermati;
altri, avendo più locali, stanno valutando di destinarne uno alla ristorazione e l’altro al solo servizio da asporto.
Dal mese di maggio siamo entrati in una fase di rilancio dell’attività commerciale, anche nelle forme tradizionali, che sta dando buoni frutti.
Questo, sempre e naturalmente con la consapevolezza che la situazione è ancora in piena evoluzione.
Lo confermano le testimonianze che ci provengono dalla stessa nostra rete commerciale.
A questo proposito, due importanti testimonianze che fotografano alcune situazioni territoriali e di target.

Luca Visentin:
«Io seguo la provincia di Grosseto, dove stanno pian piano aprendo le strutture balneari, sanificate come da indicazioni governative. Per noi, quindi, prende ora il via un periodo che prevede aumento delle presenze e consumi sostenuti, per lo meno a livello di volumi. Il valore medio delle bottiglie invece sarà probabilmente più contenuto rispetto agli altri anni: avremo un bel consumo di prodotti come il Lugana o la Valpolicella Classico, perfetti alla mescita e con un’ottima qualità prezzo. I ristoratori stessi probabilmente prediligeranno questo tipo di selezione, per ripartire con vini più importanti da settembre. Sarà quello il momento di Ripasso e Amarone che saranno anche più pronti, avendo affrontato un più lungo periodo di affinamento in bottiglia»
 Fabio Citterio:
«Rappresento l’azienda Tommasi da 30 anni nelle province di Como e Lecco. In queste zone ho visto le prime riaperture subito dopo il 18 maggio. Nelle strutture che ho visitato ho notato buoni segnali di ripresa. Credo che in questa situazione riusciranno a lavorare quei locali che danno molta importanza alla sanificazione degli ambienti e all’attenzione per i propri dipendenti; soprattutto quei locali che dispongono di spazi all’aperto e che dedicano grande cura alla pulizia generale di ogni ambiente. Sono gli stessi locali che negli anni hanno sempre mantenuto uno standard qualitativo alto, dove il prezzo medio è piuttosto sostenuto, ma giustificato da un servizio impeccabile. Ne gioveranno quindi anche vini dal prezzo medio più alto, come Ripasso e Amarone, di quei produttori, come Tommasi, anch’essi noti per la cura degli ambienti e dei prodotti»
 

La Valpolicella Classica in tre grandi vini, firmati Tommasi
Sono tre i grandi vini identitari di Tommasi che raccontano la Valpolicella e la storia di una famiglia che ha dedicato tutta sé stessa al concetto di terroir.

Le colline che corrono a nord ovest di Verona fanno da scrigno a tre etichette tra le più apprezzate di Tommasi Family Estates.
Amarone, Ripasso e Rafaèl Valpolicella sono i prodotti su cui puntare nel prossimo periodo e da proporre sia per le carte vini dei menù delivery o da asporto; da suggerire per la carta vini o per avere al calice dei grandi classici, che sapranno soddisfare tutti i palati, anche i più esigenti.
4P3A6362
Amarone
della Valpolicella Classico docg

Uve: Corvina Veronese 50%, Corvinone 15%, Rondinella 30%, Oseleta 5%, provenienti dai vigneti La Groletta e Conca d'Oro situati nella zona classico-storica della Valpolicella.
Alcol 15 % by vol. Temperatura di servizio 18° C.

Un nome di fama internazionale per un vino maestoso, di straordinario vigore e sostanza, ottenuto grazie all’appassimento delle uve per tre mesi nel fruttaio e a un affinamento di tre anni in botti di rovere di Slavonia da 35 ettolitri.
È così che l’Amarone Classico DOCG di Tommasi acquisisce un colore rosso rubino intenso, con riflessi porpora, mostrando tutta la sua intensità e finezza, sprigionando sentori di ciliegia matura e prugna. Dal carattere complesso e vellutato, al palato risulta pieno e corposo, con tipiche sfumature di uva appassita, offrendo un abbinamento ideale per carni rosse, selvaggina e formaggi stagionati.
Ripasso
Valpolicella Classico Superiore DOC

