Tommasi omaggia il Lago di Garda: il progetto Le Fornaci Lugana non si ferma

 In arrivo due novità assolute che Tommasi presenta insieme al Lugana doc 2020:
Le Fornaci Rosé e, nei prossimi mesi, il Lugana doc Riserva 2018 

I filari di Tenuta Le Fornaci, una cornice unica, il Lago di Garda che diventa il perfetto connubio tra vitigni e territorio: la famiglia Tommasi è pronta ad arricchire il progetto Le Fornaci con la nuova annata di un grande classico della scuola vitivinicola veronese, il Lugana DOC 2020, e due novità assolute: Le Fornaci Rosé 2020 e Le Fornaci Lugana DOC Riserva 2018, che verrà presentato entro la fine dell’estate.

«Il Lugana è un vino elegante e intenso, che racchiude i profumi delicati e freschi del Lago di Garda – commenta Giancarlo Tommasi, enologo di Tommasi Family Estates –. È anche un vino storico, capace di esprimere le qualità di un territorio unico che la nostra famiglia, da generazioni, è impegnata a valorizzare. Il progetto Le Fornaci è nato proprio per questo, per rendere omaggio a paesaggi incredibili e a una regione vinicola tra le più vocate d’Italia attraverso i vini che produciamo, l’enoturismo e soprattutto quella cultura dell’ospitalità che da sempre ci contraddistingue. Il 2021, sulla scia dell’anno passato, non sarà probabilmente un anno facile, ma abbiamo deciso di puntare in alto e di dare un segnale: la famiglia Tommasi c’è e grazie al lavoro appassionato delle donne e degli uomini nelle nostre tenute ed è pronta a presentare novità entusiasmanti. Oltre al nuovo Lugana 2020, sono in arrivo infatti Le Fornaci Rosé, un vino esclusivo, intrigante, dal bouquet floreale e dal sorso vibrante e, nei prossimi mesi, Le Fornaci Lugana Riserva 2018: un vino che esprime l’esaltazione della massima espressione del lago di Garda, la nostra idea di perfetta unione tra vitigno e territorio». 

Le Fornaci Rosé è un blend che nasce dall’incontro fra i vitigni autoctoni Turbiana (90 %) e Rondinella (10%) e rappresenta una particolare interpretazione del terroir, l’incontro ideale tra le due sponde del lago: la Turbiana proveniente da Tenuta Le Fornaci, alle porte di Sirmione, e la Rondinella da un vigneto di proprietà, sito a Peschiera del Garda. La particolare colorazione del vino è il risultato di un meticoloso lavoro, dall’attenta selezione delle uve alla maniacale cura durante le fasi di pressatura e vinificazione. Il colore tenue, i cui riflessi ricordano petali di rosa, introduce il ricco bouquet: fragrante e fine, con aromi di pompelmo rosa, fiori di pesco, cenni minerali e buccia di mandarino. Maturato in acciaio, Le Fornaci Rosé regala un sorso fresco, fragrante e sottile, con una vibrante acidità che riporta note di scorze di agrumi, e finale persistente ed armonico. Il rosato racchiude nella sua complessità la filosofia della famiglia Tommasi, che promuove la produzione di qualità, attraverso l’innovazione tecnologica nel rispetto dell’ambiente e della grande tradizione vitivinicola del territorio. 

Servito fresco, Le Fornaci Rosé è perfetto per l’aperitivo e in abbinamento a delicati antipasti. Si esalta con i secondi piatti di pesce o i piatti della cucina orientale. Ideale per accompagnare la pizza e con una versatilità che lo rende un vino per ogni occasione. 

Le Fornaci Lugana DOC Riserva 2018 sarà pronto entro la fine dell’estate, prodotto da una selezione manuale delle uve più importanti che daranno un grande vino, intenso e complesso. Dopo la fermentazione in acciaio, il 25% della produzione riposa in botti di legno francese da 500 litri e il 75% in acciaio, entrambe per 18 mesi. Seguono l’assemblaggio e il riposo in bottiglia per almeno 6 mesi. 

