Tommasi firma le degustazioni dell’Autunno

Le nostre serate sono rinviate nel rispetto della linea guida del nuovo decreto ma la nostra cantina è aperta per wine tour, degustazioni e acquisti. Per informazioni e prenotazioni www.tommasiwinetours.com

Tommasi firma le degustazioni dell’Autunno
Ricette e prodotti tipici da riscoprire in abbinamento ai grandi vini di Famiglia con la collaborazione di alcuni dei migliori chef Veronesi

Nate per rafforzare il forte e profondo legame tra la famiglia Tommasi e il territorio veronese, le strutture dedicate all’ospitalità della famiglia Tommasi aprono al pubblico con tre format di appuntamenti settimanali durante l’autunno 2020.

Per i prossimi due mesi, Villa Quaranta Tommasi Wine hotel & Spa in Valpolicella, Caffè Dante Bistrot in centro a Verona e la Welcome Area, nella sede storica di Tommasi a Pedemonte faranno da palcoscenico a una serie di appuntamenti dedicati a tutti i wine & food lovers, proponendo nuovi percorsi enogastronomici e riscoprendo il gusto di ricette e prodotti veronesi.  Un omaggio a Verona, città d’arte, di vini e di cultura culinaria.

«Alla luce dei nuovi provvedimenti, e della situazione sanitaria, abbiamo pensato all'organizzazione dei nostri appuntamenti, prevedendo uno svolgimento in linea e in osservanza con le regole previste per i ristoranti. – afferma Stefano Tommasi, direttore commerciale regionale- Lo spirito che ci muove, oltre alla grande passione per il nostro lavoro e per il nostro mondo, è quello di tenere vive le iniziative e il "racconto del vino” anche in un momento così delicato. Pensiamo sia decisivo ed importante farlo, cercando e trovando tutte le modalità possibili per convivere con questa situazione e non soccombere a causa di essa

Sette gli chef coinvolti: Mattia Meneghello del Caffè Dante Bistrot ed Emanuele Selvi del Ristorante Borgo Antico, gli chef di casa Tommasi, con Luca Nicolis della Bottega del vino, Marco Scandogliero dell’ Imbottito delle 4 Ciacole, Giovanni Ballarini di Buns, Iacopo Natale di Yard e Renato Bosco di Saporè.

Come sottolinea Giacomo Ballarini di Buns:
«La Valpolicella è uno dei luoghi fondamentali per la nostra storia e non vediamo l’ora di tornarci per far incontrare i vini Tommasi con i nostri burger. Siamo sicuri che ci sarà da divertirsi. Ci vediamo là

Mentre Renato Bosco di Saporè aggiunge:
«In questo periodo di vendemmia fermentano sempre grandi idee tra noi e la famiglia Tommasi: ecco che pizza e vino s’incontrano, trasmettendo appieno il loro legame con il territorio, l'innovazione e i lieviti».

Tra i molti abbinamenti proposti citiamo tra gli altri, il Pane alle erbe con caprino e ribes nero accompagnato da Tommasi Lugana Le Fornaci; la pizza gourmet e Tommasi Rafaèl Valpolicella Classico Superiore; il burger da gustare accanto a un Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore.

 Winesday in Cantina
Il format dei Winesday consiste in cinque appuntamenti il mercoledì sera dedicati ad altrettanti ospiti diversi provenienti dalla ristorazione veronese più in voga del momento, che cucineranno i loro piatti forti in formato aperitivo, abbinandoli a due vini Tommasi.

Gli ospiti saranno invitati a fare un tour nella Cantina attraverso la bottaia Magnifica, la Galleria e la Cantina Storica degustando i vini assieme alle moderne proposte gastronomiche che gli chef ospiti avranno preparato esclusivamente per la serata.
Gli appuntamenti previsti sono a ottobre con la Bottega del Vino e con L’imbottito delle 4 Ciacole (21 e 24 ) e a novembre con Buns, Yard e Saporè ( 4, 11, 18).