Uve: Corvina 70%, Rondinella 25% e Corvinone 5%, provenienti da vigneti dei Cru Conca d’oro e La Groletta, nella zona collinare della Valpolicella Classica.
Alcol 13% by vol. Temperatura di servizio: 16-18°C.
Con il Ripasso è il frutto dell’esperienza e di un metodo preciso di ripassare la migliore selezione del Valpolicella sulle vinacce dell’Amarone, aggiungendo nobiltà a nobiltà, impreziosendone gli aromi, irrobustendone corpo, amplificandone la complessità.
Un lungo, accurato processo che prevede la fermentazione in botti di acciaio per circa quindici giorni, rifermentazione sulle vinacce dell’Amarone per circa 12/13 giorni, affinamento di almeno diciotto mesi in botti di rovere di Slavonia da 65 ettolitri. E, infine, una sosta di sei mesi in bottiglia.
Il Ripasso si presenta con un colore rosso rubino intenso e luminoso, ricco al naso e intensamente speziato, su cui affiorano note di ciliegia matura, confettura, tabacco, pepe nero. Al palato è elegante e corposo, con tannini morbidi, setosi e grande persistenza.
La spiccata personalità del Ripasso si esalta nell’abbinamento di piatti della cucina di terra, in particolare con bolliti, brasati, carni rosse alla griglia.
Rafaèl
Valpolicella Classico Superiore DOC

Uve:  Corvina 60%, Rondinella 25% e Molinara 15%, colte nell’omonimo vigneto.
Alcol: 12,5% by vol. Temperatura di servizio: 14-16°C.

In questo vino, che prende nome dall’omonimo vigneto, allevato a pergola veronese, c’è molto della storia di famiglia, è infatti il primo vigneto impiantato dal fondatore Giacomo Tommasi. Un vino che si fa notare per l’eleganza e la grazia, le cui uve sono sottoposte a macerazione e fermentazione per dodici giorni e affinate quindici mesi in botti di rovere di Slavonia da 65 ettolitri. Il risultato è un rosso rubino brillante, con intensi toni floreali e fruttati, che mettono in evidenza la ciliegia matura. Sottile e vellutato al palato, convince per la gustosa e persistente freschezza del frutto.
Pieno di carattere e vivace, Rafaèl descrive l’animo veneto, le sue radici agricole e raffinate.

Per tutti questi motivi, mostra la sua natura versatile in grado di abbinarsi ai primi piatti, ai sughi corposi, arrosti e carni bianche, ai formaggi di media stagionatura, ben figurando anche con i piatti speziati della cucina orientale e le zuppe di pesce.


Tommasi Talks dirette Instragram

Ogni settimana a partire dal 9 aprile e per tutto il mese di maggio sono in programma i “Tommasi talks”: dirette sul canale Instagram @Tommasiwine, dove si parla di quotidianità e di prospettive future, mercato, territori e di passioni.
Queste dirette Instagram saranno condotte da Giancarlo, Piergiorgio, Pierangelo e Stefano Tommasi con il supporto anche degli enologi Emiliano Falsini e Fabio Mecca Paternoster, che seguono con Giancarlo la produzione rispettivamente nelle tenute Toscane e quelle del Sud Italia, Basilicata e Puglia.
Ogni live è un dialogo aperto con un ospite speciale: sommelier, importatori, giornalisti, ristoratori ed opinion leaders del mondo del vino.
I followers sono tutti invitati a partecipare con le loro domande e a condividere con l’hashtag #ilprimobrindisi, il luogo d’incontro virtuale ed il vino che degusteranno.
Le relazioni forti che ci legano ai nostri partner commerciali e i nostri clienti sono stati il motore per dare il via a questi dialoghi per condividere con un'ampia audience la nostra passione per il vino, anche in tempi di Coronavirus. Anzi quest’emergenza, ha fatto sì che pur lontani, ci sentissimo tutti più vicini e con il desiderio di condividere i nostri vini e le nostre passioni.
La serie di live nasce anche con la volontà di presentare le nuove annate dei nostri prodotti agli operator, agli opinion leaders e alla comunità digitale di Tommasi, non potendo incontrare tutte queste persone durante eventi dedicati.
Grazie al potere dei social media i “Tommasi talks” vogliono divenire un’occasione per permettere al più ampio numero di professionisti e wine lovers di poter accedere virtualmente ai nostri restando a casa e soprattutto poter interagire con il nostro Team di Enologi, i membri della famiglia Tommasi ed i nostri ospiti tutti a disposizione in un dialogo aperto.
Di seguito il calendario degli appuntamenti in programma:
9 Aprile -  Giancarlo e Pierangelo Tommasi degustano insieme Le Fornaci Lugana
15 Aprile - Stefano con Serena Codognola
16 Aprile - Piergiorgio con Luca Nicolis di Bottega Vini
23 Aprile - Pierangelo Tommasi con Vintus, Importatore USA
24 Aprile - Fabio Mecca Paternoster con Andrea Radic
29 Aprile - Pierangelo Tommasi con Michaela Morris, giornalista canadese
30 Aprile - Giancarlo Tommasi con Chiara Giannotti di Vino.tV


Tommasi x Seletti a Vinitaly e Fuori Salone

TOMMASI FAMILY ESTATES con SELETTI
Partnership per Vinitaly Verona e Design Week Milano