Il progetto Le Fornaci Lugana non si ferma ed è pronto ad emozionare ancora con i nuovi vini firmati Tommasi. 


Primavera: Tommasi Welcome Area è aperta

La cantina di Tommasi nel cuore della Valpolicella Classica ha aperto le porte alla Primavera ed è pronta ad accogliervi con passione ed entusiasmo per offrirvi un’esperienza in tutta sicurezza.

Il nostro territorio circondato di gentili colline e disegnato dai vigneti è pronto a darvi il benvenuto per respirare i colori e i profumi della Valpolicella in uno dei momenti più belli dell'anno, quando i ciliegi ed i peschi sono fioriti e le vigne ricominciano il loro ciclo vegetativo.

La Welcome Area di Tommasi è un luogo accogliente capace di raccontare passato, presente e futuro della famiglia Tommasi.

In esclusiva per questo periodo è possibile ricevere tutta la gamma dei vini Tommasi Family Estates comodamente a casa, in nostri wine specialists sono a disposizione per consigliarvi i migliori abbinamenti.
Scopri QUI i dettagli.

Il nostro Wineshop è aperto dalle 10.00 alle 16.00, dal lunedì al sabato.
Per Verona e provincia è possibile effettuare il ritiro e il pagamento presso il Wine Shop di Pedemonte o in alternativa la consegna al proprio domicilio su appuntamento.

La nostra Welcome Area è un luogo dove sentirsi accolti e protetti.
SCOPRI le nostre proposte di visita e le degustazioni.

Abbiamo predisposto tutte le misure necessarie per tutelare chi ci verrà a trovare, le priorità per noi sono la cura e rispetto per i nostri Ospiti, a salvaguarda della loro salute e comfort.
Ti aspettiamo!!

 


Volata in Valpolicella #4 tappa - Valle di Sant'Ambrogio

La quarta tappa di Volata in Valpolicella, ideata dal campione Damiano Cunego, ci porta alla scoperta delle colline della Valle di Sant’Ambrogio assieme all’enologo Giancarlo Tommasi per degustare i piatti della Trattoria dalla Rosa Alda  in abbinamento al nostro Tommasi Amarone della Valpolicella Classico Docg.

PERCORSO

Ottieni il percorso su Strava
Scarica la prima tappa GPX o TCX

 

In questa quarta tappa proposta da Damiano Cunego, si parte verso Castelrotto per un veloce riscaldamento, prima di scendere a Sant’Ambrogio per imboccare la prima asperità di giornata: la salita di San Giorgio Ingannapoltron.
Dopo aver scollinato a Mazzurega, segue la discesa verso Fumane e in successione si affrontano la salita della Pendola e della Masua. Si rientra a Pedemonte passando dal centro abitato di Negrar.

Il percorso copre circa 50 km con un dislivello di 920 m. Vale sempre la regola di godersi il percorso ed i panorami che si aprono lungo la pedalata.

Nel cuore della zona classica dei grandi vini della Valpolicella, c’è un luogo di ristoro e riposo di grande tradizione, la Trattoria Dalla Rosa Alda. La famiglia Dalla Rosa si dedica al mestiere della ristorazione e mescita dal 1853. Da allora e sempre accolgo amanti della buona cucina e del buon vino nel villaggio di San Giorgio di Valpolicella, nel Comune di Sant’Ambrogio, ai piedi del Monte Solane, a mezza via tra la città di Verona e il Lago di Garda. San Giorgio fa parte del club dei Borghi più belli d’Italia.

Le Polpettine di carne ed erbe selvatiche cotte sul fogolar sono il piatto proposto in degustazione con il nostro Amarone della Valpoicella Classico docg. Potete ritrovare le Polpettine nel loro menù di primavera del ristorante e se volete testare la vostra abilità trovate a questo link la ricetta. Buon Appetito!


Volata in Valpolicella #3 tappa - Valle di Marano

La terza tappa di Volata in Valpolicella ideata dal campione Damiano Cunego ci porta alla scoperta delle colline della Valle di Marano e a degustare i piatti dell’Antica Osteria Paverno  in abbinamento al nostro Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore Doc. 