 

4P3A1585 low

Tommasi Music Lounge
Tutti i giovedì di ottobre (8, 15, 22, 29) e di novembre (5-12-19-26) torna l’appuntamento musicale al Caffè Dante Bistrot che offre al pubblico veronese un viaggio alla riscoperta dei sapori tipici nel salotto di Verona. Un’atmosfera autunnale, la musica dal vivo dei migliori artisti veronesi e un menù diverso ogni giovedì fanno riscoprire i sapori e agli aromi della cucina veneta attraverso una cena di tre portate, e tre calici di vini Tommasi in abbinamento, in uno dei caffè ristoranti più blasonati di Verona.
Spiega Gianpaolo Spinelli, direttore di Caffè Dante Bistrot:

«Con la famiglia Tommasi abbiamo un progetto chiaro: che il Caffè Dante torni ad essere il salotto culturale della città; un luogo dove potersi incontrare, con appuntamenti mensili, per godere di arte, cultura, libri e musica insieme a del buon vino, e rilanciare così il centro storico di Verona, in questo tempo così difficile».

Aperitivo in Villa

Domenica 11, 18 e 25 ottobre 2020 dalle 17 alle 19.30 tornano gli aperitivi a Villa Quaranta Tommasi Wine hotel & Spa in Valpolicella dalle 17,00 alle 19.30 con musica live e degustazioni a cura dello chef Emanuele Selvi del ristorante Borgo Antico, che abbinerà eccellenze nazionali ed internazionali ad alcuni vini Tommasi.
Il tema dell’incontro, dello scambio e del dialogo sarà il protagonista per questi tre appuntamenti imperdibili: un incontro fra i formaggi della Lessinia e della Francia, una sfida fra i salumi veneti e romagnoli ed infine il pesce del Lago di Garda a confronto con quello di mare.
Un’occasione speciale per riscoprire un luogo magico della Valpolicella Classica come Villa Quaranta, che in occasione di questi appuntamenti, saprà sorprendere proponendo location differenti di volta in volta e svelare nuove sale o angoli segreti.

 

INFO:

 

  • partecipanti nel numero consentito dalla capienza autorizzata del locale ospitante
  • posti riservati ai tavoli
  • Valgono in generale tutte le regole del DCPM:

- l’accesso ai luoghi dell’evento sarà gestito partendo dalla misurazione della temperatura
- si indossano le mascherine
- la distanza di sicurezza sarà garantita all’interno della struttura, con tavoli e postazioni di degustazione distanziate
- all'ingresso ed all'interno della struttura saranno disposti dispenser con gel disinfettante per la sanificazione delle mani


Dante 700

12 mesi con la Divina Commedia:  il primo appuntamento al Caffè Dante Bistrot di Piazza dei Signori il 13 ottobre
Il progetto “Dante 700: Verona onora Dante” inaugura il 13 ottobre 2020 alle ore 18.30 in Piazza dei Signori il primo degli appuntamenti con la Divina Commedia nel centro storico di Verona

Il Caffè Dante Bistrot, nel cuore della piazza da sempre dedicata al Sommo Poeta, ospiterà martedì 13 ottobre 2020 alle ore 18.30 il primo degli appuntamenti con la Divina Commedia organizzati dal progetto Dante 700 con gli esercizi commerciali del centro storico di Verona.

Si tratta di un calendario che proseguirà fino all’anniversario dalla morte di Dante Alighieri nel settembre 2021 con eventi che porteranno la parola di Dante in alcuni dei luoghi danteschi per eccellenza della città, che gli fu «primo refugio e primo ostello» e in altri luoghi d’arte, alcuni dei quali poco conosciuti.

Non poteva che essere Piazza dei Signori, che non a caso i Veronesi chiamano da sempre Piazza Dante, il palcoscenico del primo degli incontri. E non poteva essere il Caffè Dante Bistrot che del Poeta porta il nome, al cospetto della statua di Ugo Zannoni, ad aprire per primo le sue porte, come sottolinea il direttore Gianpaolo Spinelli, promotore dell’iniziativa:

«Con la famiglia Tommasi abbiamo un progetto chiaro e vorremmo che il Caffè Dante tornasse ad essere il salotto culturale e letterario della città, un luogo dove potersi incontrare, in appuntamenti mensili, e godere di arte, cultura, libri e musica, insieme a un caffè caldo e a del buon vino. É stato naturale iniziare con Dante, per noi che abbiamo il privilegio di abitare la sua piazza e di portare il suo nome. Da qui speriamo che la voce del Poeta arrivi in tante altre piazze, per questo storico anniversario del 2021 e che coinvolga più esercizi commerciali possibili con iniziative culturali diffuse e di qualità per rilanciare il centro storico di Verona, in questo tempo così difficile».