Sarà una collaborazione straordinaria quella della famiglia Tommasi con Seletti, firma eclettica del design italiano, da Vinitaly & the City a Verona fino a Milano per la Design Week.
seletti-tommasi-designweek-lugana-salonedelmobile-2019    seletti-tommasi-designweek-2019      seletti-verona-vinitaly2019-tommasi
Una partnership che unisce due marchi italiani, simbolo del Made in Italy in tutto il mondo, che hanno lo scopo comune, seppure in settori diversi come il vino e il design, di esaltare l’arte della tavola. Due aziende con radici familiari, che si caratterizzano per la grande progettualità e spinta dinamica verso una creazione di prodotti che ne esprimono la passione e la dedizione.

SELETTI NIGHT A VERONA

55935581_577168113106559_7760265653373632512_o
Verona Sabato 6 Aprile al Seletti Store di Via Rosa 4D durante Vinitaly & City a partire dalle ore 18.00
DETTAGLI EVENTO

LAZY CRAZY NIGHT A MILANO

55759799_416884332191327_5410296691326713856_o
Milano Martedì 9 aprile alla Design Week nello store di Corso Garibaldi 117.
DETTAGLI EVENTO
In entrambe le occasioni saranno in degustazione alcune delle più note etichette di casa Tommasi come Le Fornaci Lugana ed il Ripasso Valpolicella Classico Superiore doc ed il vino icona: l’Amarone della Valpolicella Classico docg.
 
Una partnership a cui la famiglia di produttori veneta tiene in particolar modo questa con Seletti, un’azienda familiare storica del design italiano. Seletti oggi è un brand sinonimo di valore, movimento, provocazione, innovazione, accostamento originale, arte fusa ad icone del quotidiano, che vuole rappresentare una nuova poetica della produzione e del quotidiano, un viaggio continuo nell'idea della bellezza, che si contrappone con la storicità e tradizione del brand Tommasi, in un connubio vincente.
Il marchio italiano Seletti ci trasporta in un universo anticonformista, ludico ed affascinante dove la parola d’ordine è la creatività. In fase con la sua epoca, Seletti infonde vitalità nel design ed incoraggia una concezione alla frontiera tra l’arte contemporanea ed il design industriale. Le creazioni Seletti apportano alla vita di tutti i giorni un po’ di carattere e fantasia.
 
Tommasi dal canto suo, forte del ruolo da pioniere nella terra della Valpolicella, le sue origini e i valori di famiglia contadina, attraverso la valorizzazione delle Tenute, si impegna a deliziare gli amanti del vino del tutto il mondo, diventando un riferimento per lo sviluppo sostenibile dell’economia del vino e dell’autentico enoturismo italiano secondo una visione d’insieme.
 
Arte, intrattenimento, convivialità, innovazione ed originalità sono sinonimi di Seletti e di Tommasi Family Estates: un sorprendente viaggio incessante; un filo conduttore di concetti e ispirazioni, per vivere il quotidiano con creatività e gusto.
 


Vinitaly & The city 2018: Tommasi & Jo Malone London

Vinitaly & The city 2018

Tommasi e Jo Malone London | Fragrance Combining
Una Deguastazione Multisensoriale

Sabato 14 aprile, durante Vinitaly & the City, dalle 17.00 alle 20.00 Tommasi vi invita tra le affollate vie del centro storico da Jo Malone London, il rinomato brand di fragranze e profumi (www.jomalone.com).
jomalone-tommasi-wine-tasting
Presso lo store in via Mazzini 40 sarà possibile degustare 6 vini Tommasi Family Estates in abbinamento alle colonie, per un’esperienza sensoriale unica nel suo genere.
In degustazione Caseo Pinot Nero Brut, Tommasi Le Fornaci Lugana, Tommasi Amarone della Valpolicella, Tommasi Fiorato Recioto della Valpolicella, Tommasi Monte Croce Passito bianco, Casisano Brunello di Montalcino. (evento su invito)
 