PERCORSO

Ottieni il percorso su Strava
Scarica la prima tappa GPX o TCX

Questo terzo percorso proposto da Damiano Cunego

Antica Osteria Paverno è uno storico locale (“ostaria”) nel cuore della Valpolicella classica.  L’osteria, a conduzione familiare, si caratterizza per uno stile rustico e tradizionale. La cucina propone piatti tipici veronesi legati alla tradizione e al territorio realizzati con prodotti selezionati e di qualità che variano in base alle stagioni.

Uno tra tutti, scelto per questa tappa, sono i Tortelli al Monte Veronese di Malga, Pero Misso della Lessinia e ricotta affumicata. Per creare la ricetta comodamente a casa puoi scaricarla qui.


Vinous premia Tommasi

Vinous ha pubblicato il reportage sui vini della Valpolicella di Eric Guido.
Vinous è il risultato della visione di Antonio Galloni di una moderna pubblicazione sul vino.
Oggi Vinous ha abbonati in oltre 100 paesi in tutto il mondo ed è una delle pubblicazioni sul vino più rispettate al mondo.
Siamo felici e orgogliosi di condividere i riconoscimenti meritati e quanto ha scritto su di noi Eric Guido:

La cantina Tommasi presidia 242 ettari di vigneto, di cui 115 in Valpolicella Classica, eppure per tutte le sue dimensioni il livello qualitativo rimane notevolmente elevato. Inoltre, il team di vinificazione, guidato dalla quarta generazione Giancarlo Tommasi, attribuisce la massima importanza al terroir, che comunica in modo eccellente in tutto il portafoglio. A mio parere, l'Amarone Classico rimane un punto di riferimento del vino tradizionale della regione. Consiglio anche il Ca 'Florian Riserva, che trascorre circa un anno del suo affinamento in barriques, se il sentore in più di spezie e tannini del legno fa per te. Rimanendo in tema di Amarone, la degustazione del nuovo De Buris Riserva ha davvero stuzzicato il mio interesse. Un altro tentativo di uno stile più fresco per la categoria, questo nuovo imbottigliamento di Tommasi proviene da una delle loro parcelle più alte nel vigneto La Groletta a Sant'Ambrogio, che è stato piantato negli anni '70 e, dal 2020, è stato completamente riconvertito per diventare biologico certificato. Un altro merito della casa è l'importanza che attribuiscono al Valpolicella Classico Superiore Rafael, prodotto dal primo vigneto piantato da Giacomo Tommasi, fondatore dell'azienda.
Il vigneto Rafaèl rimane allevato con l'originale sistema della Pergola Veronese, che corre lungo i suoi terrazzamenti in pietra ( le marogne ), e mentre i suoi terreni di calcare e argilla non producono vini particolarmente longevi, racchiudono un sacco di carattere scuro e sapido nel casa Valpolicella.
Da notare anche il continuo interesse dell'azienda per lo sviluppo del Lugana DOC e per i suoi 45 ettari lì, che, ci anticipa il direttore delle esportazioni Pierangelo Tommasi, si espanderà presto oltre il normale imbottigliamento per includere una Riserva e un Rosé. Con tutta questa crescita e sviluppo (non dimentichiamo che la famiglia ha interessi anche a Montalcino e in Maremma), ci si potrebbe preoccupare che la qualità e la costanza ne risentano. Tuttavia, da quello che ho visto, il futuro di Tommasi è in mani molto capaci.

PREMI

93 | Tommasi Amarone della Valpolicella Classico docg 2016 
L'Amarone della Valpolicella Classico 2016 è piuttosto riservato e sobrio, ma in un modo accattivante che ti riporta al bicchiere. Rose, more, erbe aromatiche e un pizzico di agrumi speziati creano un bouquet seducente. Ha una consistenza vellutata, inaugurando un'onda cremosa di frutti rossi e neri maturi, intrecciati con minerali salati, mentre i fiori interni scuri si accumulano verso la chiusura. C'è molta potenza attualmente, poiché il vino ha una struttura giovane e tesa, con uno strato saturo di amarene essiccate, che invita ad immaginare ciò che verrà con alcuni anni di invecchiamento. Degno di nota è anche il 15% di alcol del 2016, che lo rende un'ottima opzione sia dentro che fuori dal tavolo da pranzo.