Sarà Alessandro Anderloni il protagonista di questo primo appuntamento intitolato “Dante e Cangrande e la Verona cortese”, parafrasando i versi che il trisavolo Cacciaguida, nel Cielo di Marte, dedica a Bartolomeo della Scala che per primo accoglierà l’esule dopo la cacciata da Firenze voluta da papa Bonifacio VIII. Anderloni dirà del legame tra l’Alighieri e i Della Scala, in particolare di quello con il mecenate Cangrande sepolto a pochi metri sopra il portale di Santa Maria Antica. A Cangrande il “ghibellin fuggiasco” dedicò la terza cantica, il Paradiso, e consacrò a perenne memoria il valore del signore di Verona nel XVII canto, i cui versi risuoneranno nella piazza che sigilla il legame perenne tra Dante e la città.

Gli appuntamenti di “Verona onora Dante” saranno annunciati di mese in mese sulla pagina Facebook “Dante Settecentoe di volta in volta valorizzeranno anche le offerte enogastronomiche e i prodotti dei locali che li ospiteranno.

A inaugurare la rassegna saranno i vini di Tommasi che accompagneranno l’evento al Caffè Dante Bistrot,  a cui si può partecipare al costo di € 5.00  ( la quota comprende lo spettacolo e un calice di vino).

La prenotazione è obbligatoria, con posti contingentati da normativa, scrivendo all’indirizzo: lefalie@lefalie.it


Aperitivo in Villa

Le nostre serate sono rinviate nel rispetto della linea guida del nuovo decreto ma la nostra cantina è aperta per wine tour, degustazioni e acquisti. Per informazioni e prenotazioni www.tommasiwinetours.com


Aperitivo in Villa
Domenica 11, 18 e 25 ottobre 2020

dalle 17 alle 19.30

Torna a Villa Quaranta il momento dell’aperitivo con musica live, preparazioni a tema della cucina del ristorante Borgo Antico, dove il territorio incontrerà le eccellenze nazionali ed internazionali ed i vini Tommasi ci regaleranno una wine experience emozionante.

 

Gli Appuntamenti
Aperitivo e degustazione di 2 calici di vino Tommasi in abbinamento a finger food
Domenica 11.10  > Formaggi: Lessinia e Francia si incontrano
Domenica 18.10  > Salumi: Veneto e Romagna a confronto
Domenica 25.10 > Pesce: il Lago di Garda incontra il Mare

Il costo dell' Aperitivo è di € 15.00 per persona, è necessario prenotare.

Il tema dell'incontro, dello scambio e del dialogo sarà il protagonista per questi tre appuntamenti imperdibili: un incontro fra i formaggi della Lessinia e della Francia, una sfida fra i salumi veneti e romagnoli ed infine il pesce del Lago di Garda a confronto con quello di mare.
Un'occasione speciale per riscoprire un luogo magico della Valpolicella Classica come Villa Quaranta, che in occasione di questi appuntamenti, saprà sorprendere proponendo location differenti di volta in volta e svelare nuove sale o angoli segreti.

"Tommasi oggi non significa solo vino, ma anche ristorazione d’eccellenza: Ristorante Borgo Antico, presso Villa Quaranta Wine Hotel & SPA, è un vero e proprio paradiso tra le colline della Valpolicella Classica, un luogo interamente dedicato all’esperienza di cibo e vino - afferma Luca Carrara, direttore -  lo chef Emanuele Selvi con Enrico De Togni, il nostro restaurant manager, hanno pensato ad una proposta originale, che mescola abbinamenti coinvolgenti e sapori autentici: il connubio essenziale della filosofia culinaria di casa Tommasi.Un percorso gastronomico dove le materie prime, la tradizione e l’indiscussa creatività, faranno vivere un’esperienza unica sapientemente abbinata ai nostri migliori vini."