TOMMASI AT PROWEIN 2018 - H16 B02

Per la prima volta nel mercato tedesco Paternoster e Masseria Surani
Tommasi lancia Aglianico e Primitivo in Germania
Vetrina d’eccezione Prowein dal 18 al 20 marzo 2018
Parte domenica 18 e si concluderà martedì prossimo 20 marzo a Düsseldorf in Germania, Prowein, la fiera specializzata dedicata al business internazionale del settore vinicolo.
Tommasi Family Estates sarà presente con una doppia postazione, un proprio stand rinnovato ( H16 B02 ) e con lo storico importatore Schlumberger ( Hall 14 Stand D91 ), con cui l’alleanza è salda dagli anni ’70.
Doppia anche la novità: è ufficiale, infatti, l’accordo con Schlumberger per introdurre nel mercato tedesco i vini di Paternoster e Masseria Surani, che saranno a disposizione in Germania a partire dal prossimo Aprile.
«La Germania oltre ad essere un mercato storico – afferma Pierangelo Tommasi, direttore esecutivo – è certamente uno dei più importanti in Europa. Dopo una leggera flessione del mercato nel 2016, il 2017 ha segnato una buona ripresa per i nostri vini, in particolare l’Amarone. Era il momento giusto per lanciare altri due grandi rossi, come l’Aglianico di Paternoster e il Primitivo di Masseria Surani.»
Patenoster è un marchio che ha fatto la storia dell’Aglianico del Vulture, ha sede a Barile in Basilicata. La tenuta si estende su 20 ettari di terreno di origine Vulcanica e produce circa 120.000 bottiglie. È del 2016 l’alleanza produttivo-commerciale con la famiglia Tommasi, che ha una partecipazione di maggioranza.
Masseria Surani è di proprietà  Tommasi dal 2014 ;  si estende per 80 ettari a Manduria,in Puglia, a pochissimi chilometri dal mare. La produzione è di circa 165.000 bottiglie, non solo Primitivo, ma anche Fiano e Negroamaro nelle versione rosata.
Rudolf Knickenberg, presidente di Schlumberger, dichiara: «Sono orgoglioso e felice di poter includere nel nostro porfolio vini di marchi prestigiosi come Paternoster e Massseria Surani. Da decenni collaboriamo con la famiglia Tommasi, garante di vini autentici, eleganti e di alta qualità
Schlumberger con sede a Meckenheim, è una delle principali società di distribuzione di vino, spumanti, distillati e specialità di alta gamma in Germania.
Si aprono dunque nuove possibilità per Tommasi Family Estates in un mercato chiave come la Germania. Prowein sarà comunque una vetrina d’eccezione anche per gli altri marchi del sistema Tommasi, in particolare Casisano, che con Paternoster e Tommasi è uno dei tre diamanti della Trilogia di Emozioni, l’espressione di tre vini che celebrano la diversità, la storia, l’armonia e l’eleganza: Casisano Brunello di Montalcino, Paternoster Aglianico del Vulture e Tommasi Amarone della Valpolicella Classico.
_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________
Paternoster and Masseria Surani for the first time in the German market
Tommasi launches Aglianico and Primitivo in Germany
exceptional showcase Prowein from 18 to 20 March
It will start on Sunday 18 March and will close on Tuesday 20 March in Düsseldorf, Germany, Prowein, the specialized trade fair dedicated to the international wine business.
Tommasi Family Estates will attend it with a double position, its own renovated stand (H16 B02) and with the historic importer Schlumberger (Hall 14 Stand D91), with which the alliance is firm since the '70s.
Double news as well: it is official, in fact, the agreement with Schlumberger to introduce the wines of Paternoster and Masseria Surani into the German market, which will be available starting from next April.
«Germany, in addition to being a historical market - says Pierangelo Tommasi, executive director - is certainly one of the most important in Europe. After a slight downturn in 2016, 2017 marked a good recovery for our wines, in particular Amarone. It was the right time to launch two more great reds, like Paternoster Aglianico and Masseria Surani Primitivo».
Patenoster is a brand that has made the history of the Aglianico del Vulture, it is based in Barile in Basilicata. The estate covers 20 hectares of land of volcanic origin and produces about 120,000 bottles. The production-business alliance with the Tommasi family, which has a majority shareholding, was signed in 2016.
Masseria Surani has been owned by Tommasi since 2014; it covers 80 hectares in Manduria, in Puglia, just a few kilometers from the sea. The production is about 165,000 bottles, not only Primitivo, but also Fiano and Negroamaro in the rosé version.
Rudolf Knickenberg, president of Schlumberger, declares: «I am proud and happy to include in our wine  porfolio  prestigious brands such as Paternoster and Massseria Surani. For decades we have collaborated with the Tommasi family, guarantors of authentic, elegant and high quality wines. »
Schlumberger, based in Meckenheim, is one of the leading distribution companies for wine, sparkling wines, spirits and high-end specialties in Germany.
New possibilities are opening up for Tommasi Family Estates in a key market such as Germany.
Prowein will still be an exceptional showcase for the other brands of the Tommasi system, in particular Casisano, which with Paternoster and Tommasi is one of the three diamonds of the Trilogy of Emotions, the expression of three wines that celebrate diversity, history, harmony and elegance: Casisano Brunello di Montalcino, Paternoster Aglianico del Vulture and Tommasi Amarone della Valpolicella Classico.