94 | Tommasi Ca' Florian Amarone della Valpolicella Classico docg Riserva 2012
L'Amarone della Valpolicella Classico Riserva Ca 'Florian 2012 non trattiene nulla, esplodendo dal bicchiere con un'enorme ondata di more e ciliegie medicinali immerse nel cioccolato fondente, completate da spezie autunnali e balsamiche. È potente e denso in bocca, mostrando una concentrazione e una persistenza sorprendenti, mentre un'esibizione più saporita di frutti di bosco aspri si mescola con agrumi aspri. Durante questo spettacolo inebriante, un nucleo di acidità piccante mantiene l'equilibrio. Non lo senti fino alla fine, ma c'è un rivestimento di tannino di legno pregiato che si rivela solo quando i frutti dalla consistenza glicerica di Ca' Florian svaniscono lentamente. Apri il 2012 ora per tutto il suo fascino iniziale, o lascialo in cantina per esplorare le sue profondità invisibili - in ogni caso, è un vero vino.

95 | De Buris Amarone della Valpolicella Classico doc 2009
L'Amarone della Valpolicella Riserva De Buris 2009 mostra il meglio di entrambi i lati dello spettro dell'Amarone. La gustosa salsa di lamponi e prugne è ulteriormente completata da note di pietrisco e fiori polverosi. Questi aromi continuano ad aumentare di volume con il tempo nel bicchiere, mentre sono uniti da un'esibizione seducente di ricche spezie marroni e moka. Questo ha una consistenza vellutata ma non pesante; infatti, è piuttosto deciso e speziato, con un nucleo di frutti rossi e neri concentrati che saturano tutto ciò che toccano con una sfumatura minerale e poi si ritirano per rivelare una nota di agrumi aspri. C'è un sottile strato di tannino che indugia, facendo un ottimo lavoro nell'incorniciare l'espressione, mentre questo si assottiglia in un pizzico amaro di amarena e cioccolato fondente. Il De Buris è un nuovo cru Riserva dalle quote più alte del vigneto La Groletta di Tommasi, che ospita viti di 30 anni affacciate sul Lago di Garda. Trascorre il primo anno di affinamento in rovere di Slavonia, seguito da altri cinque anni in botti da 15-30 ettolitri. Questa è solo la seconda annata per questo vino, che è stato un decennio di lavoro.

91 | Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore doc 2017
Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso 2017 è profondamente seducente con fiori polverosi sfumati di viola, spezie dolci e ribes nero. Qui trovo texture setose e dai toni freddi, ulteriormente accentuate da acidità vibranti, mentre i frutti di bosco dalle sfumature minerali e le note di lavanda leniscono i sensi. C'è una bellissima simmetria e persistenza, che si rivela potente e densa pur rimanendo energica, mentre i frutti scuri persistono a lungo. Questo è davvero molto bello e un ottimo rapporto qualità-prezzo nella sua categoria.

89 | Tommasi Rafaèl Valpolicella Classico Superiore doc 2018
Il Valpolicella Classico Superiore Rafael 2018 è piccante e selvaggiamente fresco, si solleva con ciliegie luminose fiorite in contrasto con le spezie marroni esotiche. Ha una consistenza morbida, lasciando il posto a un'espressione pura di frutti rossi e blu sfumati di viola, con acidi vivaci e minerali salati che creano tensione verso la chiusura. Non c'è carenza di energia qui, poiché il Rafael 2018 si assottiglia tra echi di bacche essiccate e fiori interni scuri.

89 | Le Fornaci Lugana doc 2019
Il Lugana Le Fornaci 2019 si solleva con una ricchezza mielosa, esibendo dolci fiori bianchi, mela matura, limone candito e sfumature di pasta di mandorle. Vanta consistenze oleose, frutti maturi del frutteto e dolci toni erbacei, compensati da acidi e minerali rinfrescanti. Il finale è lungo e notevolmente grazioso, si assottiglia alla nocciola e alle spezie saporite.