4P3A1065

Per chi desidera fermarsi a cena (due portate, dessert, acqua e caffè inclusi)  il costo è di € 35 per persona
In omaggio una bottiglia a scelta tra:

Tommasi Le Fornaci Lugana doc, Tommasi Crearo Rosso Verona igt o Tommasi Ripasso Valpolicella Classico Superiore doc

È obbligatorio prenotare
 al Ristorante Borgo Antico come predisposto dal protocollo DPCM, telefonando allo 045 6767300 oppure scrivendo una e-mail a ristorante@villaquaranta.com

 

 

 


Tommasi Music Lounge

Torna l'appuntamento musicale al Caffè Dante Bistrot.
Tutti i giovedì di ottobre e novembre per offrire al pubblico veronese un viaggio alla riscoperta dei sapori tipici nel salotto di Verona.

Una cena con un menù dedicato di tre portate proposto dallo chef Mattia Meneghello in abbinamento ai vini Tommasi e alla Musica Live dei migliori artisti veronesi.

«Vorrei che il Caffè Dante Bistrot tornasse ad essere il salotto della città, un luogo dove potersi incontrare, e godere di arte, cultura e musica, insieme a del buon cibo e un calice di vino, che da noi è un must!  - afferma il direttore Gianpaolo Spinelli - Vogliamo essere ambasciatori di iniziative culturali di qualità per rilanciare la ristorazione di Verona e gli artisti locali, in questo tempo certamente non facile».

L'atmosfera intima dell'Autunno, la musica dal vivo ed un menù diverso ogni giovedì sera saranno l'occasione per riscoprire uno dei ristoranti storici della nostra città ed immergersi in un mondo di aromi e sapori per un'esperienza unica. Un luogo che ha saputo rinnovarsi e proporsi con una veste nuova per diventare una della mete gourmet e culturali di Verona.


Programma
8- 15 – 22 – 29 ottobre 2020
5 – 12 – 19 -26 novembre 2020

dalle ore 20.00, cena con tre portate e tre calici di vino Tommasi in abbinamento.

 

4P3A1634 low

2^ APPUNTAMENTO
15 Ottobre 2020

Canta: POZZATO & ROMEO  Jazz Duo

Tagliere di prosciutti artigianali con la giardiniera del Dante
( San Daniele , Parma , 24 mesi , Prosciutto crudo del Dante affinato nel vino Amarone)
vino al calice: Caseo Pinot Nero Brut Rosè

Pacchero “Verrigni” con cime di rapa e pecorino sardo
vino al calice: Paternoster Vulcanico Falanghina igt 2019

Costoletta di Vitello in osso alla Milanese del Dante, salsa alle nocciole e pomodorini dry
vino al calice: Tommasi Rafaèl Valpolicella Classico Superiore doc 2018

Ricotta di Pecora razza brogna, confettura di stagione, crumble al cacao

Segui la pagina Facebook del Caffè Dante Bistrot per tenerti aggiornato sui menù e seguire la tua band preferita.

[ninja_forms id=53]

Il costo della cena degustazione Tommasi Music Lounge è di € 50.00 per persona.
È obbligatorio prenotare al Caffè Dante Bistrot come predisposto dal protocollo DPCM, telefonando allo 045 8000083 oppure scrivendo una e-mail a info@caffedante.it.

 


Val Polis Cellae - 11.10.2020

Cantine Aperte, Sapori e Arte in una terra unica, domenica 11 Ottobre 2020

Una Domenica d'Ottobre fra i vigneti che si colorano d'Autunno e la migliore ospitalità in cantina.
Un'occasione unica per scoprire i segreti della produzione dei grandi Rossi della Valpolicella: Amarone, Ripasso e Valpolicella in abbinamento ai sapori del territorio.
Ecco, questo è il Val Polis Cellae!