 

 


Volata in Valpolicella, in bici con Damiano Cunego nella terra dell’Amarone

Un vino storico, le ricette di quattro ristoranti e i percorsi ciclistici creati dal campione veronese per raccontare l’Amore per la patria dell’Amarone

 

Un’esperienza enoturistica nel cuore della Valpolicella, un viaggio alla scoperta di un territorio dall’antica tradizione enoica, impreziosito dagli imperdibili piatti della cucina locale e dai profumi inconfondibili dell’Amarone. È l’iniziativa che la famiglia Tommasi presenta in collaborazione con il campione veronese Damiano Cunego per raccontare l’amore ed il profondo legame con la Valpolicella.

 

«La Valpolicella Classica è un luogo unico – commenta Giancarlo Tommasi, enologo di Tommasi Family Estates – un posto dove tradizione e tecniche di lavoro ancestrali si fondono con l’innovazione tecnologica, in nome dello sviluppo sostenibile dell’economia del vino. L’amore, la cura e il rispetto per l’ambiente sono infatti i principi che ispirano questa nostra iniziativa, nata per promuovere l’enoturismo e permettere ai visitatori di scoprire paesaggi e sapori che appartengono da sempre a questi luoghi. La bicicletta diventa così il mezzo ideale per entrare in simbiosi con l’ambiente, in nome della piacevole lentezza che permette di gustare appieno il mondo che ci circonda. Il mio più sentito grazie va a Damiano Cunego e ai ristoratori che hanno sposato questa iniziativa, che spero possa incontrare anche il favore degli appassionati perché non c’è niente di meglio di una gita in uno splendido paesaggio, gustando un bicchiere di Amarone abbinato al piatto giusto.»

A partire dal 14 febbraio, per quattro settimane, turisti e appassionati avranno l’opportunità di pedalare virtualmente con il vincitore del Giro d’Italia lungo alcuni percorsi, che lo stesso Cunego ha creato per accompagnare i visitatori nello splendido paesaggio della Valpolicella Classica.

Un tour emozionale e gustativo durante il quale i cicloturisti potranno scoprire l’eleganza dell’Amarone Tommasi, in abbinamento ai piatti degli chef di quattro ristoranti del territorio. Ogni settimana, il blog di Tommasi racconterà con foto e video la Valpolicella Classica attraverso i piatti proposti dai ristoranti e i percorsi suggeriti da Damiano Cunego, di cui per tutti gli appassionati sarà possibile scaricare le tracce GPS, attraverso le app Garmin e Strava. Un tour in 4 tappe da 60/65 km ( 2 – 2.5 ore ) con partenza ed arrivo presso la sede di Tommasi a Pedemonte
Una “volata” dunque che parte dalla Valpolicella Classica, la terra dell’Amarone, ma che correrà per tutta la provincia veronese.

 

Prima tappa - Valle di Negrar
Percorso:tra le colline di Negrar, per scendere poi a Verona e lungo la ciclabile dell’Adige fino a Pescantina; risalita a Sant’Ambrogio, Gargagnago e Fumane ed infine ritorno a Pedemonte.

Ristorante:Trattoria Caprini- Torbe
Piatto e vino in degustazione: Lasagnette col ragù della Pierina con Tommasi Amarone della Valpolicella Classico docg 

Scopri di più qui

 

Seconda tappa - Valle di Fumane

Percorso: partenza verso Parona e imbocco della ciclabile lungo l’Adige fino a Sega di Cavaion. Direzione Sant’Ambrogio di Valpolicella, quindi salita a Monte per scollinare a Cavalo. Discesa verso la valle di Fumane e rientro in cantina da San Pietro in Cariano.

Ristorante: Enoteca della Valpolicella– Fumane
Piatto e vino in degustazione: Risotto al Vino Recioto della Valpolicella con Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore doc

Scopri di più qui

 

Terza tappa - Valle di Marano

Percorso: Si attraversa la vallata di Marano, salendo verso Santa Cristina nel comune di Sant’Anna d’Alfaedo in Lessinia, discesa verso Prun e quindi Negrar. Si sale poi Montecchio ed infine discesa passando per Avesa e quindi rientro in Valpolicella da Parona.

Ristorante: Antica Osteria Paverno - Marano
Piatto e vino in degustazione: Tortello col pero misso, Monte Veronese e ricotta affumicata con Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore doc

 

Quarta tappa – Valle di Sant'Ambrogio

Percorso: Partenza dalle colline di San Pietro in Cariano, passando per Castelrotto per poi proseguire verso Sant’Ambrogio. Si imbocca qui la salita che porta al borgo di San Giorgio Ingannapoltron e poi si sale ancora per scollinare a Mazzurega, rapida discesa a Fumane e poi due salite iconiche della Valpolicella “Pendola” e “Masua” prima di rientrare in cantina da Negrar.

Ristorante: Rosa Alda - San Giorgio di Valpolicella
Piatto e vino in degustazione: Polpettine di carne ed erbe selvatiche cotte sul fogolar e Polenta con Tommasi Amarone della Valpolicella Classico Superiore docg

 


Paternoster Synthesi Smart Buy Wine Spectator

"A tutti piace fare un buon acquisto, e in questi tempi, il valore delle cose ed il risparmio sono  considerazioni sempre più importanti.
Wine Spectator è sempre molto entusiasta di consigliare vini che offrono alta qualità a un prezzo accessibile"
M. Shanken, Wine Spectator

Se stai cercando una bottiglia da riporre e conservare per un'occasione speciale o un vino da godere ogni giorno: Paternoster Synthesi Aglianico del Vulture doc 2017 è il tuo vino!
La rivista americana Wine Specator ha pubblicato sul numero di gennaio 2021 la lista dei Best and Smart Buys dell'anno ed il nostro Paternoster Synthesi è incluso e consigliato.

Il prodotto che meglio sintetizza la tipologia, il territorio, la struttura, la longevità del vino Aglianico del Vulture e  la filosofia Paternoster.
Se non conosci l'Aglianico del Vulture, Synthesi è il punto di partenza.
Di colore rosso rubino vivace, presenta un bouquet etereo, fragrantemente fruttato di more, mirtilli, frutti di bosco e pepe.
Al palato è secco e vellutato, con tannini ben integrati; rivela grande equilibrio e un retrogusto persistente.

Scaricare la rassegna stampa e i premi.

 

 


5 motivi per cui essere fieri di questo 2020

Il 2020 è stato un anno che non dimenticheremo.
Non per il fatto che ha messo tutti alla prova, ma perché ha portato risultati davvero degni di nota.