Vi aspettiamo nella nostra Welcome Area di Pedemonte dalle 10 alle 18 per un Tour della Cantina Magnifica, della Galleria e della Cantina Storica.

In degustazione:   Tommasi Rafael Valpolicella Classico Superiore doc
                             Tommasi Amarone della Valpolicella Classico docg

Informazioni e prenotazioni a questo LINK

4P3A7411

 


Le Fornaci Lugana, tra vento vino e vocazione

In tour sul Lago di Garda alla scoperta del progetto Le Fornaci Lugana
Innamorarsi di un territorio, valorizzarlo e farlo conoscere attraverso il vino: tra le terre “conquistate” dai Tommasi c’è il Lugana doc

Processed with VSCO with a4 preset

Processed with VSCO with a4 preset

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A bordo di un veliero a due alberi come il San Nicolò si ha il privilegio di ammirare il Lago di Garda in tutta la sua straordinaria bellezza. La superficie liquida del lago salta brillante tagliata dalla prua che guida questa splendida imbarcazione del 1925, completamente restaurata e ricca di fascino. Con una vista mozzafiato di questo tipo, ci si sente ancora più fortunati di poter chiamare la zona storica della Lugana, sulla sponda a sud del lago, “il proprio giardino dietro casa” come viene definita dalla famiglia Tommasi.

Allargare gli orizzonti per raccontare una visione lungimirante, quella del progetto Le Fornaci Lugana, è stato l’obiettivo dell’evento di due giorni (27 e 28 agosto) dedicato alla stampa specializzata organizzato dalla famiglia Tommasi. Un tour sul lago in barca a vela ha traghettato i giornalisti in due ore di crociera per ammirare uno dei paesaggi più belli del nostro territorio, lì proprio dove nasce il Lugana. A fine giornata, una cena preparata dallo chef Fabrizio Molteni de La Speranzina ha proposto un menu totalmente dedicato al Lugana Le Fornaci 2019, anteprima gourmet del secondo giorno di press tour incentrato invece su una degustazione tecnica di una verticale di quattro annate di questo nuovo vino firmato Tommasi.

 

A due passi dalla Lombardia, nel lembo di terra che comprende Desenzano, Sirmione, Pozzolengo, Lonato e Peschiera del Garda, nasce il racconto di un territorio in etichetta, quello del Lugana. Un vino bianco, inconfondibile, rigoroso e di classe, particolarmente longevo. Un unico vitigno autoctono in purezza, il Turbiana - nome locale per definire il trebbiano di Lugana impiantato a sistema Guyot- viene coltivato in tre vigneti dislocati in differenti aree della Lugana Doc (vicino al Lago di Garda, vicino al comune di Sirmione e verso San Martino della Battaglia), per un totale di 45 ettari, di cui 40 in produzione e 5 rimanenti che andranno in vendemmia nel 2021. Un vigneto, quello a ridosso  del Lago di Garda, ha un terreno a base calcarea, variamente stratificato e argilloso. Gli altri due vigneti, situati nell’entroterra, sono invece a composizione sabbiosa e ricca di limo. Se le uve provenienti dal primo conferiscono al Lugana corpo, struttura e potenza, quelle provenienti dal secondo e terzo conferiscono al vino aroma ed eleganza, acidità e freschezza.

IMG_8124

Alla famiglia Tommasi piace comprare e investire nei territori di cui si innamorano e in cui credono. Infatti, nel 2013 è stato il turno di questa porzione di terra particolarmente vocata che ha fatto nascere questa nuova etichetta, il Lugana, ed evolvere il progetto Le Fornaci che, sfruttando la collocazione di uno dei vigneti in prossimità del sito archeologico di una fornace romana, ribadisce con il suo nome le forti radici legate al territorio e la ferma intenzione di valorizzarlo.

Abbiamo di fronte un vino elegante, pronto a completare il portfolio della realtà vitivinicola che in quattro annate descrive l’evoluzione in calice di un progetto ampio la cui identità è ancora in divenire, ma nel cui sviluppo trova la completa armonizzazione di una visionaria strategia aziendale.