  1. Una pioggia di riconoscimenti ha premiato il lavoro svolto da Giancarlo con il team degli enologi Emiliano Falsini e Fabio Mecca- Paternoster.
    Il Ca’ Florian Amarone della Valpolicella Classico docg Riserva 2012 si è aggiudicato i Tre Bicchieri del Gambero Rosso 2021,la Corona della guida ViniBuoni d’Italia 2021, i 5 Grappoli della Guida Bibenda 2021, le 3 Stelle della Guida Veronelli 2021 e ottimi punteggi dalla critica internazionale, su cui spiccano i 94 punti di James Suckling e di Falstaff.
    Tre Bicchieri Gambero Rosso e 5 Grappoli della Guida Bibenda anche per il Casisano Brunello di Montalcino 2015 doc, che ha fatto l’en plein meritando 90+ punti dalle più rinomate testate internazionali come James Suckling, Vinous, Decanter, Falstaff e Meininger’s, in particolare i 94 punti di Wine Spectator.
    Premi che sono arrivati anche per Paternoster che si conferma icona e benchmark per l’Aglianico del Vulture: Don Anselmo Aglianico del Vulture doc 2015 e Rotondo Aglianico del Vulture doc 2017 sono ai vertici di tutte le classifiche.
  2. Il 2020 è stato un anno significativo e molto importante per il nostro progetto Le Fornaci. Credendo fortemente nel vino e nel territorio del Lugana, abbiamo coltivato il sogno di poter espandere ed allargare il progetto. La Tenuta Le Fornaci si compone di tre vigneti principali dislocati in differenti aree del Lugana DOC per un totale di 45 ettari: due parcelle situate nell’entroterra e una più grande verso il Lago di Garda a Sirmione.
    Un evento con la stampa a fine agosto su un veliero fra vento, vocazione e vino è stato il battesimo di questo progetto legato al Lugana doc, a cui teniamo particolarmente. La risposta positiva a Le Fornaci Lugana doc 2019 è arrivata anche dalle buone performance nei principali mercati di riferimento e dai riconoscimenti meritati.
    È tutto pronto, dunque, per il 2021 che vedrà il lancio, in primavera, del Le Fornaci Rosè 2020 un blend che stupirà i palati più esigenti e poi in autunno de Le Fornaci Lugana doc Riserva 2018.
  3. Il 2020 ha visto un incremento dell’attività digitale. Abbiamo organizzato i Tommasi Digital Days, giornate dedicate alla formazione della nostra forza vendita italiana e degli appuntamenti speciali con i clienti Ho.Re.Ca. Moltissimi i seminari e le degustazioni digitali organizzati con gli importatori ed i clienti stranieri in ogni parte del mondo. Il contatto, l’importanza di mantenere e rinsaldare le relazioni costruite in questi anni sono stati dei punti focali della nostra attività.
    Anche per i consumatori sono stati organizzati meeting speciali come i live di Instagram e le Cene con l’Enologo, in cui Giancarlo Tommasi si è messo a disposizione con qualche ospite speciale per raccontare il vino ed il suo lavoro; eventi che ci hanno letteralmente portato nelle case di chi ci segue e dove il vino è stata la forza conviviale che ha unito i partecipanti.
    L’attività digitale ha anche influito sui numeri di fine anno dove possiamo vedere un segno positivo per le vendite retail ed e-commerce, il vero boom del 2020.
  4. Non ci siamo mai fermati, abbiamo progetti da terminare e nuovi da lanciare. Abbiamo lavorato e stiamo lavorando per l’ampliamento e l’adeguamento della sede di Pedemonte, chi è venuto a trovarci al nostro Wine Shop ha visto i lavori in corso ed apprezzato quanto stiamo facendo per garantire sempre la massima qualità.
    Stiamo definendo i progetti per l’ampliamento delle cantine a Casisano-Montalcino, Poggio al Tufo-Maremma e Caseo-Oltrepò ed abbiamo ultimato l’impianto di nuovi vigneti in particolare a Poggio al Tufo e Masseria Surani in Puglia.
    Ci sono anche progetti legati strettamente al vino che vedranno la luce il prossimo anno: primo fra tutti il lancio la prossima primavera del Metodo Classico dalla tenuta Caseo in Oltrepò Pavese, la patria del Pinot Nero.
  5. Ciò che non è mancato mai nel 2020 è stata la Forza della Famiglia; una famiglia unita ed organizzata che ha saputo rispondere con prontezza e flessibilità ai cambiamenti imposti da una situazione mutevole. L’anno che sta per finire ha imposto di trovare soluzioni alternative e di sapersi adeguare velocemente per gestire al meglio un’azienda importante e responsabile soprattutto delle risorse umane, a cui si è voluto garantire il lavoro prima di tutto; nonostante non sia stato un anno facile, il 2020 ci ha permesso anche di compiere nuove assunzioni ed allargare la squadra dei nostri collaboratori

Un 2020 che ha portato gratificazioni, creatività e progettualità. Attendiamo ora con fiducia e speranza il 2021 ormai alle porte.


Crearo, quando l'internazionale si fa autoctono

Un vino simbolo dell’incontro tra la tradizione della Valpolicella e la creatività dell’enologo Giancarlo Tommasi.