Sul tavolo della verticale l’enologo Giancarlo Tommasi ha raccontato le annate 2016, ’17, ’18, ’19 conducendo i giornalisti nel fare esperienza di un vino tutto da scoprire e tutto da vivere. L’annata 2016 è la vendemmia d’esordio che ha dato l’avvio al progetto Lugana; la 2017 è quella che ha dato coerenza stilistica al progetto e definito i suoi successivi upgrade.

L’annata 2018 è la base del Tommasi Le Fornaci Lugana doc Riserva 2018, novità che vedrà la luce nel 2021 con 3 mila bottiglie, il primo millesimato in cui le parcelle della Tenuta Le Fornaci sono entrate in produzione in maniera continuativa.

Una selezione delle vigne ritenute più importanti affinate per 16 mesi in tonneau che daranno un grande vino, intenso, complesso, aromatico, la cui bontà - anche se è prematuro dirlo - è già innegabile; sarà un vino che farà parlare di sé. Dalla prima bottiglia del 2016 all’ultima del 2019 si segna l’attitudine di un vino in cui si esprimono la costanza e la coerenza tipiche della campagna, la forte crescita e il meticoloso lavoro di fino fatto di correzioni di vendemmia in vendemmia di ogni passaggio che poteva rappresentare un’incongruenza rispetto alla visione generale e al processo di vinificazione. Nell’annata 2019 il Lugana conosce il vero punto d’approdo stilistico dell’intero progetto. Colore giallo intenso con riflessi verdi; fragrante e fruttato al naso, con note di frutta tropicale e pompelmo. In bocca è salino, persistente, nel finale sapido, minerale con sentore di mandorla, buona tensione e un congedo carezzevole.

La fortuna di questa etichetta è data da una combinazione di elementi vincenti che vanno dal vino alla bottiglia, ma che integrano anche una moltitudine di micro influenze di contesto che sono la chiave fondamentale per comprendere l’importanza del progetto Lugana Le Fornaci nella futura fisionomia della proposta enologica della famiglia Tommasi. Un colosso vitivinicolo che continua ad evolversi prevedendo nel suo progetto una e struttura dedicata all’ospitalità e all’enoturismo (con un punto di degustazione e ristoro) e trasla sempre di più la sua visione aziendale verso una realtà allargata, diffusa, studiata appositamente per gli appassionati e neofiti che vogliono calcare in prima persona il palcoscenico su cui questo vino nasce e debutta.

Rassegna Stampa:

 


Tommasi Summer Lounge

A partire dal 7 agosto tutti i venerdì fino a settembre:
Tommasi Summer Lounge.
Il Caffè Dante Bistrot porta il Lago di Garda in città con aperitivi gourmet, musica live e il Lugana doc Le Fornaci Tommasi.

I colori del Lago di Garda al tramonto, i profumi e l’atmosfera lieve e fresca della sera: tutto questo in una delle piazze più belle del centro storico di Verona, Piazza dei Signori al Caffè Dante Bistrot.
È qui che circondati da antichi palazzi, che si colorano di rosa al calar della sera e riempiono gli occhi di bellezza e meraviglia, che si terrà la Tommasi Summer Lounge.

07 Agosto | Magical Mystery Band - Play The Beatles
14 Agosto | Jury & Mr Breo - Rythm'n Blues
21 Agosto | Bengi Confidenziale - Soul all'Italiana
28 Agosto | Contrada Lori - Folk dialettale
04 Settembre | Jazzica Rabbit - Swing
11 Settembre | Rio Grande - La canzone del sudame
18 Settembre | Sweet peanuts - jazz
25 Settembre | Cadillac Circus - Musica circense

4P3A6149

A partire dal 7 agosto, tutti i venerdì fino a settembre, dalle 19.00 alle 21.00 accompagnati dalla Musica Live dei migliori gruppi veronesi, si potrà degustare il Tommasi Le Fornaci Lugana doc in abbinamento alle proposte gourmet dello Chef Mattia Meneghello.

«Un appuntamento divertente e un po’ fuori dagli schemi – dichiara Gianpaolo Spinelli, direttore del Caffè Dante Bistrot - con un allestimento particolare per rinnovare il momento dell’aperitivo con la musica protagonista e farlo divenire un’esperienza unica. Per soddisfare il desiderio di condivisione e convivialità che si è risvegliato più intenso che mai e portare brio nelle calde sere d’estate.»

Tommasi Summer Lounge sarà anche l’occasione per presentare il giovane chef veronese del Caffè Dante Bistrot Mattia Meneghello ed il progetto Le Fornaci della famiglia Tommasi.

4P3A6392
Una filosofia, quella di Mattia Meneghello, alla costante ricerca della valorizzazione della territorialità nel segno di un’indiscussa qualità. Cuore e razionalità, fantasia e precisione, ospitalità e carattere: questo è il Caffè Dante Bistrot, che offre una cucina dai sapori autentici con padronanza tecnica, che richiama il trionfo della materia prima e l’abbinamento al vino, che resta il grande protagonista del ristorante, per cui ha meritato il prestigioso riconoscimento Best Award of Excellence dalla rivista statunitense Wine Spectator per il terzo anno consecutivo.

«Le Fornaci Lugana DOC è un vino fortemente voluto dalla mia famiglia – afferma Giancarlo Tommasi, enologo - e ribadisce la grande passione per questo territorio a sud del Lago di Garda, per un progetto di vino bianco inconfondibile, rigoroso e di classe, capace anche di vincere la sfida del tempo.»

Un vino dal colore giallo paglierino intenso e brillante che nasce dalla selezione dei migliori grappoli di Turbiana. Al naso, esprime note florali e fruttate, in cui dominano aromi di pesca bianca matura, frutta tropicale con accenni agli agrumi come il pompelmo e il lime, accompagnati da intriganti sentori minerali. In bocca, svela un perfetto equilibrio tra freschezza e struttura, con una piacevole sapidità minerale, che dona profondità e persistenza con il tipico finale di mandorla.

La struttura e la complessità del Lugana DOC le Fornaci 2019 si devono alla selezione delle uve, provenienti dalla parcella vicino alla riva del Lago di Garda e da una vinificazione sorvegliatissima, mentre l’aroma e l’eleganza derivano dalle uve selezionate nelle parcelle dell’entroterra: i 45 ettari di proprietà, infatti, si suddividono in tre parcelle a Sirmione.

Un vino giovane e che grazie alla buona struttura e all’acidità si presta all’affinamento in bottiglia.

4P3A6255

Il costo dell’aperitivo Tommasi Summer Lounge è di € 8.00, compreso di un calice di Lugana doc Le Fornaci e finger food. Per l’occasione, ogni venerdì sera con la prenotazione della cena, una bottiglia di Tommasi Le Fornaci Lugana sarà in omaggio; è obbligatorio prenotare al Caffè Dante Bistrot come predisposto dal protocollo DPCM, telefonando allo 045 8000083 oppure scrivendo una e-mail a info@caffedante.it.


Tommasi Digital Days

Nei giorni 20, 21 e 22 Aprile 2020, in cui si sarebbe dovuto tenere Vinitaly, sono stati organizzati i “Tommasi digital days”: incontri digitali con la forza vendita italiana ed estera per presentare, anche se a distanza, le nuove annate dei vini che  in commercio, ma soprattutto per confrontarsi con i partner commerciali e decidere assieme le migliori strategie per il futuro.
Con Piergiorgio Tommasi, direttore commerciale Italia, focalizziamo alcuni aspetti connessi a queste ultime settimane, che così profondamente hanno modificato la nostra quotidianità e anche le abitudini d’acquisto e di consumo degli italiani.
«La nostra azienda si fonda su valori forti, sulle relazioni costruite in questi anni con collaboratori, fornitori, rete vendita e clienti, in Italia e all’estero. Fin dal 1997 con l’ingresso in azienda della mia generazione, la quarta, abbiamo scelto di ampliare il portfolio dei nostri prodotti, acquistando tenute in cinque diverse regioni italiane, per poter offrire non solo i vini della Valpolicella, territorio in cui siamo nati, ma anche di altre denominazioni. Di tutti questi territori abbiamo rispettato l’autenticità della cultura vinicola a cui abbiamo unito le nostre capacità imprenditoriali».
Tommasi può, così, offrire una gamma completa di vini nei canali Ho.Re.Ca. e GdO a diverse fasce di prezzo, sempre controllandone la qualità grazie alla gestione intera della filiera.
Questa strategia si è rivelata premiante soprattutto in un momento così delicato. 
Anche la comunicazione del Gruppo si è adeguata al rapido cambiamento delle modalità d’acquisto dei consumatori, puntando su una forte presenza digitale (social e webinar principalmente) e aumentando le tipologie di servizio ai propri clienti.
Di seguito alcuni estratti delle 3 giornate di Webinar.
MASTERCLASS TOMMASI VITICOLTORI
Vini in degustazione:
Le Fornaci Lugana doc, 2019
Rafaèl Valpolicella Superiore doc, 2017
MASTERCLASS CASISANO E POGGIO AL TUFO
Vini in degustazione:
Poggio al Tufo Vermentino Toscana igt, 2019
Casisano Rosso Montalcino doc, 2017
MASTERCLASS PATERNOSTER E SURANI
Vini in degustazione:
Surani Helios Negroamaro Rosè Puglia igt 2019
Paternoster Giuv Aglianico del Vulture doc BIO, 2017