Il Crearo della Conca d’Oro unisce infatti le uve autoctone Corvina e Oseleta al Cabernet Franc, un blend del tutto nuovo ed inconsueto per la Valpolicella Classica.
Il Crearo è un vino pensato fuori dagli schemi, per esaltare il nostro terroir; un vino che rappresenta uno stile trasversale e moderno.

Il Crearo è un blend di Corvina, Oseleta e Cabernet Franc; le uve sono selezionate nel prestigioso cru Conca d’Oro, nella Valpolicella Classica, dove la famiglia Tommasi possiede 9 ettari.

Dopo una macerazione per 15 giorni a temperatura controllata di 21-23°C, l’affinamento prosegue per 6 mesi in tonneau di rovere francese da 500 litri ed ulteriori 12 mesi in botti di Rovere di Slavonia da 65 hl; il vino riposa poi in bottiglia per sei mesi. Rosso rubino intenso e luminoso, offre un ricco bouquet di sentori delicatamente erbacei, fruttati e speziati, con note di viola, ciliegia matura, tabacco e vaniglia. Al palato è pieno e corposo, con tannini ben presenti e vellutati e una speziata sapidità che dona una gradevolissima e ottima persistenza.

« Il Crearo è un vino che abbiamo pensato sulla collina della Conca d’Oro in Valpolicella Classica nel 1997 e abbiamo deciso di impiantare anche del Cabernet Franc. Un uvaggio del tutto nuovo ed inconsueto per la Valpolicella, ma che si è dimostrata una scelta vincente per le qualità di questo uvaggio internazionale che ben si sposa con le caratteristiche delle uve autoctone. Il Crearo è un vino pensato fuori dagli schemi, per esaltare il nostro terroir; un vino che rappresenta uno stile trasversale e moderno». - Giancarlo Tommasi, enologo


Black Friday - Il regalo perfetto esiste

I nostri Wine Specialist sono a disposizione per guidarti alla scoperta dei vini Tommasi Family Estates e per una sessione di shopping unica con consigli su misura per te, il tutto in ambiente tranquillo ed in totale sicurezza.

Contatta un nostro wine specialist per prenotare una visita al Wineshop.

Puoi scrivere a shop@tommasi.com o via whatsapp al +393209670514 dal Lunedi al Sabato dalle 10.00 alle 18.00

PRENOTA UN APPUNTAMENTO

Stappa i migliori vini o prenota una degustazione in cantina per regalarti un momento indimenticabile.
Non perdere l’occasione! Goditi i nostri best seller e le novità esclusive.

Una selezione esclusiva, che vi dà l’opportunità di bere grandi vini come il Crearo della Conca d’Oro, un vino simbolo dell’incontro tra la tradizione della Valpolicella e la creatività dell’enologo Giancarlo Tommasi, uve autoctone e internazionali in un blend strepitoso.
Se invece preferite i bianchi, ma volete provare qualcosa di particolare, perché non volare a sud, in territorio sorprendente come il Vulture e provare il Paternoster Vulcanico? Paternoster Vulcanico è un vino prodotto al 100% con la Falanghina, un uvaggio che ha trovato in Basilicata le condizioni ideali per una produzione d’eccellenza.
Tommasi Crearo della Conca d’Oro e Paternoster Vulcanico sono eccezionalmente proposti con uno sconto del 15%.

 

Super occasione da non perdere con il 10% di sconto per i Grandi Classici come l’Amarone o il Ripasso, due “must have” della stagione, emblema dello stile di Tommasi: l’esaltazione della Valpolicella Classica.

Lo sconto del 10% vale anche per altre importanti referenze come l’elegante e raffinato Le Fornaci Lugana o i super premiati Casisano Brunello di Montalcino o Paternoster Rotondo Aglianico, per chi non vuole perdere l’occasione per degustare territori prestigiosi e sorprendenti come la Toscana o la Basilicata.

In promozione anche i tour degustazione Dall’Amarone al Brunello e Tommasi Family Estates Experience con uno sconto unico del 20%. Per regalare o regalarsi un’esperienza in cantina indimenticabile.