BENVENUTO AL BRUNELLO DI MONTALCINO DOCG 2015

La prima grande annata firmata della famiglia Tommasi.
Montalcino (SI), 21 febbraio 2020 - Dal 21 al 24 febbraio, durante la manifestazione “Benvenuto Brunello”, organizzata dal Consorzio del Vino Brunello di Montalcino e negli incontri che si terranno a Casisano, la famiglia Tommasi, viticoltori dal 1902, presenterà il “suo” primo Brunello.
Prima annata, il 2015, a essere seguita totalmente, dalla vigna alla cantina, dagli enologi Emiliano Falsini e Giancarlo Tommasi.
Il Casisano Brunello, Sangiovese Grosso in purezza 100%, nasce nei nove ettari di vigna dedicati esclusivamente alla produzione di Brunello di Podere Casisano, allevati a cordone speronato con esposizione sud-est, su un terreno misto, ricco di scheletro e galestro.
Nel 2015, si sono create le condizioni ambientali ideali (inverno mite, primavera piovosa nella norma, estate asciutta, autunno variabile con ottime escursioni termiche) per ottenere delle uve con una notevole complessità di aromi ed eleganza dei tannini e un’acidità naturale ben al di sopra della media, determinanti per realizzare un prodotto di altissimo e raro livello qualitativo.
“La vendemmia 2015 è da considerare una delle migliori delle ultime decadi per il suo andamento climatico ideale in tutte le stagioni” - afferma l’enologo Emiliano Falsini, responsabile della produzione di Casisano – “Amare Montalcino è un atto di fede nei confronti del Sangiovese, una denominazione, quella del Brunello in continua evoluzione ma sempre fedele al suo unico grande amore; un territorio che ha saputo rinascere ancora più forte sempre nel segno distintivo del suo vitigno principe e grazie a grandi produttori che non hanno rinunciato mai alla qualità.  La 2015 segna un nuovo percorso anche per Casisano, splendida azienda in uno dei punti più alti della denominazione, dove eleganza, acidità e freschezza sono ciò che questo splendido territorio ci offre e abbiamo cercato di racchiudere in questo grande vino”.
 Caratteristiche organolettiche e lavorazione in cantina
Il Casisano Brunello di Montalcino DOCG 2015, si distingue per il colore rubino profondo e tendente al granato.  Si apre all’olfatto con un’elegante e fresca complessità delle note fruttate e speziate tipiche del Sangiovese.  Molto piacevole l’armonia gustativa con la grande struttura che si accompagna a tannini vellutati e a una lunga persistenza. Il percorso in cantina del Brunello di Montalcino 2015 segue il metodo tradizionale di macerazione sulle bucce per circa venticinque giorni a cui si aggiungono tre anni di maturazione in botti di rovere di Slavonia con una capacità massima di sessanta ettolitri e un affinamento in bottiglia di almeno sei mesi.